Skip to main content

Full text of "Bibliografia dei viaggiatori italiani; ordinata cronologicamente ed illustrata"

See other formats


Amish 






Digitized by the Internet Archive 

in 2012 with funding from 

University of Illinois Urbana-Champaign 



http://archive.org/details/bibliografiadeivOOamat 



BIBLIOGRAFIA 



DEI 



VIAGGIATORI ITALIANI 

ORDINATA CRONOLOGICAMENTE 
ED ILLUSTRATA 

DA PIETRO AMAT DI SAN FILIPPO 

MEMBRO DELLA SOCIETÀ OEOQRAFICA ITALIANA 



ROMA 

COI TIPI DEL SALVIUGCI 

18 74 



PO lift 

Am/5i 



PREFAZIONE 



.Lia religione ed il commercio furono le due cause 
principali che spinsero nel medio evo gì' Italiani a viag- 
giare; in tempi posteriori vi si può aggiungere l'amore 
per la scienza che trasse i dotti in lontane contrade 
per studiarvi la natura e V arte. Perciò nel secolo XIII 
e XIV i viaggiatori sono missionari, o mercanti e bi- 
sogna scendere fino al XV per trovare un viaggiatore 
archeologo, Ciriaco d'Ancona. 

Lo svolgimento dei traffichi italiani nelF Asia e 
nelF Africa venne nei secoli predetti preparato dai viag- 
giatori; essi da prima esploravano le regioni mal note 
e ne studiavano le produzioni , il clima , il governo , 
la religione , le razze che Y abitavano , ne traevano 
prò per stabilirvi relazioni commerciali e, quando con- 
venisse, per fondarvi colonie. 

Egli fu in questa guisa che i nostri mercanti allar- 
garono passo passo la sfera delle loro relazioni commer- 
ciali e mentre prima frequentavano soltanto il Levante, 
il Mar nero , l' Asia minore , 1' Egitto e la Barberia , 
poscia si spinsero nel cuore dell' Asia , penetrarono 
fino alle Indie , alla Cina ed alle isole della Sonda. 



54803? 



Da un documento che serbasi nella Riccardiana parrebbe 
che un agente dei Pefuzzi risiedesse fin dal XIII se- 
colo a Pekino; nello stesso secolo i pisani stipulavano 
col soldano del Cairo una convenzione per tutelare i 
mercanti loro connazionali che facevan capo a Suez dove 
imbarcavansi per l'India. 

Il genovese Pietro di Lucalongo nel 1290 fu com- 
pagno del missionario Giovanni da Montecorvino nel suo 
viaggio alle Indie ed alla Cina. Un medico lombardo 
ed un pisano per nome Jolo trovavansi nel 1305 a 
Pekino; Zaitun (Tseo-Thung) il celebre porto chinese 
nel 1326 era abitato da mercanti genovesi; Veneti e 
Genovesi erano probabilmente i cristiani, che 1' arabo 
Ibn-Batuta numerosi trovava nel 1336, trafficare nelle 
principali eittà della Cina. 

Le prime relazioni di viaggiatori italiani compar- 
vero nel secolo XIII; primeggiano fra tutti Piano dei 
Carpini e Marco Polo il più illustre, dopo Colombo, di 
quanti furono viaggiatori a qualunque età, o nazione 
appartengano. Dopo Marco Polo visitarono le regioni 
asiatiche e la Cina Giovanni da Montecorvino, Oderico 
da Pordenone, Ricoldo da Montecroce e Balducci Pegolotti. 

Memorando è nello stesso secolo XIII , 1' audace 
benché infelice tentativo dei Vivaldi, che due secoli prima 
di Vasco de Gama disegnarono di doppiare il Capo di 
Buona Speranza per raggiungere le Indie. Intanto sullo 
scorcio dello stesso secolo P uso della bussola ed altri 
perfezionamenti introdotti nella navigazione, ristretta da 



— VII — 

prima al Mediterraneo ed al Mar nero, invitano Genovesi e 
Veneti ad uscire dallo stretto di Gibilterra e le navi mer- 
cantili italiane veleggiano lungo le coste di Spagna e di 
Francia, si conducono in Inghilterra, in Fiandra e nei 
porti Anseatici dove avviano importanti traffichi, che ali- 
mentano sempre più l'industria italiana allora floridissima. 
L' uso della bussola perfezionata da Flavio Gioia 
incoraggia i naviganti a lanciarsi in alto mare abban- 
donando le costiere e gli arditi esploratori dell'Oceano 
ricevono meritato guiderdone con la scoperta di terre 
ignote per lo innanzi. Così nel 1341 i Genovesi sco- 
prono le Canarie delle quali da secoli erasi perduta la 
traccia; P isola de lo Legname che più tardi i Porto- 
ghesi tradussero in Madera era già nota; ai Liguri devesi 
pure P esplorazione di parte della costa occidentale del- 
l'Africa prima che cominciasse la serie delle scoperte 
portoghesi. Il celebre Portolano Mediceo del 1351, la- 
voro genovese , presenta una delineazione abbastanza 
esatta della costa occidentale dell'Africa che si accosta a 
quella, che ci porgono le moderne carte. È questo un ar- 
gomento a favore- di coloro che opinano esser le costiere 
africane anche al di là della linea conosciute fin dal se- 
colo XIV per opera di navigatori, che non potevano essere 
che italiani e assai probabilmente genovesi. La naviga- 
zione dei Vivaldi, la scoperta delle Canarie e di altre isole 
occidentali, le preziose indicazioni contenute in molte carte 
idrografiche genovesi del XIV secolo ed altri argomenti pro- 
vano a favore della precedenza ligure in siffatte scoperte. 



— Vili — 

Sullo scorcio dello stesso secolo (1390) i fratelli 
Zeno visitarono l' Islanda ed il Groenland e nella pre- 
ziosa relazione che ci lasciarono delle cose vedute ed 
udite nel loro soggiorno in quelle terre artiche, si fe- 
cero eco delle navigazioni scandinave dei secoli X, XI 
e XII e della scoperta delle terre americane del nord 
avvenuta per opera di quegli intrepidi navigatori, sco- 
perta però che non riuscì ad alcun pratico risultamento 
perchè fatta da uomini rozzi e senza cultura di sorta. 

Sorgeva intanto il secolo XV il più importante per 
i viaggi e per le scoperte. Italiani ai servigi del Por- 
togallo scoprono le isole Oapoverde ed esplorano le coste 
dell' Africa, per cui Cadamosto, Noli ed Usodimare as- 
sociano i loro nomi a quelli dei valorosi portoghesi Zarco, 
Tristan Vaz, Gii Eannes, Nuhno Tristam, Cano, Dias 
e Vasco de Grama. La Turchia e la Persia sono visitate 
e descritte da Barbaro, Contarini, Zeno ed Angiolello; 
Conti e Santo Stefano percorrono l' India e spingonsi 
fin alle isole di Griava e di Sumatra. Lascio da parte 
i minori come Ciriaco d'Ancona, Quirini e quel Paolo 
Trevisano che primo studiò il problema delle origini del 
Nilo. Si tacciono anche i numerosi viaggiatori di Ter- 
rasanta nelle cui relazioni trovansi sovente importanti 
notizie naturali ed economiche sull' Egitto e sulla Pale- 
stina, ed acute osservazioni intorno allo stato sociale e 
politico dei Musulmani. 

Ma la più grande delle scoperte compivasi per 
opera dell'ardito ligure e dietro i suoi passi altri italiani 



— IX — 

facevano progredire in pochi anni la cognizione del- 
l'America. Vespucci, cui la sorte concesse d' imporre il 
proprio nome al nuovo continente , riconosce le coste 
di Paria e della Florida e visita il Brasile , scrivendo 
quelle lettere particolareggiate e interessanti che i suoi 
contemporanei lessero avidamente tradotte in tutte le 
lingue letterarie d' Europa. I Cabotto scoprono Terra- 
nova, penetrano nella baja d'Hudson e rimontano il 
Piata fino all'attuale città di Corrientes ; Terrazzano 
approda al Canada ed in tal guisa cinque navigatori 
italiani scoprono e riconoscono gran parte di quel 
continente di cui nemmeno un brandello appartiene 
all' Italia. 

Il secolo XVI fu testimone della operosità italiana 
non ostante il perduto primato dei traffichi ed i poli- 
tici rivolgimenti che partorirono la straniera signorìa. 
È vero che questa operosità non potendo oramai eser- 
citarsi nel proprio paese costrinse molti Italiani a vo- 
lontario esilio, per dedicare Y opera e l' ingegno a van- 
taggio di straniere nazioni. . 

Pigafetta con altri ventisei Italiani, maestri, carpen- 
tieri, tonnelieri e marinari montarono sulle navi spagnuole, 
che sotto il comando di Magellano compierono il primo 
viaggio intorno il globo e al vicentino spetta il merito 
di aver ricondotto, dopo l'uccisione del capitano porto- 
ghese, salva in Siviglia P unica nave superstite la cui 
perdita avrebbe seppellito nei profondi abissi dell'oceano 
la scoperta del Magellano e le preziose notizie di quella 



travagliata navigazione che Pi gaietta raccolse nella ce- 
lebre relazione che ci ha tramandato. 

In questo secolo fecero progredire la cognizione 
dell' Asia Giovanni da Empoli, Barthema, Corsali, Ron- 
cinotto, Balbi, Vecchietti, Carletti e quel Filippo Sas- 
setti che intravidde l' importanza dello studio della lin- 
gua e letteratura sanscritte. Benzoni, che visse in America 
ben 14 anni, dettava la storia della conquista e ne 
lasciava una particolareggiata descrizione dei popoli 
riti e costumanze degli indigeni americani: Fra Marco da 
Nizza, un po' sognatore, mentre cercava il paese di Eldo- 
rado penetra il primo nelle regioni aurifere delle Sonora. 

Sorgeva il secolo XVII, secolo di decadenza per 
l'Italia; il primato delle industrie e dei traffichi era 
passato ad altre nazioni ; Venezia involta nelle sterili 
lotte contro la Turchia , Genova vedovata delle floride 
sue colonie nel Levante e nel Mar Nero, non conser- 
vavano che l'ombra dell'antica grandezza. Pochi sono 
perciò i viaggiatori per ragione di traffico; i più sono 
curiosi di veder mondo, o missionari. 

Pier della Valle, un gran signore romano e dotto 
orientalista , percorse gran parte dell' Asia ; Francesco 
Negri si spinse fino all'estremo Capo Nord ed un'accu- 
rata descrizione dettava della Lapponia e delle regioni 
scandinave in allora mal note. Un ardito tentativo fu il 
viaggio in Abissinia di Giacomo Baratti , la cui rela- 
zione, rimasta ignota anzi smarrita in Italia, venne dagli 
Inglesi, migliori apprezzate, tradotta in loro lingua. 



Mentre scarseggiano i viaggiatori laici, abbondano 
per contro i missionari e fra questi il posto d' onore 
compete al celebre Matteo Ricci che conobbe la Cina, 
la sua storia e la sua letteratura , come forse niun 
Europeo ha mai conosciuto né prima né dopo di lui. 
Nobili e Sebastiani' viaggiano nelP India e ne studiano 
la geografìa, la lingua, le costumanze e la religione; 
Cavazzi penetra nella Cocincina e ne lascia una ap- 
prezzata informazione. Anche la geografia dell' Africa 
occidentale e specialmente dei paesi bagnati dal Congo 
è debitrice ai missionari capuccini Guattini, De Carli, 
Merolla, Gavazzi e Zucchelli. Essi ci fornirono molte 
notizie intorno alla religione, alle costumanze di quelle 
barbare genti ed utili indicazioni sul clima, sulla sto- 
ria naturale e sulla geografia dei paesi percorsi nel 
tempo del loro apostolato. Sullo spirare del secolo il 
napoletano Gemelli-Careri, intrepido avventuriere, corse 
mezzo il mondo e la relazione delle sue peregrinazioni 
ebbe un meritato successo che oggi ancora, almeno in 
parte, non gli vien contrastato. 

Pochissimi ancora sono nel secolo XVIII gì' Ita- 
liani che meritino il titolo di viaggiatori; fra i migliori 
sono alcuni missionari come Beschi indagatore indefesso 
delle cose indiane e meritamente celebre per i suoi la- 
vori sulla lingua tamulica; la dottrina in lui andava 
di pari passo colla abilità politica tantoché nel lungo 
soggiorno (1700-1742) nell'India seppe ingraziarsi 
il nabab di Trichinapoli di cui divenne consigliere. 



— XII — 

Missionario o gesuita era pure il Desideri che dal 1713 
al 1716 viaggiò per le Indie e fra mille stenti e 
pericoli penetrò nel Tibet e visitò Lassa, sede del Gran 
Lama, o capo religioso del Buddismo. Orazio della Penna 
capuccino dal 1730 al 1742 rividde le regioni percorse 
dal Desideri, fu anch' egli a Lassa ed ottenne dal so- 
vrano del paese e dal Gran Lama tolleranza e prote- 
zione a favore dei missionari capuccini, che gl'indigeni 
chiamavano i Lama stranieri. 

Fra i più illustri viaggiatori di questo secolo me- 
ritano un posto distinto Boturini e Malaspina. Il primo 
condottosi al Messico studiò e fece una serie di labo- 
riose indagini per ricostruire la storia messicana ante- 
riore alla conquista spagnuola. Egli dopo molti anni di 
fatiche e di dispendi potè riunire una preziosa collezione 
di antichità che servirono di materiali ai moderni a 
stenebrare le origini del Messico e delle popolazioni che 
1' abitarono nei secoli anteriori alla scoperta dell' Ame- 
rica. Ma il geloso governo spagnuolo senza motivi di 
sorta cacciava dal Messico il laborioso italiano e le ric- 
che sue collezioni sequestrava e sperdeva, di che il po- 
vero Boturini, invano chiedendo giustizia a Madrid, finiva 
per morire di crepacuore in uno ospedale. Alessandro 
Malaspina ufficiale di marina ai servigi di Spagna pre- 
posto al comando delle corvette Descubierta e Atre- 
vida y intraprese una lunga navigazione di cinque anni 
(1789-1794) con profitto della scienza, e con gloria 
della marina spagnuola. Ma l' invidia perseguitò il valente 



— XIII — 

navigatore che ebbe a premio elei suoi servigi il carcere. 
La preziosa relazione del suo viaggio giacque dimenticata 
negli archivi della marina spagnuola finché venne testé 
data alle stampe; tarda riparazione ad una sciagurata 
ingiustizia! 

Il secolo nostro non può certo in Italia mettersi 
a confronto per floridezza economica e per vitalità di 
commerci con i secoli XIII, XIV e XV, quando Pisa, 
Genova , Venezia e Firenze erano signore del mare , 
dell' industria e elei traffichi. Non deve però negarsi 
specialmente in quest' ultimo quarto di secolo, il risve- 
gliamento dell' antica operosità in parecchie almeno fra le 
regioni italiche. Un notevole incremento prese la naviga- 
zione; colonie italiane sorsero e prosperano nell'Egitto e 
negli scali principali del Levante e della Barberìa; flori- 
dissime sono quelle del Piata e del Perù; la Cina ed il 
Giappone, dischiuso alla attività europea ; vede ogni giorno 
più crescere il numero d'italiani laboriosi e procaccianti 
e le navi liguri non temono di perigliarsi nei mari del- 
l'Oceania e dell'Australia. 

Numerosa è anche la schiera dei nostri viaggiatori 
e molte fra le relazioni de' viaggi compiuti da italiani 
hanno un effettivo valore scientifico. Alla storia del- 
l' arte giovò grandemente Emilio Botta che scoprendo 
le rovine di Ninive apriva un campo sterminato allo 
studio delle antichità assire. L' Egitto poi, questa clas- 
sica terra dell'archeologia, trovò in Italia una compatta 
falange di eruditi e coraggiosi esploratori ; nomino fra 



— XIV — 

i molti Belzoni, che primo penetrò nello misteriose Pi- 
ramidi , Eosellini , Caviglia, Drovetti, Segato, Ferlini, 
Lombroso che visitarono e studiarono i monumenti del- 
l'antico incivilimento egizio, e tentarono l' interpretazione 
delle iscrizioni geroglifiche scolpite sulla pietra, e dei 
papiri; molto a codesti viaggiatori va debitrice la mo- 
derna egiziologìa. 

Ma uscendo dal campo archeologico molti altri me- 
ritano di esser ricordati; il geologo Brocchi penetrava 
nel Sudan e vi faceva studi sulle miniere di smeraldi 
finché alla vigilia di intraprendere nuove e più impor- 
tanti esplorazioni nell' Africa centrale , cadeva vittima 
del clima a Cartum, dove in allora (1826) principiava 
il mito delle scaturigini del Nilo. Beltrame, de Bono, 
Piaggia ed Antinori si spinsero assai addentro nell'Africa 
e fecero conoscere le inesplorate regioni dei Denka e 
dei Niam-Niam e se non giunsero allo scoprimento delle 
sorgenti del gran fiume, fecero nei loro viaggi tesoro 
di preziose notizie sulla etnografìa , la linguistica , la 
storia naturale, la geografia e l' idrografìa di paesi dove 
non era apparsa per lo innanzi orma europea. Lo stesso 
fecero Omboni , Scala e Borghero nell'Africa occidentale 
allargando le cognizioni e correggendo le erronee notizie 
che si avevano intorno a quei paesi. 

Anche V Asia, campo glorioso delle peregrinazioni 
italiane nel medio evo , ebbe nel presente secolo un 
manipolo di esploratori le cui relazioni non difet- 
tano di curiose ed importanti informazioni. Vecchi ed 



— XV — 

Osculati, si addentravano nella Persia: le stesse regioni 
vennero poi meglio studiate nel 1862 dai dotti che ac- 
compagnavano la regia missione italiana. In mancanza 
di una relazione ufficiale, che non avrebbe dovuto farsi 
desiderare, il naturalista De Filippi dettava un compen- 
dioso ma pregevole lavoro, ed il Doria vi adunava impor- 
tanti collezioni di oggetti appartenenti alla storia natu- 
rale e ne arricchiva i Musei della sua Genova. Siili' Alto 
Irauaddy (Ava) forniva importanti notizie il missionario 
Abbona e Modesto Cavazzi con altri italiani si spingeva 
audacemente nell'Asia centrale fino a Bocara donde per 
miracolo potò sortir vivo. 

Neil' America pure alcuni nostri onoravano la pa- 
tria e vi compivano utili ed ardite esplorazioni. Il ber- 
gamasco Beltrami fin dal 1823 discopriva le sorgenti 
del Mississipi ed il suo nome, per recente decisione del 
governo degli Stati Uniti del Nord venne imposto alle 
regioni dove avvenne la scoperta *. Neil' America Meri- 
dionale De Angelis fu l'Erodoto delle nuove repubbli- 
che staccatesi dalla madre patria ; a Codazzi deve il 
Venezuela V esplorazione e triangolazione del suo ter- 
ritorio , ed una bellissima ed esatta carta geografica; 
Osculati in mezzo a patimenti e pericoli d' ogni ma- 
niera costeggiava le rive dello sconosciuto Rio Napo 
d' onde si traghettava nell' Amazone che navigava in 
tutta la lunghezza fino alla sua foce. Importanti sono 

1 Beltrami's Conntv. 



— XVI — 

pure le esplorazioni di Bossi nelle inospite regioni del 
Mato-Grosso, di Lavarello sul Rio-Yermejo e di Descalzi 
sul Rio-Negro di Patagonia del cui corso seppe costruire 
una pregevole carta idrografica. Raimondi ha molto illu- 
strata l' idrografìa del Perù ed ora per incarico di quel 
governo mette mano ad un grandioso lavoro che servirà 
ad illustrare nei rami geografico, statistico, meteorolo- 
gico, linguistico e delle scienze naturali il territorio di 
quella repubblica. 

Facendo ritorno al vecchio continente acquistaronsi 
meritata fama i viaggiatori Guarmani e Arconati-Visconti 
con i loro viaggi in Arabia , come Issel , Antinori e 
Beccàri che esplorarono nell' Africa orientale il paese 
dei Bogos. 

Fin nell'Oceania trovo qualche orma gloriosa del- 
l'ardimento italiano che tenta di emulare l'antico. Yidua 
visitava Borneo e le Molucche dove incontrò morte im- 
matura; Salerio fece conoscere l'ignorata isola di Mujù 
(Woodlark); Borneo, che fin dal secolo XIV era visitata 
da Oderico da Pordenone, fu objetto delle esplorazioni e 
degli studi di Doria e Beccàri, anzi quest' ultimo si spin- 
geva fin nella Nuova Guinea insieme a De Albertis per 
studiarvi il gran libro della natura , sfidando l' incle- 
menza delle stagioni e la barbarie degli uomini. 

Molti altri italiani meriterebbero qui un ricordo 
per le pregevoli notizie che ci hanno fornito dei loro 
viaggi ; Inselvini , Cerniti , Adamoli , Savio , Racchia , 
e finalmente Parent ufficiale nella regia marina che 



— XVII — 

fece parte dell'ultima spedizione artica degli Svedesi 
(1872-73) e passò un inverno chiuso nei ghiacci polari. 

Da questo rapido cenno può rilevarsi di quanta 
importanza siano i viaggi compiuti dagli italiani in gran 
parte con i proprii mezzi, senza sussidio, o concorso di 
governi, il che a mio avviso accresce il merito di chi 
ebbe coraggio di intraprenderli. Ed invero non poteva 
essere altrimenti in Italia elove lo sminuzzamento del 
paese e la conseguente povertà delle finanze governative 
non consentivano di sussidiare, o allestire quelle gran- 
diose spedizioni scientifiche che la Francia , V Inghil- 
terra, la Spagna, la Russia, 1' America del Nord e di 
recente anche la Germania poterono organizzare e che 
resero celebri i nomi di Cook, La Condamine , Azara, 
Ulloa , La Perouse , Malaspina , Humboldt , Liitke , 
Krusenstern, Ross, Parry, Franklin, Beechey, Dumont 
d'Urville, Mac-Clure, Kane, Hayes, Koldewey e d'altri 
valenti navigatori e scienziati. 

Il viaggio della Magenta e quello della Vettor 
Pisani furono un saggio del buon volere del governo 
italiano, ma un saggio troppo modesto. Le lontane na- 
vigazioni, a parte il vantaggio di addestrare gli equi- 
paggi e di servire alla istruzione pratica degli ufficiali, 
giovano a proteggere i nostri commerci e ad incorag- 
giare nuovi e molteplici legami fra V Italia ed i paesi 
visitati. Ma ciò non basta, è mestieri che siffatte spe- 
dizioni giovino al progresso delle scienze ; il governo 
austriaco, lasciando esempi più antichi d'altre nazioni 



— XVIII — 

marittime , ne ha dato un bel saggio col pubblicare 
gli studi d' ogni maniera compiuti dai dotti che accom- 
pagnavano la « Novara » nel suo viaggio di circum- 
navigazione. Del viaggio della Magenta non comparve 
alcuna relazione ufficiale, ma solo un' importante lavoro 
del suo comandante d' Armenjon ed alcuni cenni del 
naturalista Giglioli. Della Vettor Pisani si hanno al- 
cune lettere dettate dal comandante Lovera ed inse- 
rite nel giornale la Rivista Marittima ed ultimamente 
un libro pregevole col titolo dall' Italia alla nuova 
Guinea adorno di alcune buone carte geografiche delle 
regioni esplorate e meno conosciute. Lodando V ope- 
ra solerte dei bravi nostri ufficiali si può dire al go- 
verno: è troppo poco per la scienza, è troppo poco per 
una nazione marittima di prim'ordine quale dovrebbe e 
potrebbe essere l'italiana. 

La storia dei viaggiatori italiani servì di tema a 
numerosi studi, vuoi a particolari monografìe, come a 
lavori comprensivi sì italiani che stranieri. Fra le storie 
generali sono degne d' encomio i due recenti libri di 
Michel Giuseppe Canale e di Gaetano Branca \ Cio- 
nondimeno sono d' avviso che una storia completa dei 
nostri viaggiatori manchi tuttavia: il Canale nel IV 
libro della sua storia che è consacrato ai viaggiatori 



1 CanaBe - Storia del Commercio, dei viaggi, delle scoperte e 
carte nautiche degl'Italiani. Genova, Tip. Sociale, 1866 in 8.° 

Branca - Storia dei Viaggiatori Italiani. Torino, Para- 
via, 1873, 8.° 



— XIX — 

italiani , tutto tenerezza per i suoi genovesi , dimen- 
tica buona parte di quelli appartenenti ad altre Pro- 
vincie d ; Italia, di alcuni dice sì poco che era meglio 
tacere ; il Branca passa altresì sotto silenzio parecchi 
degnissimi di storia, la sua narrazione manca di euritmia, 
si distende troppo nei tempi moderni e sui viaggi me- 
dievali assai più importanti sorvola, qua e colà cade in 
inesattezze sulle epoche e sulle persone: eppoi una storia 
di viaggi senza carte nelle quali sieno diligentemente 
tracciati gli itinerari delle vie percorse dai viaggiatori 
rimane poco intelligibile e di scarso profitto al comune 
dei lettori e toglie loro gran parte del godimento che 
deriva dalla lettura dei medesimi. La storia dei viag- 
giatori italiani che ho in animo di pubblicare allo stu- 
dio diligente degli uomini e delle cose accoppierà alcune 
carte dove saranno disegnate le peregrinazioni dei mag- 
giori fra i nostri viaggiatori di terra e di mare. Intanto 
volli a detto lavoro far precedere la pubblicazione di una 
completa bibliografìa contenente l'elenco di tutte le edi- 
zioni stampate nelle lingue italiana, o straniere dei viaggi 
compiuti dagli italiani dal XIII secolo ad oggi. 

Per incarnare siffatto disegno ho dovuto consultare 
una quantità di libri esistenti nelle pubbliche biblio- 
teche italiane, come nelle private librerie di bibliofili; 
le mie indagini prolungate per molti anni mi posero 
in grado di poter esaminare gran parte delle edizioni 
di detti viaggi, specialmente delle italiane. Ma ciò non 
essendo sufficiente per l'indole del lavoro ho dovuto 



— XX — 

ricorrere e consultare le più reputate bibliografìe italiane 
e straniere , i cataloghi dei principali librai nostrani , 
francesi, inglesi e tedeschi, ed una farraggine di libri 
di varia natura come può rilevarsi dai catalogo che qui 
in nota ho collocato l . Si ommettono altre opere meno 
importanti come pure gran numero di cataloghi di libri 
italiani fra i quali citiamo quelli dello Schiepatti di Mi- 
lano, del Romagnoli di Bologna e del Bocca di Torino. 
Con questi studi ed ajuti ho cercato di compilare un 
lavoro che panni non privo di utilità per gli eruditi e che 
serve d'illustrazione alla storia dei nostri viaggiatori. 



1 Berti e Giorgi - Catalogo della libreria Capponi con annota- 
zioni in diversi luoghi e colFappendice dei libri latini, delle miscellanee e dei 
manoscritti in fine. Roma, appresso il Bernabò e Lazzerini, mdccxlvii. 8.° 

Audifredi - Cathalogus Bibliothecae Casanatensis. Eomae, 
Salvioni, 1761-88. 2 Voi. f.° 

J>e Bure - Bibliographie instructive ou traité de la connais- 
sance des livres rares et singuliers. Paris, De Bure, 1763-68. 6 Voi. 8.° 

Ideili - Supplement à la bibliographie instructive, ou catalogue 
des livres du cabinet de feu M. r Louis Jean Gaignat. Paris, De Bure, 
1769. 2 Voi. 8.° 

llaym - Biblioteca italiana e notizie di libri non italiani. Mi- 
lano, Silvestri, 1802. 4 Voi. 8.° 

Fernandez de Mavarrete - Coleccion de viages y descu- 
brimientos que hicieron por mar les Espanoles desde fines del siglo XV etc. 
Madrid, 1825-37. 5 Voi. 4.° con carte. 

Anditi - Catalogue de la bibliothèque du corate de Bouturlin. 
Florence 1831. gr. 8.° 

Hanrott - Catalogue of the splendid choice and curious library. 
London, Evans, 1833-34. 

Heller - Bibliotheca Heberiara. Catalogue of the library of 
Richard Heber. London, 1834-35. 12 parti. 

Ciampi - Bibliografìa critica delle antiche reciproche corri- 
spondenze dell' Italia colla Russia e colla Polonia etc. Firenze, Allegrini 
e Mazzoni, 1834-42. 3 Voi. 8.° 



— XXI — 

Il compilare una bibliografia è opera fastidiosa e 
difficile nessuno ne è più di me persuaso che ebbi a 
sostenere di molte noje nell' ingrato assunto; sono perciò 
ben lontano dal credere il presente lavoro completo e 
scevro d' inesattezze. Un erudito francese del passato 
secolo scriveva: « rien de plus aisé que de faire un 
» ouvrage de bibliographie et méme de rélever les er- 
» reurs, ou les autres sont tombés, rien de plus difficile 
» que de faire un ouvrage exact ou mème les moins 
» habiles ne trouvent beaucoup à reprendre \ » 

I viaggiatori furono da me ordinati cronologicamente 



Gamba - Serie di testi di lingua e di altre opere importanti 
nell 1 italiana letteratura scritte dal secolo XIV al XIX. Venezia , Gon- 
doliere, 1839. 8.° 

Cicogna - Saggio di bibliogr. veneziana. Venezia, Merlo, 1847. 

llelzi - Dizionario di opere anonime e pseudonime. Milano, Pi- 
rola, 1848-59. 3 Voi. 8.° gr. 

Petermann - Mittheilungen aus Justus Perthes Geographiscer 
Anstalt uber wichtige newe Erforschungen auf dem Gesammtgebiete der 
Geographie. Gotha, Justus Perthes, 1855-1873. 8.° gr. 

Kdhler's - Antiquarische Anzeige Hefte. Leipzig, Edelmann, 
1863, 8.° Geographie und Eeisen. 

Tivien S.* Martin - L'année Géographique. Paris, Hachette, 
1861-1873. 16.° 

Brune* - Manuel du libraire. Paris, Didot, 1860-65. Voi. 6. 8.° 

Barrisse Henry - Bibliotheca americana vetustissima. New- 
York, Geo. P. Philes, 1866. 4.° 

Idem - Additions. Paris, Tross, 1872. 4.° 

Tobler - Bibliographia Geographica Palaestinae. Leipzig , 
Hirzel, 1867. 8.° 

Ascher - Catalogue de livres rares et curieux. Berlin, Unter 
den Linden, 1873. 16.° 

Steinkopf - Antiquarische catalog. Stuttgard 1873. 16.° 

KircnliofF e Wigand - Antiquarisches Bùcherlager. 
Leipzig 1873. 12.° 

1 Lenglet Dufresnoy - Methode pour étudier Thistoire. 



— XXII — 

rispetto all' epoca del loro viaggio. Lo stesso ordine 
cronologico fu da me serbato quando avvenga di citare 
parecchie edizioni dello stesso viaggio senza far distin- 
zione in qual lingua il viaggio è stampato. 

Ho pure creduto giovevole l'aggiungere alcune note 
e schiarimenti per i libri che hanno un alto valore bi- 
bliografico, indicandone talvolta il prezzo cui sono saliti 
nelle vendite più celebri; per le edizioni incunabulo, e 
per alcune altre posteriori pregiate e rare venne no- 
tato il numero dei fogli, delle pagine e delle linee per 
ogni facciata: con questo volli conformarmi all'usanza 
dei bibliografi più reputati che intesero di porgere agli 
amatori di libri antichi e di belle edizioni un segnale 
assai importante per distinguere ed assicurarsi della in- 
tegrità dell'opera che si ha in esame e per evitare di 
confondere, sovra ingannevoli somiglianze, una edizione di 
prezzo con imitazioni, o contraffazioni senza alcun valore. 

Esposte così le sommarie ragioni del mio lavoro 
non mi rimane che d' invocare l' indulgenza del lettore 
perchè voglia mostrarsi benevolo, non fosse altro per lo 
scopo che si è prefisso lo scrittore di rendere onoranza 
alla schiera ardita e intraprendente dei nostri viaggia- 
tori e di far rivivere una gloria italiana un po' troppo 
dimenticata. 

Roma, il dicembre del 1873. 



BIBLIOGRAFIA 



ABBREVIATURE PRINCIPALI 



car carattere 

d denari 

f. foglio-fogli 

fig figure 

got gotico 

gr grande 

ine. . incisioni 

Li lire italiane 

L s. . . . . . . lire sterline 

p pagine 

pie piccolo 

prel. ...... preliminari 

se scelHni 

sgr sgròschen 

sìlb silbergrossen 

tali talleri 

v . volumi 



Hf« B. I numeri preposti al nome del viaggiatore indicano l'epoca 
del viaggio, quelli posteriori la nascita e la morte. 



1246-1247, Piano -Carpini Giovanni di Peru- 
gia — Opera dilettevole da intendere nella quale 
si contiene doi itinerari in Tartari a per alcuni frati 
dell' ordine minore e di San Domenico cioè frate Gio- 
vanni e frate Simone mandati da Papa Innocentio IV 
nella detta Provincia de Scithia per ambasciatori, non 
più volgarizzata. Stampata in Vinegia per G. Ant. de 
Nicolini da Sabio nell'anno mdxxxvii. A dì 17 Ottobrio. 
Pie. 8.° di 56 fogli con una incisione in le- 
gno nel frontispizio. Prima edizione italiana di questo 
prezioso viaggio. Assai rara. 

Nella vendita del colonnello Stanley è salita sino a 19 1. s. 
(475 1. it.), 13 1, s. e 10 se., in quella di White Knights. Nel 1842 dal 
librajo Silvestre in Parigi non raggiunse che 47 franchi (Brunet). 

La stessa vedi Ramusio v. 2.° Raccolta di naviga- 
tioni et viaggi. Venezia, Giunti, 1563-1606. 3 voi. f.° 

Relation des voyages en Tartarie de Guillaume 
Rubruquis (Euysbroech), Jean Plano Carpin, et autres 
religieux envoyés par le Pape Innocent III et Louis IX 
traduit du latin par Pierre Bergeron. Paris, L. de Heu- 
queville, pie. 8.° 

La stessa nel Recueil des voyages en Tartarie, 
en Perse et ailleurs. Leyde, Wander-aa, 1728. 2 v. 4.° 
con ine. 



La stessa nei Voyages faits principalement en Asie 
dans le 12. 13. 14. et 15. siècles, par Benjamin de 
Tudela, Jean du Pian Carpili, N. Asselin, Q-uillaumo 
de Rubruquis, Marc Paul, Haiton, Jean de Mandeville, 
et Ambroise Oontarini etc. par Pierre Bergeron. La 
Haye ; Néaulme, 1735. 2 parti in 4.° 

Relation des Mongols ou Tartares par le frère 
Jean de Pian de Carpin de l'ordre des frères mineurs, 
lègat du S.* Siège Apostolique, nonce en Tartarie pen- 
dant les années 1246-1247 et Archevéque d' Antivari. 
Première edition complète publiée d'après les manuscrits 
de Leyde , de Paris et de Londres et precedée d'une 
notice sur les anciens voyages en Tartarie en general 
et sur celui de Jean de Pian Carpin en particulier par 
M. r d'Avezac. Paris, Arthus Bertrand, 1839. 4.° 

Edizione accurata e pregevole. Fa parte della 
collezione delle memorie della Società geografica di 
Parigi. 

1246-1247. Ascelino Nicolò, lombardo — Viaggi 
in Tartaria d' alcuni frati di San Domenico. Vedi Ra- 
musio. Raccolta di navigationi et viaggi. Venezia, Giunti. 
Vedi Piano Carpini. 

1 271-1295. Polo M&YGQ, veneziano 1254-1323 — 

Hie hebt sich and das puch des edeln Ritters vn landtfa- 
rers Marcho Polo. In dem er schreibt die grossen wunder- 
lichen ding dieser welt. Sunderlichen von den grossen 
kiinigen und keysern die da herschen in den selbigen lan- 
den vnd von irem volck und seiner gewonheit daselbs. In 
fine: Diss hat gedruckt Fricz Creuszner Nurmberg, 1477. 



f° con un ritratto (però imaginarioj in silografia di 
M. Polo. 58 fogli di 34 linee. Il testo fu preso da 
un codice tedesco che serbasi nella P. Biblioteca di 
Monaco. - Edizione rarissima e assai pregevole, citata 
da Brunet, da Humboldt nel suo « Cosmos » e da La- 
bari. È la prima edizione che siasi fatta dopo l'in- 
venzione della stampa del libro del grande viaggia- 
tore veneziano. Questa traduzione tedesca è stata ri- 
stampata nell 7 opera seguente: 

Hie hebt sich an ein schòne vii kurczweilige hystori 
zelesen von herczog Leuppold und seinem sun Wilhalm 

von òsterreich Das buch des edeln ritters vn 

landtfarers Marcho Polo. In fine. Diss hat gedruckt 
Anthonius Sorg zu Augspurg nach Christi gepurt tausend 
vier hundert vnd jm lxxxi jare fi 

In nomine Domini Jhsu Christi filii Dei vivi et 
veri Amen: Incipit prologus in librum domini Marci 
Pauli de Yeneciis de consuetudinibus et condicionibus 
orientalium regionum. Infine. Explicit liber Marci Pauli 
de Yeneciis. Deo gratias, 4.° 74 fogli a 33 linee per 
pagina. 

Edizione rara e la più antica di questa versione 
latina fatta nel 1320 da fra Pipino frate domenicano 
bolognese. I bibliografi non sono d'accordo se questo libro 
sia stampato a Poma, o a Venezia, né sulV anno in 
che venne dato in luce. Alcuno pretende appartenga 
al 1482, Humboldt nel Cosmos al 1490, Brunet tra 
il 1490 e il 1500. Pare lo stesso testo latino pub- 
blicato da Grineo nel Novus Orbis etc. che poi venne 
tradotto dal Pamusio nella stia collezione di Viaggi. 

Nella vendita Hanrott un esemplare di quest'edizione salì a 
1. s. 4, se. 14 e d. 6. (1. i. 118). (Brunet). 



- 6 - 

Delle meraviliose cose del mondo da lui vedute etc. 
Venetia per Joanne Bapta de Sessa a di xiii de Junio 
regnado lo Illustrissimo Principe Augustino Barbadico 
inclyto Duce de Venetia 1496. 8.° 

Prima edizione italiana assai rara non scritta 
en langue venitienne, come pretende il Brunet, ma in 
italiano. 

Nel catalogo di Payne e Foss di Londra 1837 è messa a 1. s. 6 
e 6 se. (1. i. 157, 50). 

Marco Paulo de Veneza das condigoes e costumes 
das gentes e das terras e provincias orientaes. Ho liuro 
de Nicolao Veneto {Nicolò dei Conti) trattado da carta 
de hùn genoves (Geronimo da Santo Stefano) das ditas 
terras. Imprimido per Valentym Fernandez Alemao. Em 
a muy nobre Qida de Lyxboa era de mil e quinhentos e 
dous annos, aos quattro dias do mes de Feureyro f° got. 

Edizione assai rara in lingua portoghese, citata 
da Brunet e da Humboldt nel Cosmos. Il Fernandez 
editore era un tedesco che recavasi a Lisbona prima 
del 1495 per lavorarvi dell'arte sua. Più tardi tenne 
V ufficio di notajo per i tedeschi dimoranti in Li- 
sbona; si fece poscia editore e traduttore del viaggio 
di Marco Polo. Il manoscritto che servì alla sua ver- 
sione era stato recato da Venezia nel 1428 da don 
Pedro fratello del principe Enrico il navigatore ed 
era un presente fattogli dalla Signorìa veneta. Gli 
servì anche un altro manoscritto latino della versione 
di fra Pipino da Bologna che era stato mandato da 
Poma al re Giovanni IL Intorno al Fernandez si 
possono leggere molte notizie nelV opera di R. H. Major. 
The life of Prince Henry of Portugal sumamed the Na- 
vigator. London, A. Ascher et Co. ? 1868. 8.° 



Marco Polo da Yenesia de le maraveliose cose del 
mondo. In fine. Impressa la presente opera per el ve- 
nerabile miser pre Batista de Farfengo nella magnifica 
cita de Bressa a dì xx December mccccc. 12.° 

Rarissima - Lazari e Brunet che cita la Bio- 
graphie universelle. Paris 1811-28. 

Marco Polo da Yeniesia de le marauegliose cose 
del mondo. In fine. Impresso in Yenetia per Melchior 
Sessa, anno Dni mcccccviii a dì xxi Zugno. 8.° 

Bara - Lazari e Brunet - E citata anche dal 
Tiraboschi nella Storia della letteratura italiana. 

Marco Polo livro de las cosas maravillosas que vido 
en las partes orientales etc. Sevilla, Comberger, 1520./.° 

Versione rarissima; venne condotta sopra un antico 
testo italiano per opera di maestro Bodrigo de Santaella. 

Libro del famoso Marco Polo de las cosas mara- 
villosas que vido en las partes orientales; conuiene saber 
en las Indias, Armenia, Arabia, Persia y Tartaria y del 
poder del Gran Can y otros % reyes con otro tratado de 
Micer Pogio Fiorentino (il viaggio di Nicolò Conti) 
que trata de las mismas tierras y islas traducido por 
Rodriguez Arcediano canonigo de Sevi Ila. In fine: Fue 
impresso y corregido de nuevo en la ciudad de Logrono 
en casa de Miguel de Eguia a tercio de junio de mil 
y quinientos y xx y nueue. f.° got. 

Barissima ristampa di quella di Siviglia. 

Marci Pauli de regionibus orientalibus libri III. 
Versione latina inserita nella collezione di viaggi 
deirHuttich edita da Simone Grineo, Novus orbis re- 
gionum ac insularum veteribus incognitarum cum tabula 
cosmographica. Basilae apud Jo. Hervagium mense martio 
anno mdxxxii. f.° 



— 8 — 

Il Marsden pretende che è una traduzione dal 
testo portoghese di Fernandez. 

Inserito nelle altre edizioni del Novus Orbis di 
Basilea 1537, 1555 (che è la migliore) etc. e nella 
versione tedesca Die Neue Welt 1534. 

Opera stampata nouamente delle meravigliose cose 
del mondo: cominciando da levante a ponente fin al 
mezodì. El mondo novo et isole et lochi incogniti et 
siluestri abondanti et sterili e doue abonda loro et 
largento et pietre preciose et animali et monstri spau- 
rosi et dove manzano carne humana e i gesti et uiver 
et costumi de questi paesi, cosa certamente molto cu- 
riosa de intendere et sapere. Yenetia per Paulo Danza 
mdxxxiii. pie. 8.° di 56 f. 

Venduto Langlés 1. 45 ma poscia rivenduto come guasto 1. 15. 
Brunet. 

Marco Polo libro in cui si trattano le merauigliose 
cose del mondo da lui vedute. Yenetia per Mathio Pagan 
1555. 8.° 

Lo stesso Yenetia, Mathio Pagan, (senza data) 8.° 

Venduto Sykes 1 1. s. 15 se. (1. i. 28: 75). (Brunet). 

Description géographique des provinces et des 
villes les plus fameuses de l'Inde orientale avec le 
moeurs, loix et coustumes des habitans d'icelles, mesme- 
ment de ce qui est soubz la domination du Grand Cham 
empereur des Tartares par Marc Paul gentilhomme Ye- 
nitien et nouvellement reduict en vulgaire francois par 
F. Gì. L.Paris, Estienne Groulleau, Longis, et Yincent 
Sertenas. 1556. 4.° 

Assai rara. Versione del testo latino del No- 
vus Orbis. 

Delle cose dei Tartari et delle Indie Orientali, 



— 



inserito nella Raccolta di navigationi et viaggi di Gio. 
Battista Ramusio. Venezia, Giunti, etc. 

E su questo testo dato dal Bamusio che si fon- 
darono nei loro lavori intorno a Marco Polo, Marsden, 
Zurla, Baldelli, Bilrck e Neumann. Il testo francese 
pubblicato dalla società geografica di Parigi più per- 
fetto e completo , tolse a quello del Bamusio il pri- 
mato che aveva per lo innanzi. 

The most noble and famous travels of Marcus Pau- 
lus etc. translated into English by John Frampton. 
London, printed by Ralph Newberry, 1579. 4° got. 

Barissima. Questa è la prima versione inglese 
dell'opera di Marco Polo. Il testo seguito, a detta del 
Marsden, è quello delle due versioni spagnuole di Si- 
viglia (1520) e di Logroho (1529). 

Marci Pauli Veneti itinerarium seu de rebus orien- 
talibus libri III. Helmaestadii mdlxxxv. 4.° 

Biproduzione del testo di Grineo. 

Marco Polo Venetiano, Delle meraviglie del Mondo per 
lui vedute, del costume di varii paesi et di nuovo stampato 
et osservato l'ordine suo vero nel dire. Trevigi ad istantia 
di Aurelio Reghettini libraro, ìb^O pie. 8.° di 57 fogli. 

Il Tiraboschi dubitò dell' esistenza di questa edi- 
zione che era citata nella Histoire des Voyages del- 
l' abate Prevost. Oggi è confermata dal Brunet , dal 
catalogo Bouturlin e dal Lazari. 

Lo stesso Venezia appresso Marco Claseri ; 1597. 8.° 

Historia de las grandezas y cosas marauillosas de 
las provincias orientales, sacada de Marco Paulo Veneto, 
y traducida de latin en romance y anadida en muchas 
partes por D on Martin de Bolea y Castro. Qaragoga 
por Angel Tauano, ano mdci. pie. 8.° di 158 pagine. 



— 10 — 

Raro. 

Vendita Remusat 14 fr. Brunet. 

Delle meraviglie del Mondo per lui vedute etc. In 
Venetia appresso Paulo Ugolino mdcii. 8.° 

Marci Pauli Veneti itinerarium Helmaestadii 1602 4.° 

E una ristampa della edizione di Helmstadt 1585. 

Marcus Polus wahrhafte Beschreibung seiner wund- 
derlichen Beisen in die Tartarey, zu den grossen Can 
von Chataia verrichtet. Aus dem Italienischen. 

E inserita nella Chorografia Tartariae, di Giro- 
lamo Megiser. Altenburg 1611. 

The first Booke of Marcus Paulus Venetus, or of 
Master Marco Polo, a gentleman of Yenice Iris voyages 
inserita nei Pilgrimes of Samuel Purchas. London , 
printed by Will. Stansby for Fetherstone, 1625-26, 
5. v. f.° Vedi v. III. p. 65. 

Delle meraviglie del mondo etc. Venetia, Ghirardo 
et Iseppo Imbetti, 1626 8.° 

Lo stesso Trevigi 1267? (1627) 8.° 

Lo stesso Trevigi appresso Girolamo Bighettini 
1640 in 8.° 

Catalogo Kirhhoff Lipsia 1873 (tali. 20 1. it. 8). 

Lo stesso Trevigi per il Bighettini 1665. 8.° 
Lo stesso Trevigi appresso Girolamo Bighettini 
1672 8.° 

Marcus Paulus Venezianer Beisen en beschryving 
der Oostersche Lantschappen. Hieris noch by gevoegt de 
Beisen van Nicolaas Venetus (^Nicolò di Conti) en Je- 
ronimus van St. Steven f Girolamo di santo Stefano). 
Beneffens de Historie der Oostersche Lantschappen, door 
Haithon van Armenien te zamen gestelt. Amsterdam, 
Abraham Wolfgang, 1664 4.° con incisioni in rame. 



— 11 — 

Questa rara versione olandese di 8. H. Gla- 
zemaker che non è citata né dal Brunet, né da altri 
bibliografi, meno il Lazari, da me consultati } trovasi 
anche menzionata nel Kolher's n.° 34 antiquari sche 
anzeige Hefte. Màrz 1863. Leipzig. 

Marci Pauli Veneti de regionibus orientalibus libri 
tres, .... itemque Andreae Mulleri Greiffenhagii, de 
Chataja, cujus, praedictorum auctorura uterque mentionein 
facit, disquisitio; inque ipsum Marcum Paulum Venetum 
prefatio et locupletissimi indices. Coloniae - Brande- 
burgensi, ex officina Georgii Schulzii, Anno mdclxxi. 4.° 

Il Tiraboschi cita, ma da lui non vista, un edi- 
zione di Berlino del 1675 assai più ricca d'illustra- 
zioni e di note, dello stesso Andrea Muller, Non ne 
trovo motto presso i bibliografi. Vedi Plano Carpini. 

Vendita Clavier 20 fr. (Brunet). 

The curious and remarckable voyages and travels 
of Marco Polo , a gentleman of Yenice , who in the 
middle of the XIII th century passed trough a great part 
of Asia, ali the dominion s of the Tartars ; and re tur- 
ned home by sea, through the islands of the East In- 
dies. Taken chiefly of the accurate edition of Ramusio 
compared with an originai manuscript in His Prussian 
Majesty's library and with mostof the translations hitherto 
published ; inserita nell'opera di J. Harris, Navigan- 
tium atque itinerantium bibliotheca, or a complete colle- 
ction of voyages and travels. London 1705. 2. v. f.° flg. 

Trovasi nel 1.° volume di questa come delle due 
posteriori edizioni di Londra del 1745 e 1754. 

Les voyages tres curieux et fort remarquables . . 

comencès l'an 1252 (?) par Marc Paul Ve- 

nitien etc. inseriti nei Voyages faits principalement en 

3 



— 12 — 

Asie recuellis par Pierre Bergeron à la Haye chez Jean 
Néaulme, 1735. 4.° 

È una versione del testo latino di Miiller. 

Un compendio del viaggio di Marco Polo venne 
inserito nella Collection of voyages and travels by Th. 
Astley. London 1747. 4.° Vedi v. IV. 

Lo stesso Compendio tradotto in Francese ed in- 
serito nella Histoire generale des voyages. Amsterdam 
1760. Vedi v. IX 

M. Polo's Reise in den Orient verdeuscht von Felix 
Peregrin (pseudonimo). Zwikau 1802. 8.° 

Trovami esemplari colla data di Lipsia. 

Versione inglese sovracitata di Harris inserita 
nella Collection of travels by Pinkerton. London 1812. 4.° 
Vedi v. VII. 

La stessa versione riprodotta nella Collection of 
travels by Kerr. London 1812. 8.° 

The travels of Marco Polo a Yenetian , in the 
thirteenth century , being a description by that early 
traveller of remarkable places and things ; in the eastern 
part of the world; translated from the italian with notes 
by Will. Marsden. London, Longman ; 1818. gr. 4.° con 
carta geografica. 

Bella edizione che costò l. i. 66 ; quando venne 
pubblicata: oggi vale assai meno dopo la pubblica- 
zione dei testi parigino e bernese e dopo i profondi 
studi e commenti di Pauthier e di Yule intorno al 
Milione; la carta geografica non ha alcun valore. La 
versione fu condotta sul testo ramusiano. 

Les voyages de Marc Paul nel Recueil de voyages 
et de memoires publiès par la société de Géographie. 
Paris, Imprimerle d'Everat, 1824. 4.° 



— 13 — 

E tratto dal celebre codice parigino della Bi- 
blioteca Nazionale n.° 7367 il più completo di tutti 
i manoscritti conosciuti del viaggio di M. Polo. La 
sua superiorità è sopratutto dovuta ai 28 capitoli 
per lo innanzi inediti riflettenti la storia del Turkestan. 
Ali 7 originale francese fa seguito Peregrinatio Marci 
Pauli, versione latina esistente nella stessa biblioteca. 

Storia delle relazioni vicendevoli dell' Europa e 
dell'Asia dalla decadenza di Roma fino alla distruzione 
del Califfato. Il Milione di Marco Poìo ; testo di lingua 
del secolo XIV pubblicato e illustrato dal conte Giov. 
Battista Baldelli. Firenze, Pagani, 1827-1828. 4 Voi. 
4.° con atlanti. 

Di questa magnifica e curata edizione furono 
tirati 700 esemplari a Lire 70 Vuno; alcuni in carta 
grande velina a lire 112 e 2 in pergamena. Baldelli 
ha seguito il testo ramusiano. 

I viaggi in Asia, in Africa, e nel mare delle In- 
die descritti nel secolo XIII con annotazioni di Bar- 
tolomeo Gamba. Venezia, Alvisopoli, 1829-2 Voi. 16.° 

Di questa edizione ne vennero solamente tirati 
100 esemplari con la carta geografica che servì al- 
l' opera del Cardinale Zurla (Di Marco Polo e dei viag- 
giatori veneziani. Venezia 1818. 4.°) Pochi altri esemplari 
furono tirati in carta di colore; uno solo in 8.° im- 
presso in carta turchina di Francia. Il Gamba che 
sopraintese a questa edizione asserisce a" aver corretti 
soltanto alcuni pochi errori di stampa sfuggiti nel- 
V edizione fiorentina del conte Baldelli e di averne 
migliorata la punteggiatura. 

II Milione di Marco Polo. Venezia co' tipi del 
Gondoliere, 1841. 16.° 



— 14 — 

Il Milione di Marco Polo. Parma, Pietro Fiacca- 
dori, 1843. 16.° 

Lo stesso vedi Conti Nicolò. 

Travels of Marco Polo. Edimbùrg, Oliver and 
Boyd, 1844. 12,° 

E una versione del testo francese pubblicata dalla 
società geografica di Parigi. 

Die Eeisen des Venezianers Marco Polo im dreizen- 
then Jahrhundert. Zura ersten Male vollstànding nacli den 
besten Ausgaben Deutsch mit einem Konimentar von 
August Bùrck. Nebst Zusàtzen und Yerbesserungen von 
Karl Friedrich Neuinann. Leipsieh, Teubner 1845. 8.° 

Vi sono pregevoli annotazioni dell 1 orientalista 
Neumann. Traduzione del testo ramusiano. 

Viaggi di Marco Polo veneziano , tradotti per la 
prima volta dall'originale francese di Busticiano di Pisa 
e corredati d'illustrazioni e di documenti da Vincenzo 
Lazzari. Venezia coi tipi di Pietro Naratovich 1847. 8.° 
di p. 484 con carta geografica ed una bibliografia 
delle edizioni del Milione. 

Ci fu di grande soccorso la diligente bibliografia 
posta in fine del volume. 

Travels of Marco Polo with notes by Gr. Wright 
London, 1854. 

I viaggi di Marco Polo secondo la lezione del co- 
dice Magliabecchiano più antico reintegrati col testo 
francese a stampa per cura di Adolfo Bartoli. Firenze, 
Le Monnier, 1863. 16.° 

Le livre de Marc Polo citoyen de Veni se conseiller 
prive et commissaire imperiai de Khubilai-Khaan, re- 
dige en francais sous sa dictée en 1298 par Busti cien 
de Pise , publié pour la première fois d'après trois 



— 15 — 

manuscrits inédits de la bibliothèque imperiale de Paris, 
présentant la rédaction primitive du livre , révue pai- 
Marco Polo lui méme et donne par lui en 1307 à 
Thiebault de Cépoy accompagnée de variantes, de l'espli- 
cation des mots hors d'usage et de commentaires géo- 
graphiques et historiques tirés des écrivains orientaux 
principalement chinois avec une carte generale de l'Asie 
par M. Gr. Pauthier. Paris, Firmin Didot, 1865, 2 v. gr. 8.° 
p. clvi-836, ed una carta geografica. 

Pregevole edizione corretta ed illustrata con un 
ricco commento dal dotto Pauthier tanto versato negli 
studi orientali specialmente nel chinese. 

Henry Yule - The book of ser Marco Polo, the 
Venetian, concernine the Kingdoms and marvels of the 

East ; newly translated and edited, by Colonel ; 

with maps and others illustrations. London , Murray , 
1871. 2 v. <9.° 

Dopo tanti studi intorno a Marco Polo ed al 
suo libro, il lavoro del colonnello Yule è il più com- 
piuto e perfetto che vedesse la luce: esso toglie ai fu- 
turi studiosi di Marco Polo ogni speranza di far 
meglio. Si potrà forse schiarire qualche particolare 
del Milione , sciogliere alcuno dei problemi secondari 
che tuttora sussistono, ma dettare un opera magistrale 
che, come questa, svisceri e dilucidi in ogni sua parte 
e sotto i diversi suoi aspetti, V opera di Marco Polo, 
ci pare al tutto impossibile. Ed invero nessuno me- 
glio dello scrittore inglese poteva sperare di raggiun- 
gere il difficile compito; la lunga sua dimora nelle 
regioni orientali dell' Asia, la cognizione delle lingue 
indiana e persiana , della storia e letteratura delle 
nazioni asiatiche, lo studio profondo di tutte le fonti 



— 16 — 

e dei scrittori che si erano adoperati intorno al Mi- 
lione, erano elementi che dovevano assicurare ali 'autore 
uno splendido successo. 

La versione inglese venne condotta sul testo dato 
in luce dal Pauthier (vedi sopra), riscontrandolo però 
con quello pubblicato dalla società geografica di Pa- 
rigi e con le aggiunte più degne di fede e più im- 
portanti, che trovansi nel testo ramusiano. In tal guisa 
la nuova versione inglese riunisce i pregi dei tre più 
stimati testi del Milione. Erudite annotazioni spie- 
gano e risolvoìio una quantità di questioni che insor- 
sero sulV interpretazione del libro di Marco Polo; una 
serie ricchissima di tavole, mappe, fotografie, cromo- 
litografie ed incisioni mettono sotf occhio del lettore, i 
luoghi, i monumenti e le costumanze delle regioni vi- 
sitate e descritte dal grande veneziano. Preziosi sopra 
tutto sono pel geografo gV itinerari delle vie seguite 
dal Polo nelle sue peregrinazioni per V Asia. 

Nel 1872, la Società geografica italiana confe- 
riva al colonnello Yule una medaglia d" orò per V alto 
valóre del suo libro sovra Marco Polo. 

1289-1333. Giovanni da Montecorvino 1247- 

1333. — Lettera scritta da Kambalù (Peking) nel 
1305 inserita negli Annales Minorimi del Wading. 
Ronrae 1628-1651. 8 v. f° Vedi v. III. ad an- 
num 1305 N. 9 et seq. 

La stessa vedi nel Eaynaldi, Annales ecclesiastici. 
Lucae, Venturini, 1747-56, Vedi v. 4.° p. 401. 

1294. Ricoldo da Monte Croce (Toscana) 1250- 
1320. — Viaggio in Terrasanta tradotto in inglese ed 



- 17 - 

inserito nella collezione di viaggi dell' Hahluyt (vedi 
appresso Oderico da Pordenone). 

Itinerario ai paesi orientali di fra Kicoldo da 
Monte Croce domenicano scritto del secolo XIII dato 
ora in luce da fra Vincenzio Fineschi sacerdote dello 
stesso ordine. Firenze, Francesco Moucke, 1793. 8.° 

CTiraboschi, Gamba, Bouturlin e ToblerJ. 

Viaggio in Terra Santa Volgarizzamento 

del secolo XIV secondo un manoscritto della biblioteca 
imperiale di Parigi. Siena, Tip. di A. Mucci, 1864. 
p. xiv-27. 8.° 

È lo stesso viaggio precedente pubblicato in oc- 
casione di nozze a cura di F. L. Polidori, Grotta- 
nelli e Bianchi sopra un manoscritto assai più cor- 
retto della biblioteca imperiale di Parigi. Edizione di 
150 esemplari numerati. 

Peregrinationes medii aevi quatuor: Burchardus de 
Monte Sion ; Ricoldus de Monte Crucis , Odoricus de 
Foro Julii , Wilbrandus de Oldemborg , quorum duos 
nunc primum edidit , duos ad fidem librorum manu- 
scriptorum recensuit, I. C. M. Laurent. Leipzig, Heinrichs, 
1864 4.° p. 267. 

1314-1330. Odorico da Pordenone (Friuli) 1286- 
1331. — Odoricus de rebus incognitis , tradotto per 
opera di Politico Virunnio. Pesaro (per Girolamo Son- 
cino) 1513 4.° 

Rarissimo. 

Tiraboschi, corretto dal Brunet, errava nel cre- 
dere stampata in Jesi questa opera. 

Lo stesso, nel Ramusio, Eaccolta di navigationi 
et viaggi etc. 



- 18 - 

Lo stesso , in latino colla traduzione inglese a 
fronte nell'opera di 

Hakluyt Richard. The principal navigations, vo- 
yages and discoveries of the English nation made by 
sea and over land , to the most remote and farthest 
distant quarters of the Eart, at any time within the 
compass of these 1500. years. London, by George 
Bishop, 1589/.° 

Lo stesso. London by G. Bishop, 1598-99. 3 v. 
pie. f.° 

In quesf ultima edizione il viaggio del beato 
Oderico trovasi nella parte l. a del v. IL pag. 39. 

Lo stesso nel Bollando. Acta Sanctorum. Antuer- 
piae, 1643-1794./.° Tomo 1.° p. 986-992 ad diem 
14 januari. 

Il viaggio del beato Oderico vi è assai incom- 
pleto e pieno di scorrezioni. 

Vita e viaggi del beato Oderico da Udine per 
Basile Asquini. Udine 1737. 8.° 

Elogio storico alle gesta del beato Oderico dell' or- 
dine dei Minori conventuali con la storia da lui dettata dei 
suoi viaggi asiatici illustrata dal P. Giuseppe Venni. 
Venezia, Antonio Zatta, 1761 4.° con due incisioni. 

E questa la migliore edizione dei viaggi del 
beato Oderico ? che venne condotta sovra un mano- 
scritto del 1401. 

1326. Andrea da Perugia — Lettera scritta dalla 
China. Vedi Wading, Annales minorum nel v. VII 
pag. 63. 

La stessa è inserita anche nel v. 4.° dell' opera 
citata del Raynaldi, Annales ecclesiastici. 



- 19 - 

1335. Pegolotti Francesco Balducci, fiorentino — 

Guida per la strada dalla Tana al Catai con mercanzia 

e ritorno. E inserita nell'opera del Pagnini, Della 

decima e d'altre gravezze. Lisbona (Lucca) 1766. 4.° 

Rarissimo ed assai ricercato. 

1335. Anonimo — Viaggi in Terra Santa descritti 
da anonimo trecentista. Napoli, Fibreno, 1862. 8.° 16 p. 
E tratto da un codice della biblioteca de' cano- 
nici regolari di S. Salvatore in Bologna. 

1339-1353. Giovanni da Marignola, fiorentino — 
Peregrinatio in Orientem inserita nel Monumenta historica 
Boemiae nusquam ante haec edita. Pragae 1768. 

Joannes von Marignola minderen Bruders und 
Papstliche Legat Reise in das Morgenland , aus din 
latein ubersetzt geordnet und erlàutert von I. G. Meinert. 
Prag, G. Haase, 1820. 8.° 

1341. NicolOSO da Recco (Liguria) — De Canaria 
et de insulis ultra Hispaniam in Oceano noviter repertis 
inserito nell' Antologia. Firenze, Pezzati, mdcccxxvi. 8.° 
(Ottobre, Novembre e Decembre 1826). 

Relazione della scoperta delle Canarie e di altre 
isole nuovamente ritrovate nel 1341. Per cura di Se- 
bastiano Ciampi. Firenze 1827. 

1384-1385. Freseobaldi Leonardo, fiorentino — 
Viaggio in Egitto e Terra Santa con un discorso del- 
l'editore (Guglielmo Manzi) sopra il commercio degli 
Italiani nel secolo XIV. Roma, C. Mordacchini, 1818 8.° 
Prima edizione. Il Fiacchi e l'Antologia ita- 
liana accusano il Manzi di aver commesso gravi 



- 20 - 

abbagli ed errori nella pubblicazione di questo viaggio 
pel quale non consultò che un codice della Barberina. 
Nella libreria Ricasoli esistono parecchi codici di que- 
sto viaggio fra i testi di lingua della Crusca. Questa 
edizione è citata dal Gamba. 

Lo stesso. Parma, Pietro Fiaccadori, 1845 12.° 
Lo stesso. Firenze, Gr. Barbèra, 1862 16.° 

1384-1385. SigOli Simone, fiorentino — Viaggio 
al Monte Sinai. Firenze, all'insegna di Dante, 1829 
8.° con ritratto. 

Fu la prima ed è la migliore edizione dell' opera 
del Sigoli collocata dalV accademia della Crusca fra 
i testi di lingua. U edizione venne condotta sovra un 
codice della Magliabecchiana , arricchita di una le- 
zione per Luigi Fiacchi ed altra per Francesco Poggi 
con note ed illustrazioni di quest 1 ultimo. 

Lo stesso per cura di Basilio Puoti. Napoli, Ti- 
pografia nella Pietà dei Turchini, 1831 8.° 

Lo stesso. Milano, Silvestri, 1841 16.° 

La migliore dopo V originale, che riproduce. 

Lo stesso. Parma, Pietro Fiaccadori, 1843 16.° 

1397-1405. Zeno Nicola ed Antonio, veneziani — 

Dei commentari del viaggio in Persia di messer Cate- 
rino Zeno e delle guerre fatte nell'imperio persiano dal 
tempo di Ussun Cassano in qua, libri due; et dello sco- 
primento dell'isole Frislanda, Eslanda, Engrovelanda ec. 
fatto sotto il polo artico dai due fratelli Zeni, libro uno 
con un disegno particolare di tutte le dette parti di 
tramontana da loro scoperte. Con gratia et privilegio etc. 
Venezia, Fr. Marcolini, mdlviii. 8.° pie. con la Carta 



— 21 — 

da navegar de Nicolò et Antonio Zeni furono in tra- 
montana l'anno mccclxxx. 

Raro, A molti esemplari manca la carta da 
navegar. 

Vendita Pinelli con la carta 1. s. 1, se. 11, L'i. 38, 95. Brunet. 

Questa carta fu riprodotta dal Buache nella sua 
Memoire sur la Frislande inserita nella Histoire de 
l'Academie des sciences, Paris 1784; da Von Eggers 
nella Dissertazione sulla vera posizione dell' antica 
Ostgronland. Kiel , 1794; nell'opera dello Zurla di 
Marco Polo e dei Viaggiatori Veneziani. Venezia, coi tipi 
Picottiani, 1818 4.° e nel tomo X degli Annales des 
voyages di C. Maltebrun. Paris 1808-1826. 

Dello scoprimento dell'Isola Frislanda. Vedi Ra- 
musio, Eaccolta di navigationi et viaggi, v. 2.° 

Anonimo — Viaggi in Terrasanta descritti da ano- 
nimo trecentista e non mai fin qui stampati. Napoli , 
Stamperia del Fibreno, 1862. 8.° pag. 16. 

Di nessuna entità: è una semplice indicazione 
dei luoghi che hanno a visitare i pellegrini. 

1413. Luchino del Campo — Viaggio a Gerusa- 
lemme di Nicolò da Este Marchese di Ferrara ecc. in- 
serito nel 1.° volume della Collezione delle opere ine- 
dite e rare dei primi tre secoli della lingua. Torino, 
Unione tipografica-editrice, 1861. pie. 8.° p. 99-160. 
Di poca importanza per le scarse e superficiali 
notizie che porge intorno alla Palestina. 

1419-1444. Conti Nicolò, veneziano — La rela- 
zione dei suoi viaggi venne scritta in latino da Poggio 



/ 



- 22 - 

Bracciolini segretario di Eugenio IV e di altri papi, 
e trovasi nella sua opera: Historiae de varietate for- 
tunae lib. 4. Parisiis, Oliva, 1723 4.° 

Versione portoghese del Fernandez stampata nel 
1502. Vedi «Marco Polo». 

Viaggio alle Indie. Ramusio. Raccolta di naviga- 
tioni et viaggi. Voi. L° 

Versione olandese del 1664. Vedi « Marco Polo ». 

Lo stesso nelle Relazioni di viaggiatori. Venezia, 
Tip. del Gondoliere, 1841. 2 v. 16.° 

Inserito nella memoria di Federico Kunstmann. 
Le cognizioni che si avevano sull' India nel XV secolo. 
Monaco, Kaiser, 1863. (in tedesco) p. 66. 

1414-1422. Buondelmonti Cristoforo, fiorentino — 
Librarci insularum Archipelagi. E codicibus parisinis re- 
giis nunc primum totum edidit, praefatione et annota- 
tione instruxit Gabr-Rud. Ludovicus de Sinner Helveto- 
Bernas. Lipsiae et Berolini apud G. Reimer, 1824 8.° 

8 Fr. Brunet. Cat. Steinkopf 1873. 28 sgròschen o 1. i. 4. 76. 

1426-38. Pizzicolli Ciriaco, anconitano — Kiriaci 

Anconitani Itinerarium nunc primum in lucem erutum: edi- 

tionem recensuit .... nonullisque ejusdem Kiriaci episto- 

lis locupletavit, Laurentius Mehus.Florentiae 1742 pie. 8.° 

Raro. 

1431-1432. Quirini Pietro, veneziano — Viaggio 
in Norvegia. Vedi Ramusio. Raccolta di navigationi et 
viaggi, v. 2.° 

Lo stesso tradotto in latino nel Septentrio Novan- 
tiquus. Lipsia 1615 8.° 



- 23 - 

Lo stesso tradotto in tedesco dal Forster nel- 
V opera Storia dei viaggi e delle scoperte fatte nel Nord. 
Francoforte suli'Oder, 1784 gr. 8.° 

Lo stesso nella traduzione francese delV opera 
precedente fatta da Broussonet. Paris 1788 8° v. T 
p. 331. 

1431. Mariano da Siena — Viaggio in Terrasanta 
pubblicato per cura del canonico Moreni. Firenze, Ma- 
glieria 1822 8.° 

Il catàlogo Bouturlin cita un' esemplare in carta 
grande. 

Lo stesso. Parma, P. Fiaccadori, 1845, 12.° in- 
sieme a quello del Sigoli. 

Lo stesso. Firenze, Barbèra, 1862, edizione diamante. 

1454-1455. Cadamosto Luigi, veneziano. 1422- 
1477. — Navigazione alle terre d'Africa, nell'opera 
Mondo Novo. Vicenza 1507 pie. 4° e nelle edizioni sus- 
seguenti. Vedi Vespucci. 

La stessa tradotta in latino dal Madrignano 
neir Itinerarium Portugallensium. Milano 1508. Vedi 
Yespucci e nelle altre edizioni di questo libro. 
La stessa in tedesco con questo titolo: 
New Vnbekanthe landte und ein new weldte in 
kurtz verganger zeythe erfunden (auss wellischer sprach 
in die dewtschen gebracht und gemacht durch Jobsten 
Ruchamer). Nuremberg, G. Schiits, 20. 7br 1508./.° 

Le segnature da A-L., in fine quattro fogli per V indice dei ca- 
pitoli. (Brunet). 

La stessa nelV opera di Simone Grineo Novus or- 
bis regionum ac insularum veteribus incognitarum cum 



- 24 - 

tabula cosmographica Basileae 1532 f.° e nelle altre 
edizioni di detta opera. 

Basileae apud J. Hervagium, 1537. f°. 

Argentinae 1534. f.° 

La stessa tradotta in francese nelV opera Des- 
cription de PAfrique par J. Leon. Lyon 1556 v. T 
p. 395. 

La stessa in italiano. Vedi Ramusio. Raccolta di 
navigationi et viaggi nel v. l.° 

E inserita nelV opera Histoire generale des vo- 
yages par PAbbé Prevost. Paris 1746-1749. 20 v. 4° 
Vedi v. VI pagina 330, e nelV altra edizione stam- 
pata a La Haye 1747-80. 25 v. 4.° 

Viaggio di Gliovan Leone e la Navigazione di Al- 
vise da Cà da Mosto, di Pietro di Cintra, di Annone, 
di un Piloto portoghese e di Vasco de Grama. Venezia, 
Tip. del Gondoliero, 1837. 4.° 

Nel catalogo Romagnoli di Bologna ( Maggio 1871 ) L. 3. f>0. 
Nel catalogo Schiepatti di Milano (Gennajo 1874). L. 5. 

1455. Usodimare Antonio, genovese — Lettera 
scritta il 12 Decembre 1455 dalle coste d'Africa, pub- 
blicata per la prima volta negli Annali di statistica del 
G-raberg da Hemso. Genova 1802, v. II, fascicolo IV, 
p. 285. 

Venne estratta dal pubblico archivio y ora trovasi 
nella biblioteca dell 7 Università di Genova. 

La stessa inserita dallo Zurla nella sua opera 
Di Marco Polo e degli altri viaggiatori veneziani. Ve- 
nezia 1818 4.° v. 2, p. 254-256. 

La stessa nella Storia letteraria della Liguria del 
padre Gr. B. Spotorno. Genova, Ponthenier, 1824. 8.° 
Vedi v. 2.° p. 301. 



— 25 — 

La stessa nelV Annuario geografico statistico di 
Annibale Ranuzzi. Bologna 1844. 8.° 

La stessa inserita nell'opera di Richard Henry 
Major. The life of Prince Henry surnamed the navi- 
gato. London, Asher and Co./ 1868, 8° p. 104-105. 

1458. Gapodilista Gabriele, padovano — Itinerario 
di Terra Sancta et del Monte Sinai 4.° 82 ff. senza 
cifre, richiami e segnature. 

Libro rarissimo senza data né luogo di stampa. 

Nella vendita Pinelli fu venduto 10 scellini e 6 denari; oggi a 
detta dello stesso Brunet varrebbe trenta volte quel prezzo cioè oltre 
385 lire italiane. 

E la relazione di un viaggio compiuto ai luo- 
ghi santi da Gabriele Capodilista nobile padovano in 
compagnia del canonico Antonio Capodilista suo pa- 
rente e a" altri signori padovani. Dal libro si ricava 
che Gabriele fu Pretore di Perugia, dove il viaggio, 
opina il Brunet, venne stampato intorno il 1472. 
TJ opera fu riveduta da Paolo Boncambio. 

1436-1452 1° Viaggio. 1473-1479 2° Viaggio. 
Barbaro Giosafat, veneziano — Viaggi fatti da Ve- 
nezia alla Tana in Persia, India e Costantinopoli con 
la descritione delle Città luoghi siti e costumi e della 
Porta e del Gran Turco ecc. Yenetia nelle case dei fi- 
gliuoli d'Aldo 1543 pie. 8° p. 180. Vedi Boncinotto. 

Gli stessi, nel Ramusio, Raccolta di Navigationi 
et Viaggi, v. 2.° 

Gli stessi tradotti in latino da Gender di He- 
rolzberg ed inseriti nelV opera di Pietro Bizzarro Re- 
rum Persicarum historia ; initia gentis , mores , insti- 
tuta, resque gestas ad hoc usque tempora complectens. 



i b 



Francofurti typis Wechelianis apud Claudium Marnium 
etheredes Joannis Aubrii 1601, 4.° p. 433-483. 

1472-1516. Angiolello Giov. Maria — Vita e 
fatti di Usunhasan Re di Persia. Vedi Ramusio, Rac- 
colta di navigationi et viaggi v. 2.° 

1474-1477. Contarmi Ambrogio, veneziano — 
Questo è el viazo de misier Ambrosio Contarin Am- 
bassador de la Ilustrissima Signoria de Venesia al 
Signor Vxuncassam Re de Persia. Impressum Vene- 
tia per Hanibalem Fosicem (Fosio) parmensem, anno 
mcccclxxxvii (1487) die xvi Januari 4° 23 ff. 38 linee 
per pagina. 

Assai rara edizione. Nella vendita Heber fu pagata lire sterline 4 
e 18 scellini, pari a lire italiane 104. 50. Brunet. 

Itinerario del magnifico et clarissimo Ambrogio Con- 
tarmi mandato nell' anno 1472 ad Usunhasan Re di 
Persia. Stampato nell' inclita Città di Vinegia per Fran- 
cesco Bindoni etMapheo Pisani compagni nell'anno mdxxiii 
a di primo del mese di Octobre. 4° - 23 ff. - Segna- 
tura A. F. 

Nella vendita Hibbert fu venduta 4 1. s. 5 se. uguale a lire 
italiane 106. Brunet. 

Viaggio nella Persia. Venezia, Aldo Manuzio, 1543, 
pie. 8.° Vedi Barbaro e Roncinotto. 

Lo stesso, è inserito nel Ramusio. Raccolta di 
navigationi et viaggi. 

Lo stesso y nell" opera di Pietro Bizzarro , tra- 
dotta in latino da Gender di Herolzberg a p. 487. 
Vedi Barbaro. 



Lo stesso neir opera: Voyages eri Asie recueillis 
par Pierre Bergeron. La Haye, Néaulme, 1735 pie. 4.° 

È una raccolta di otto viaggi. Vedi Giovanni 
Piano dei Càrpini. 

/ 

1480. Brascha Sancto, milanese — Itinerario di 

Sancto Brascha eli giorno in giorno al Sanctissima Cita 
de Jerusalem nell'anno 1480. In fine Leonardus Pachel f 
et Uldericus Scinzenzeler Theutonici, hortatu Ambrosii 
Archinti hoc opusculum in lucem attulerunt anno a natali 
Christiano 1481. Quinto Kalendas Martias 4.° got. 

Sancto Brasca era cancelliere ducale. Il libro è 
ben scritto, a detta del Tobler, e di più utile. 

Questa edizione rarissima fa venduta nella vendita Hibbert a 
16 1. s. 10 se, o 1. i. 412, 50. Brunet. 

Yiaggio del Sepulchro. Nel resto dell' ultimo fo- 
glio. Irapressuin Mediolani per magistrum Leonardum 
Pachel anno mcccclxxxvii die xxvn mensis ianuari. 4.° 
62 f. non numerati. 

Anche raro. Nella seconda vendita Keina salì a 13 franchi in 
altre anche più. Brunet. 

Viaggio al S. Sepulchro. Mediolani, L. Pachel, 
1497. 4.° Tobler. 

Yiaggio del Sepulcro con le sue antichità et ora- 
tione de loco in loco. Mediolani, Eie. de Gorgon- 
zola, 1519. 4.° 

5 se. 6 den., o 1. i. 6, 85 nella vendita Heber. Brunet. Non ci- 
tato dal Tobler. 

1485. Suriano Francesco, di Venezia — In nome 
della beatissima trinità. Incomenza el trattato de terra 
santa con le soe dechiaratione : compilato per frate 
Francesco de Suriano da Uenetia. Ineli anni del 

4 



- 28 - 

Signore 1485. In fine; Stampato nouamente in Uenetia 
per Francesco Bindoni. Nel anno d. s. 1524. 12.° 

Citato da Tobler e Brunet. Suriano fu guardiano 
del Monte Sion dal 1493 al 1495 ed è lo storico 'più 
antico della missione francescana in Ter r asanta. 

1486. Castelione Girolamo, milanese — Fiore di 

Terra Santa alla fine: Impressit Messanae 

Georgius Richer Landau Allamanus. pie. 4.° 

Di carte 44 e di linee 33 per pagina, caratteri 
semigotici, senza numeri, richiami, ne segnature; ha 
però il registro dopo la so,<crizione. U aidore dichiara 
aver compiuto il suo lavoro nel 1491 quindi V im- 
pressione deve essere stata in quel torno. Di somma 
rarità a detta del Martini (Catalogo di libri rari e 
preziosi della Biblioteca deli' università cagliaritana. 
Cagliari, Timon, 1863), unico bibliografo che ne fac- 
cia menzione, non escluso il Brunet e, ciò che fa più 
meraviglia, V esattissimo Tobler. Il Martini non av- 
vertì però che V esemplare della Biblioteca cagliaritana 
è difettoso, come ho potuto rilevare io stesso nelV esa- 
minarlo. Esso consta di 163 capitoli numerati; dopo 
il capitolo 138 appare una lacuna, trovandosi man- 
cante tutto il capitolo 139, e parte del 140. Oltre ciò 
le ultime pagine del volume sono assai maltrattate e 
monche. 

Nel catalogo del librajo Piatti di Firenze è messo al prezzo di 
40 paoli, o 1. i. 21, 60. 

T viaggio, 1492. 2 Q 'viaggio, 1493. 3" viaggio, 1498. 
4° viaggio, 1502. Colombo Cristoforo, genovese 1447- 
1506. — Epistola Christophori Colom: cui etas nostra 
multimi debet : de insulis supra Gangem nuper inventis 



— 29 - 

.... Aliander de Cosco ab Hispano ideomate in la- 
tin um convertit. tercio kal. Mali 1493. Pontificatus 
Alexandri Sexti, Anno primo, pie. 8.° got. di 4 f. 
a 26 e 27 linee per pagina, figura in legno. 

La stessa con identico titolo senza data di anno, 
di luogo, né nome di tipografo in car. got. 4 f. e 
33 linee per pagina. Brunet la suppone stampata in 
Roma nel 1493 con i tipi di Stefano Plank. 

Epistola Christophori Coloni, cui aetas nostra multu 
debet: de Insulis Indie supra Gangem nuper inventis. Ad 
quas perquirendas octauo ante a mense auspieijs et aere 
invictissimi Fernandi Hispaniarum Eegis missus fuerat: 
ad magnificimi dnm Eaphaelem Sanxis ejusdem Sere- 
nissimi Eegis Thesaurariu missa: quam nobilis ac lit- 
teratus vir Aliander de Cosco ab hispano ideomate in 
latinum convertit: tertio Kal's Maij mccccxcììj. Pontifi- 
catus Alexandri Sexti Anno Primo, pie. 4° gotico senza 
anno, né luogo di stampa, 4 f. di 34 linee per p. 

Delle tre copie conosciute una esiste nella Private 
Library eli New-York, altra nel Museo Britannico, la 
terza nella E. le Biblioteca di Monaco. 

Harrisse, Bibliotheca Americana vetustissima. 

La stessa con questo titolo: 

Epistola Christofori Coloni etc. Impressit Eome 
Eucharius Argenteus, Anno D. 1493. 4° car. got. 31 f. 
40 linee per pagina. 

Eucharius Argenteus è lo stampatore tedesco 
Silber che latinizzò il suo cognome. 

Vendita Concie a Londra nel 1824, l. s. 34, se. 13, o 1. i. 866, 2ó. 
Brunet. 

Questa è la hystoria della inuentioe delle diese 
isole di Cannaria indiane extracte d'una epistola di 



— 80 - 

Christofano colombo et per messer Giuliano Dati tra- 
ci vieta de latino in uersi uulgari a lande e gloria della 
celestiale Corte et a consolatone della Christiana religioe 
et a preghiera del magnifico cavalier messer Giouan 
Filippo de lignamine domestico familiare dello Sere- 
nissimo Ee di Spagna Christianissimo. A dì xxv docto- 
bre mcccclxxxxììì. In fine: Joannes dictus florentinus. 
4° senza luogo di stampa 4 f. non numerati a due 
colonne, caratteri gotici, un incisione in legno. 

Edito in Firenze. Il solo esemplare che si co- 
nosce è nel Museo Britannico. 

Altra simile in caratteri romani senza incisione 
in legno e con alcune variazioni nel testo. Unico esem- 
plare serbasi nel Museo Britannico. 

Bibliotheca Americana vetustissima., 

La lettera delle isole tremate nuovamente per el 
Ee di Spagna. In fine, Finita la storia della iuetione 
delle nuove isole di canaria idiane traete d'una pistola 
di xpofano colobo et p. messer Giuliano Dati traducta 
de latino i uersi uulgari allaude della celestiale corte 
et a consolatione della Christiana religione et a pre- 
ghiera del magnifico caualiere messer Gioua filippo del 
ignamine domestico famigliare dello illustrissimo re di 
spagna xpianissimo a dì. xxvi d'octobre 1495. Florentie 
4° di 4 fi non numerati a due colonne: caratteri romani. 

Questa, come le due precedenti, sono una para- 
frasi in 68 ottave italiane della prima lettera di Cri- 
stoforo Colombo recata in latino dal sovracitato Alean- 
dro di Cosco. Essa è rarissima e preziosa, ed un 
esemplare ne vidde il Brunet, che era di proprietà del 
matematico Libri noto per il suo amore per le edizioni 
rare. Ne esiste un esemplare nella Trivulziana di Milano. 



- 31 - 

Copia de la lettera per Colombo mandata a li se- 
renissimi Re et Regina di Spagna de le Insule et luoghi 
per lui trovati. In fine, stampati in Yenetia per Si- 
mone de Louere a dì 7 di Marzo 1505 cuin privilegio. 
4P car. semigot. 8. f. 

E scritta dalla Giamaica il 7 Luglio 1503 ; 
e venne tradotta in italiano da Costanzio Bayuera 
Bressano. IS abate Morelli la corresse e pubblicò con 
questo titolo: 

Lettera rarissima di Cristoforo Colombo riprodotta 
ed illustrata. Bassano nella stamperia remondiniana , 
1810. 8° xyi-66 p. 

Cesare Canttt V ha inserita nella sua Storia 
universale. 

De Insulis inventis. Epistola. Granatae, 1493. 8° 
got. IO f. 27 linee per pagina. 

Epistola de Insulis de novo repertis. Impressa Pa- 
risiis in campo gaillardi per Guid. Mercatorem (Guyot 
Marchand) 4° got. 4 f. di 39 linee per pagina. Brunet. 

Epistola de Insulis noviter repertis. Impressa Pa- 
risiis in campo Gaillardi. 4.° 4 f. 39 linee per pagina; 
è senz'anno né luogo d'impressione. Una incisione in 
legno rappresenta V angelo che appare ai pastori : que- 
sta ed altre piccole differenze distinguono la presente 
dalla so vr anotata edizione. 

Bìbliotheca Americana vetustissima. 

Eyn schon hùbsch lesen von etlichen inszlen die 
do in kurtzen zyten funden synd durch de Kunig von 
hispania und sagt von grossen wunderlichen dingen die 
in denselben inszeln synd. Getrucht zu Strasburg .... 
uff Sant Jeronimus tag. mccccxcvìj. 4.° 8 f. non numerati. 

Harrisse ; Bibl. Am. vet. 



— 32 - 

Eine schòne neue Zeitung so Kaiserlich Majestat 
ausz India jetz ncwlicli zukommen scind gar hupscli von 
den neuen Inseln und von ihren sitten gar kurtz weilig 
zu lesen. 4.° 8 f. 

Senza data né luogo d 1 impressione, ne nome di 
tipografo. 

Navigatio qua multas regiones hactenus orbi inco- 
gnitas invenit .... Madrignano interprete, nell'opera, 
Novus Orbis Simeonis Grinei. Basilae, 1537 p. 90. 

La prima lettera di Colombo (1493) si trova 
altresì nelle seguenti opere: 

Bellum christianorum principimi , precipuo Gallo- 
rum contra Saracenos anno s. 1088 prò Terra Sancta 
gestum, auctore Roberto Monacho. Basilae, 1533./.° 

Andreae Schotti, Hispania illustrata. Francofurti, 
1603. nel v. 2 p. 1282. 

Bossi. Vita di Cristoforo Colombo. Milano ; Fer- 
rano, 1818, p. 167-206. 

Historie di Fernando Colombo nelle quali s'ha 
particolare e vera relatione della vita e elei fatti del- 
l'ammiraglio D. Cristoforo Colombo suo padre etc. tra- 
dotto dallo spagnolo in italiano per Alfonso Ulloa. 
Venezia, Francesco dei Franceschi, 1591. pie. 8.° 

Non pare che il testo originale spaglinolo sia 
mai stato pubblicato. Brand. 

Le stesse. Venezia, 1614. pie. 8.° 

Le stesse. Venezia, 1676. pie. 8.° 

Henry Harrisse storico e bibliografo americano 
noto per la preziosa sua Biblioteca Americana vetu : 
stissima ha testé stampato a Parigi un libro, Fernand 
Colomb, sa vie, ses oeuvres: essai critique. Paris, 1872. 8° 
nel quale si sforza provare che le Historie attribuite 



- 33 - 

fin qui a Fernando Colombo non sono sua fattura. 
Il libro dell" Harrisse è come tutti i suoi lavori, pieno 
di erudizione e di acume critico , ma V Avezac nel 
bollettino della Società geografica di Parigi, trova 
eccessive le conclusioni che V autore vorrebbe trarre e 
non negando che nelle Historie di Fernando Colombo, 
tradotte dalV TJlloa, esistano molti errori ed interpo- 
lazioni ritiene non provato V assunto dello scrittore 
americano che le dichiara apocrife. 

Yie de Christophe Coloni b et de la découverte 
qu'il a faite des Indes Occidentales composée par son fils 
Ferdinand Colomb et traduit eri francais par C. Coto- 
lendy. Paris, Ch. Barbin, 1680. 2 v. 12. n 

Codice diplomatico Colombo-Americano ossia Eac- 
colta di documenti originali e inediti spettanti a Cri- 
stoforo Colombo, alla scoperta ed al governo dell'America 
per G. B. Spotorno. Genova, Ponthenier, 1823. 4.° 
lxxx-348 p. 

Columbus: memoriate or a collection of àuthentic 
documents of that celebrated navigator, now first pu- 
blished from the originai manuscripts by order of the 
decurions of Genoa: preceded by a memoir of his life, 
translated from the spani sh and italian. London, 1824. 
gr. 8° con ritratto e facsimile. 

18 se, o I. i. 21, 60. Brunet. 

Lettere e documenti riguardanti Cristoforo Co- 
lómbo si possono vedere nella classica opera dello 
spagnolo Navarrete: Coleccion de viajes y descubri- 
mientos que hicieron por mar los Espagnoles desde 
flnes del siglo XY. con varios documentos concernien- 
tes a la 'hi storia de la marina castellana y de los 
establecimientos espaiioles en Indias , coordinada e 



- 34 - 

illustrada por D. Martin Fernandez de Navarrete. Ma- 
drid, 1825-37, 5 v. 4.° 

Consulta i volumi T e 2°; alcuni di questi do- 
cumenti e lettere furono inserite nelV opera del Mar- 
mocchi: Vita e viaggi di Cristoforo Colombo. Ge- 
nova, 1844. 

Relation des quatre voyages entrepris par Christo- 
phe Colomb pour la découverte du nouveau monde des 
1492-1504 suivie de diverses lettres et piòces iné- 
dites .... ouvrage traduit de l'espagnol par MM. 
Chalumean de Verneuil et de la Roquette et accompa- 
gnés de notes des traducteurs et de celles de MM. Abel 
Rémusat, Adrien Balbi, Cuvier etc. Paris, H. Labille, 
1828. 3 v. 8.° con ritratto, carte e facsimile. 

Questa è la traduzione dei primi due volumi 
della precitata opera del Navarrete. 

Lettere autografe edite ed inedite di Cristoforo 
Colombo e fra l'altre quella sulle Isole da lui scoperte, 
tratta da una stampa rarissima con un discorso di Ce- 
sare Correnti su Colombo , nove tavole illustrative ed 
un avvertenza degli editori. Milano, Gr. Daelli e Comp. 
editori, mdccclxiii. 12.° 

Questa raccolta, poco curata dal lato tipografico, 
contiene il testo spag nuoto della prima lettera (1498) 
del Colombo tradotta in latino da Aleandro di Cosco. 
Vedi sopra. E un prezioso documento il cui origi- 
nale manoscritto conservasi nella Biblioteca Ambro- 
siana di Milano. 

Raccolta completa degli scritti di Cristoforo Co- 
lombo ad illustrare e documentare la scoperta del- 
l' America, recati in italiano, corredati di note e di 
una introduzione da Grio. Battista Torre. Lione , Th. 



— 35 — 

Lepagnez, 1864. 8° con due ritratti ed una carta 
delV Oceano atlantico indicante le vie seguite da Co- 
lombo nei suoi quattro viaggi. 

E la più compiuta collezione degli scritti che 
ne rimangono del grande scopritore. U edizione è 
bella e corretta. 

Lettre de Christophe Colomb sur la découverte du 
Nouveau Monde , pubbliée d'après la rarissime version 
latine conservée à la Bibliothèque imperiale, tradiate en 
francmis, commentée et enrichie de notes puisées aux 
sources originales par L. de Rosny. Paris, Gay, 1865 
8.° p. 44. 

Letters of Christofer Columbus describing his first 
voyage to the western hemisphère. Text and transla- 
tions by Henry Harrisse. New Yorck, 1865. f.° 

Lo stesso autore stampava le sue Notes on Co- 
lumbus. New Yorck, 1866. f.° 

Lettera in lingua spagnuola diretta da Cristoforo 
Colombo a Luigi di Santangel, riprodotta con fac-simile 
ed illustrata da Girolamo d'Acida. Milano, Laengner, 1866. 

1494. Casola Pietro, milanese — Viaggio a Geru- 
salemme verso la fine del 1400 tratto dalla biblioteca 
Trivulziana e pubblicato da Giulio Porro. Milano, Tipo- 
grafia Ripamonti Carpano, 1855. 4.° 

1496. Girolamo da S. Stefano, genovese — Lettera 
scritta da Tripoli di Soria il 1° febbrajo 1499 inse- 
rita nella Raccolta di viaggi et navigationi del Ba- 
musio, v. l.° 

Versione olandese. Vedi Maeco Polo. 



- o6 - 

1492. Bernardino di Nali, milanese — In nomine 
Patris et Filii et Spiritus Sancti. Àmen .... 

Incomincia la Jerosolimitana peregrinazione facta 
v/ da me Bernardino di Nali milanese mercadante in 
Yenetia nel anno de la salute humana mcccclxxxxij. 

1416. Da Sanseverino Jacopo — Viaggio fatto da 
Sanseverino con altri gentiluomini e da esso descritto. 
Testo inedito del Secolo XV. Lucca, Giusti, 1868. 8.° 
p. 38. Edizione di soli 106 esemplari. 

Nel catalogo Bomagnoli del settembre 1870 è posta a 2 lire. 

1° viaggio, 1499-1500. 2° viaggio, 1501-1502. 
3° viaggio, 1503. 4° viaggio, 1507. VespuCCÌ Ame- 
rigo, fiorentino 1451-1512 — Mundus novus: Albericus 
Vesputius Laurentio Petri de Medicis salutem plurimam 
dicit. 4° gotico di 4 f. a 40 linee per pagina. Questa 
versione latina si crede dovuta a Giovanni del Gio- 
condo; pare stampata nel 1502. 

Nella vendita Hanrott ed Hebert fu venduta 5 1. st. 5 se. o 
1. i. 131. Brunet. 

Albericus (?) Yesputius Laurentio Petri Francisci 
de Medicis salutem plurimam dicit. (Parisiis), Jean 
Lambert, 4.° 6 f. 

Relazione del secondo viaggio (1501) probabil- 
mente stampata nel 1502. Giovanni Lambert esercitò 
Parte dal 1493 al 1514. 

Mundus novus. De natura moribus et ceteris id 
generis getis q in novo mudo opa et impensis serenis- 
simi Portugallie regis superioribus annis inveto. Albe- 
ricus Yesputius Laureti o Petri de Medici salutem plu- 
rimam dicit. Parisiis. 12.° 29 Uree per pagina. 



- 37 — 

Ha la marca ed il motto del librajo Denys Roce 
che stampò dal 1490 al 1500. 

Bibliotheca Americana vetustissima. 

Mundus novus Laurentio Petri de Medicis salutem 
plurimam dici. Magister Johannes Otmar Vindelice im- 
pressit Auguste anno millesimo quingentesimo quarto 
(1504). 4° got. 4 /. non numerati. 

Di questa opera havvene uri edizione stampata 7 
Àrgentinae, 1505. 4.° Weigel. 

De ora antartica per Regem Portugalliae pridem 
inventa ab Alberico Vesputio. Impressum Argentine per 
Matthiam Hupfuff mcccccv. pie. 4.° 6 f. 

Fu venduto a Parigi nel 1841, lire 68. Brunet. 

Yon der neiiw gefunden Eegion die woll ein welt 
genent mag werclén durch den Christen lichen Kiinig von 
portugal wunderbarlich erfunden. 4.° 7 f. 

Brunet crede appartenga all'anno 1505 nel qnal 
caso sarebbe la più antica edizione conosciuta in lìn- 
gua tedesca. 

Albericus Vesputius Laurentii Petri Francisci de 
Medicis vii griiess. Gedrukt yn Niiremburg durch 
Wolffganng Hueber, 1505. 4.° 38 linee per ciascuna 
pagina. 

Un esemplare trovasi nella Libreria mercantile 
di Amburgo. 

Bibliotheca Americana vetustissima. 

Yon den nttwe Insule und Landen soyetz kurtzli- 
chen erfunden synt durch den Kiinig von Portugall. Ge- 
drucht zu Strasbourg in den fiiffte hundersten un sechs 
jar (1506). pie. 4.° 

Versione della relazione latina: De ora antar- 
tica e te. (Vedi sopra). 



— 38 — 

Yon den newen Insulen und Landen so yttz kiirtz- 
lichen erfunden seynd durch den Kiinigk von Portugal. 
Leypsick druck Baccalarium Martinum Landesbergt, 
1506. 4° 6 fi. con una incisione in legno. 

Altra edizione simile colla data di Strasburgo 
1508. 4.° 

Cosmographiae introductio cum quibusdam geome- 
triae ac astronomiae principiis ad eam rem necessariis, 
insuper quatuor Americi Yespucij nauigationes. Impres- 
sa in oppido Sancti Deodati anno 1507, Martinus 
Hylacomylus. 4.° 

Ne furono fatte due edizioni nello stesso anno la 
prima del 7 colende di Maggio, V altra del 4 colende 
di Settembre. E in questo libro che per la prima volta 
si battezzò da Martino Hylacomilo (nome grecizzato 
di Waldsee Mailer di Friburgo in Brisgau) il gran 
continente discoperto da Colombo col nome d'America 
senza alcuna colpa e ad insaputa del buon Vespucci. 
Della Cosmografia si fecero poscia parecchie edizioni. 

Paesi nouamente retrouati Et nouo mondo da Al- 
berico Yesputio fiorentino intitulato. Stampato in Yi- 
centia cu la impensa de Mgro Henrico Yicentino et 
diligente cura et industria di Zamaria suo fìol nel 
mcccccvìì a iii de Nouembre cum gratia et privilegio, 
pie. 4° di vi-119 fi non numerati di 28 linee 
per pagina. 

Questa è la prima raccolta di viaggi e fu com- 
piuto per opera di un Fracanzano da Montalboddo, 
benché il Baldelli ne faccia merito ad Alessandro 
Zorzi cosmografo veneto. 

È libro rarissimo e nelle vendite ha raggiunto prezzi elevatis- 
simi: 150 lire nel catalogo De Bure, 14 1. s. 4 se. 6 d., o 1. i. 355, 40, 
Sykes, 10 1. s. 15 sce. o 1. i. 268. Hibbert. Brunet. 



— 39 — 

Itinerariu Portugallesiu e Lusitania in India et 
inde in occidentem et demum ad aquilonem. In fine. 
Operi suprema manus imposita est kalendis quintilibus 
Ludovico (XII) gallir. rege huius urbis iclite (Me- 

diolani) scepta regete anno nre saluti s mdviii. 

pie. f.° di IO f. senza numeri e di 88 f. numerati a 
36 linee per pagina. 

E una traduzione latina delV opera precedente e 
fu eseguita dal Cister dense Arcangelo Madrignano. 

Libro raro venduto 30 lire Fleurieu, 6 1. s., o 1. i. 150, Sykes, 
2 1. s. 5 se, o 1. i. 56, Heber 76 lire benché difettoso nel 1859 a Pa- 
rigi. Brunet. 

Lettera di Amerigo Yespucci delle isole nuoua- 
mente trouate in quattro suoi viaggi. Senza data, picco- 
lissimo 4° di 22 f. con incisioni in legno. Rarissimo. 

Paesi nuovamente ritrovati et mondo novo de Al- 
berico Yesputio fiorentino intitulato. Stampato in Milano 
con la impensa de Jo. Jacopo et f Ui de Lignano et di- 
ligente cura et industria de Joanne Angelo Schinzenzeler 
nel mcccccvììì a di xvii de Novembre pie. 4° de iv-80 
f. non numerati a 40 linee per pagina. 

Edizione rara condotta su auella di Vicenza. 

Un esemplare con legatura in marocchino nero fu venduto 389 fran- 
chi alla vendita di Carlo Nodier nel 1844. Un'altra edizione del 1512 
in 4° got. fu venduta nella vendita Hibbert 4 1. s. 14 se. 6 d., o 
1. i. 117, 40. Brunet. 

Paesi novamente retrovati et mondo novo de Al- 
berico Yesputio fiorentino intitolato .... Stampato 
in Yicenzia cum la impensa de Magistro Henrico Vi- 
centino et diligente cura et industria de Zamaria suo 
fiol nel mcccccvììì. pie. 4.° 

Newe unbekanthe landte und ein newe weldte in 
kurtz verganger zeythe erfundem .... (in fine) 
Alsohat ein endte diese Biichlein .... in die 



— 40 — 

dcutschen sprache gebrachte .... durch .... 
Jobstein Kuchamer. Nureimbergh , Georgen Stuchsun 
Mcccccviij. pie./. di 64 fi non numerati a due colonne 
e 4 fi. alla fine per V indice dei capitoli. 

E la prima versione tedesca della raccolta di 
Vicenza (Vedi sopra). 

Paesi novamente ritrovati et novo mondo de Al- 
berico Yesputio Fiorentino intitolato. Milano, 1512. 
4.° gotico. 

Earissirao - 4. 1. s. 6. , o 1. i. 100, 60. Hibbert. Brunet. 

Sensuyt le nouveau monde et navigations faites 
par Emeric de Yespuce florentin des pays et isles nou- 
vellement trouvez auparavant a nous inconnuz, translate 
d'ytalien en langue frangoise par Mathurin de Redouer, 
on les vent a Paris en la rue neue nostre Dame , a 
Lenseigne de lescu de France cliez Jean Trepperel ou 
sa veuve. 4° got. xc. /. numerati e quattro senza 
numero. 

Questa è forse la più antica fra le traduzioni 
francesi delV edizione di Vicenza. 

Le nouveau monde et nauigations faictes p Emeric 
de Vespucce floretin des pays et isles nouvellement 
trouuez auparavat a nous incogueuz. Tant en lethiope 
q Arabie Calicut et aultres plusieurs regions estranges. 
Translate de italien en lague francoyse par Mathurin 
de redouer licencie es loix ctim priuilegio regis. Im- 
primé a Paris par Galiot dupre marchant libraire de- 
monrant sur le pont notre dame a lenseigne de la 
gallee .... Cy finist le liure intitule le nouveau 
monde et nauigations de Almeric Yespue (?) des naui- 
gations faictes par (pour) le Roy de Portugal es pays 
des mores et aultres regions et diuers pais. Imprime a 



— 41 — 

paris pour (par) Galliot du pre (senza data), pie. 4° 
got. di 6 f. preliminari e cxxxii /. di testo. 
Il privilegio ha la data del 1516. 

Una prova della grande differenza fra il prezzo dei libri alla fine 
del passato secolo ed i tempi nostri ce V offre il valore di questo libro 
che nel de Bure (1765), Catalogue de la bibliothèque La Vallière è 
messo a 9 lire antiche di Francia, mentre nel catalogo Heber è collo- 
cato a 5 1. s. 18 se, o 1. i. 170. 

Sensuyt le nouvean monde et navigations faictes 
par Emerie de Espuce (?) Florentin des pays et isles 
nouvellement trouvez auparavat a no icogueuz. Tat en 
lethiope q Arabie Calichut et aultres plusieurs regios 
estranges. xix. On les vend a Paris a lenseigne Sainct 
Jehan Baptiste en la me neufue notre dame près saincte 
geneuiefue des ardans. Jehan ianot .... in fine 
Cy finist le liure intitnle nouveau mode et navigatios de 
Almeric de Vespue (?) etc. Imprime nouuellement a Paris 
par Jehan Janot. pie. 4° got. di 4 f. preliminari e 
Lxxxviij. f. numerati. 

Il tipografo Janot più non viveva nel 1521. 
Brunet. 

Paesi nouamente retrouati et nouo modo de Al- 
berico Yesputio lìoretino intitolato. Stampato in Milano 
con la impensa de Jo. Jacob ) et fratelli da Lignano et 
diligente cura et industria de Joanni Angelo Scinzezeler; 
nel mcccccxìx a. di. v. de Marzo, pie. 4.° di 83 f. 

Edizione registrata da Brunet e dal catalogo 
Weigel. 

Paesi novamente ritrovati per la navigati one di 
Spagna in Calicut et da Albertutio (?) Yesputio fiorentino 
intitolato Mondo novo nouamente impresso. Yenetia per 
Zorzo de Rusconi, milanese, 1521. pie. 8.° a 2 colonne. 

Venduto dal lìbrajo Langlés a Parigi 100 lire. 



- 42 - 

Brimet. In un catalogo del librajo Weigel di Lipsia 
veggo citata una edizione anteriore del 1517, notata 
anche dall' Harrisse nella Bibliotheca Americana vetu- 
stissima. Additions. Paris, Tross, 1872. p. 69. 

Sensuyt le nouveau mode et navigations faictes par 
Emeric de Yespuce .... Traslate d'ytalie en langue 
francoyse par Mathurin de redouer licencie es loys xx. 
. ... in fine Cy fìnist le liure intitule le nouueau 
mode .... Imprime nouuellement a Paris par Phi- 
lippe le Noir, 4.° got. di iv e lxxxiii /. numerati. 

Edizione rara. Il Brunet, dal nome del tipografo, 
suppone V edizione posteriore al 1521. 

Sensuyt le nouveau mode .... in fine Paris 
on les vend en la rue Neufue Nostredame a l'enseigne 
Sainct Jehan Baptiste par Denis Janot. 

Nel 1841 un esemplare di questa edizione legato in vitello broché do- 
rato sull'orlo fu pagato 270 lire. Nel 1844 alla vendita Nodier, altro esem- 
plare legato in marocchino broché raggiunse il prezzo di 299 lire. Brunet. 

Lettere due a Pier Soclerini e sommario delle sue 
navigazioni inserito nella Raccolta di navigationi et 
viaggi di G. B. Ramusio. Venezia, Giunti, 1563-1606, 
3 voi f.° vedi voi. l.° 

Vita e lettere di Amerigo Vespucci raccolte ed il- 
lustrate dal canonico Antonio Maria Bandini. Firenze, 
1745. pie. 4: 

Viaggi di Amerigo Vespucci con la vita, l' elogio 
e la dissertazione giustificativa di questo celebre navi- 
gatore del P. Stanislao Canovai. Firenze, Giovanni 
Pagani, 1817. 8.° 

Altra edizione. Firenze, 1832. 4 v. 16.° 

Amerigo Vespucci, son caraetére, ses ecrits, sa vie 
et ses navigations avec une carte indiquant les routes 
par F. A. de Varnhagen. Lima, 1867,/.° p. 120. 



— 43 — 

1502-1508. Barthema o Varthema Ludovico, bo- 
lognese — Itinerario de Lodovico de Varthema bolo- 
gnese nello Egypto nella Persia nella India e nella 
Ethiopia. Stampato in Roma per Maestro Stephano guil- 
lereti de Lorena et Maestro Lodovico de Henricis da 
Cornerò Vicentino. Nel anno mdx a di. vi. de decem- 
bris. 4.° 

Edizione assai rara valutata a 1. s. 7 se. 10 o 1. i. 187 nel cata- 
logo Hanrott. Brunet. 

Vartomani novum itinerarium Aethiopiae ecc. Me- 
diolani, 1508. f.° 

Edizione anteriore alla precedente che trovo ci- 
tata nel catalogo di T. 0. Weigel di Lipsia, Né Brunet, 
né altri bibliografi ne fanno cenno; dubito dì errore. 

Ludovici Patritii Romani novum Itinerarium Ethio- 
piae, Egypti utriusque Arabie, Persidis, Siriae ac In- 
di ae etc, latine redditum ab Archangelo Madrignano 
Monacho clarevallensi. (in fine) Operis suprema manus 
imposita est auspitiis .... Bernardini Carvajal hi- 
spani S. R. E. Cardinalis etc. Mediolani, 1511. pie. 
f° di 8 /. preliminari e lxii /. numerati a 36 li- 
nee per pagina. 

Nel catalogo della libreria Gaignat compilato dal de Bure nel 1769 
è messo a 15 lire antiche di Francia, ossia 29 franchi; oggi ha un valore 
triplo, o quadruplo. 

È citato anche nella Bibliographie instructive 
dello stesso de Bure. Io pure con il Brunet non vedo 
il motivo perchè siasi dimenticato in questa intitola- 
zione il cognome dell' autore. Quanto al Patritii non 
lo credo un nome appellativo, come suppone il Brunet, 
ma piuttosto la qualità di patrizio romano conferita 
probabilmente al Barthema in segno d" onoranza dal 
Senato di Roma, o dal Pontefice, nella stessa guisa 

5 



— 44 — 

che al ritorno dei suoi viaggi era stato creato cava- 
liere dal re di Portogallo. Questa versione latina fu 
inserita dal Grineo nella sua opera, Novus orbis etc. 
Vedi Barbaro. 

Altra edizione in lingua italiana. Roma per Ste- 
phano Gulliereti de Loreno, 1517. 8° got. 

Nella vendita Withe-Knigths a Londra fu pagata 18 1. st. 7 se. 
6 d., o 1. i. 459. Brunet. 

Altra, Venezia, Zorzi di Rusconi, 1516 pie. 8.° 
di 91 /. 

Bara. 

Altra, Venezia per Matheo Paganino, 1518. 8.° 

Itinerario de Varthema cui va unito L'itinerario 
de Lisola Iuchatan nouamente ritrouata per il Signor 
Givan de Gtrisalue Capitan Generale de 1' armata del 
Re de Spagna ecc. per il suo Capellano composta. In 
Venetia per Matthio Pagan? (Paganino) in Frezzana? 
(PrezzariaJ al segno dell' ? (della) Fede. 8.° 

Cento pagine numerate e tre senza numero conte- 
nenti V indice. Para edizione esistente nella Private li- 
brary a New York. Bibliotheca Americana vetustissima. 

Altra, Venezia, Rusconi, 1520 e 1526. 

Quest'ultima venduta 1. s. 1. 3 se., o 1. i. 28. 76. Hibbert. 

Itinerario del Venerable Varon Miger Luis patri- 
cio romano en el qual cuenta mucha parte de Ethio- 
pia, Egipto etc. Buelta de latin en romance por Chri- 
stoual de Arcos. Nunca hasta a qui impresso en lengua 
castellana. Sevi Ila, Jacobo Cromberger, 1520. f.° got. 

Prima versione spagnuola ristampata in Sivi- 
glia nel 1523 ; f° got. 

Nella Bibliotheca Americana vetustissima del- 
l' Harrisse p. 170, si fa ima orribile confusione del 



- 45 - 

nome di Varthema, scambiando i titoli che son dati al 
viaggiatore bolognese nella versione spaglinola Yaron, 
Miger {in italiano Barone, Messer) per il cognome, e 
fabbricando un fantastico viaggiatore italiano chia- 
mato Varonmicer; pare che abbia attinto questo errore 
nel Maittaire } Annales typographici. 

Lo stesso, Sevilla, 1576. f° Brunet. 

Itinerario de Ludovico de Verthena nelo Egy- 
pto etc. in Milano, Jo Ang. Scinzenzeler, mcccccxxii a 
di. xxx. di Aprile pie. 4.° di xlii f e 2 f d'indice. 

Itinerario de Ludovico de Yarthema, bolognese ne 
lo Egypto ne la Suria ne la Arabia deserta et Felice 
ne la Persia ne la India et ne la Ethiopia. La Fede 
et uivere et costumi de le prefate provincie. Et al pre- 
sente agiontoui alchune Isole nouamente ritrouate. Stam- 
pato in Yenetia per li heredi di Giorgio de Rusconi 
nell'anno della Incarnatione del nostro Signor Jesu Chri- 
sto mdxxil, a di xvii de Setembrio. Regnado lo inclito 
Principe Antonio Grimano, 8.° got. a due colonne. 

Raro. Biblioteca Americana vetustissima. 

Prima versione tedesca stampata in Augsburg, 1515. 
4° con incisioni in legno. Dessa venne ristampata in 
Francfort, 1517. pie. 4° con incisioni in legno. Brunet. 

Altra italiana. Yenezia, Fr. di Alessandro Bin- 
doni etc, Mapheo Pasini compani a Santo Moyse al 
segno de Langelo Raphael, 1535. pie. 8° got. p. nu- 
merate 200, 3 senza numero. 

Versione francese inserita nelV opera; Description 
de l'Afrique. Lyon, J. Temporal, 1556. Nel tomo 2° p. 1. 

Itinerario di M. Lodouico Barthema bolognese in- 
serito nel Ramusio. Raccolta di navigationi et viaggi. 
Yenezia, Giunti, 1563-1606, 3 v. f.° Vedi v. l.° 



— 46 — 

Anonimo — Viazo de Venesia al Sancto iherusale 
et al monte sinai , sepulcro de sancta chatherina più 
copiosamete et verissimamete descrito che nessuno deli 
altri: cum dessegni de paesi citade porti et chiese et san- 
cti luoghi et molte altr Sanctimoie che qui se trouào 
designate et descrite chomo sono neli logi lor ppri etc. 

(in fine) Impresso ne lalma et inclita città 

de Bologna per mi Justiniano de Rubi era .... 
Ne lanno del m. 500 adi vj de Marzo. Laus Deo. pie. 
f.° got. di 68 fi segnatura a-oij. 

Opera rara ornata di numerose incisioni in le- 
gno. Se ne vuole autore il padre Noè francescano. 
Brunet. 

1° viaggio 1503-1504. 2° viaggio 1509-1512. 

3° viaggio 1515-1517. Giovanni da Empoli 1483- 
1517. — Viaggio da Lisbona alle Indie Orientali in- 
serito nel Ramusio. Raccolta di navigationi et viaggi. 
Venezia, Giunti, 1563-1606. Vedi v. 1° 

Lo stesso versione francese nella Description 
d'Afrique. Lyon, J. Temporal, 1550. tomo 2, pag. 65. 

Lo stesso tradotto in portoghese nella Collecao de 
noticias para a historia e geografìa das nagoes ultra- 
marinas que vivem nos dominios portuguezes, on ilhes 
sào vezinhas. Lisboa, 1812, al n. VI v. 2° 

Questa collezione assai pregevole ed importante 
per la storia della geografia venne data in luce a 
cura della reale Accademia delle scienze di Lisbona. 

Lo stesso nelV Archivio storico italiano. Firenze, 
Vieussieux, 1846. Appendice n. 13. 

Relazione di Giovanni da Empoli a Leonardo suo 
padre , intorno al viaggio da lui fatto a Malacca 



— 47 — 

(1509-12): aggiuntavi la vita di esso Giovanni scritta 
da Girolamo da Empoli suo zio, illustrata da C. J. Gràberg 
da Hemsò e da F. L. Polidori. Firenze, 1846. 8.° 

1504-1514. Menavino Giannaiitonio, di Voltri 
1492 ... . — I costumi e la vita dei turchi con una 
prophetia et altre cose turchesche tradotto per Lodovico 
Domenichi. Fiorenza, Torrentino, 1551. 8° p, 92. 

Di questo libro pare che V originale fosse scritto dal 
Menavino in latino come si conferma dalV intestazione 
precedente. Non viddi V edizione anteriore, citata dallo 
Spotomo e stampata a Venezia, Valgrisi, 1548. 8.° 

1510. Strozzi Pietro, fiorentino — Lettera di Piero 
di Strozzi scripta in Quiloa Castello sul mar de India 
confinante alla Aethiopia a Messer Andrea Strozzi suo 
padre in Firenze a di xx dicembre 1510. 

Questa lettera venne estratta dalla Biblioteca Ma- 
gliabecchiana di Firenze ed inserita nella Memoria 
intorno ai viaggiatori italiani nelle Indie Orientali etc. 
compilata dal dottore Angelo de Gubernatis. Firenze, 
Fodratti, 1867. p. 162-163. 

Questo Piero d y Andrea Strozzi è ricordato da 
Andrea Corsali ; dice che fu nel Coromandel ed in 
Paliacate comperava un diamante di 23 carati. 

1513. Anonimo — Lettera di ... . scripta in 
Lisbona e mandata a fra Giambattista in Firenze a 
di 31 genaro 1513 et aviso delle cose de India per 
la presa di Melacha Cita. 

Lettera inserita nella precitata Memoria intorno 
ai viaggiatori italiani etc. p. 156-161. 



V 






— 48 - 

1515-1518. Corsali Andrea, fiorentino — Lettera 
di Andrea Corsali all' Illmo Signor Duca Juliano de 
Medici venuta dalle Indie del mese di octobre nel 1516. 
Firenze, Jo. Stephano de Carli da Pavia, 1516. 4.°. 

Lettera allo Illmo Principe Laurentio de Medici Duca 
dì Urbino ex India quinto decimo kal. octobris mdxvii. 8.° 

Ambo queste edizioni sono rare ed apprezzate 
dai bibliografi. Le due lettere vennero inserite dal 
Ramusio nella sua Raccolta dì navigationi et viaggi. 
Venezia, Giunti, 1563-1606. 5. v. f° vedi v. l.° 

Le dice lettere furono tradotte in francese per 
Gabriel Stjmeon ed inserite nell'opera di J. Temporal, 
Description de l'Afri que. Lyon, 1556. 2 v. f° 

Alessandro da Modena — Yiazo de andare in Je- 
rusalem etc. In Salò, 1517. 16.° 

Non registrato dal Tobler nella sua bibliografia; 
bensì dal Brunet. 

1517-1520. Anonimo, veneziano — Viaggi d'un 
mercante che fu nella Persia. Vedi Ramusio Raccolta 
di navigationi et viaggi. Venezia, Giunti, 1563-1606. 
3 v. f° vedi v. l.° 

1518. Collo Francesco (da) di Conegliano e Conti 
Antonio (dei) padovano — Trattamento di pace fra 
il re Sigismondo 1° di Polonia ed il gran Basilio prin- 
cipe di Moscovia avuto dai signori Francesco da Collo 
cavaliere gentiluomo di Conegliano ed Antonio dei Conti 
cavaliere gentiluomo padovano oratori della maestà di 
Massimiliano 1° imperatore l'anno 1518 scritta per lo 



— 49 — 

medesimo sig. cav. Francesco con la Relazione di quel 
viaggio e di quei paesi settentrionali, di monti Eifei 
ed Iperborei, della vera origine del fiume Tanai e della 
palude Meotide; tradotto di latino in volgare novamente 
dato in luce. Padova per Lorenzo Pasquali, 1603. 

Francesco da Collo scrisse la presente relazione 
in latino e fu soltanto molti anni dopo che il nipote 
Latino da Collo venuto in possesso del manoscritto 
originale ne fece la versione italiana. JJ opera è as- 
sai rara ed importante, E ignota ai bibliografi e 
raccoglitori di viaggi; il solo Ciampi ne dà alcuni 
estratti nella Bibliografia critica etc. 

1519-1522. Pigafetta Antonio, vicentino 1419- 
1534. — Le voyage et navigation faict par les espa- 
gnolz es isles de Mollucques; Des isles quilz ont trouue 
au dict voyage, des roys dicelles, de leur gouvernement 
et maniere de viure avec plusieurs aultres choses. On 
les uend a Paris en la maison de Simon de Colines 
libraire .... demourant en la rue Sainct Jehan de 
Bauluais, a lenseigne du soleil dor. pie. 8° got. 76 f 

Baro. E un estratto della relazione originale di 
Pigafetta compilato da Antonio Favre di Parigi. Alla 
fine del volume sono quattro fogli stampati in carat- 
teri rotondi che contengono « Aucuns mots des peuples 
de l'isle de Bresil » poi segue V indice. 

Venduto 6 lire. Brunet. 

Il viaggio fatto dalli spagnivoli atorno a'imondo. 
Con gratia per anni XYI. mdxxxvi. 4.° 

Assai raro, senza luogo d'impressione né nome di 
tipografo. Questo volume contiene due differenti descri- 
zioni del viaggio di circumnavigazione intrapreso da 



— 50 — 

Magellano. La prima è una lettera di Massimiliano 
Transilvano , V altra è un compendio della relazione 
di Pigafetta ed è tradotta dal citato compendio fran- 
cese del Favre, non pare perciò al Brnnet meriti il 
prezzo elevato cui è salita in alcune vendite. 

!>0 fr. vendita Langlc's; 17 1. s. 17 se. Stanley (1. i. 446. 25). 
Nella vendita Crofts in Londra fu venduta un edizione anteriore stam- 
pata a Venezia 1534, 4° per 1. s. 3, 3 se. (1. i. 78. 75). 

Ambe queste relazioni sono inserite nel Bamusio, 
Eaccolta di viaggi et navigationi. Venezia, Giunti, 
1566-1606. 3. v. fi vedi v. l.° 

Primo viaggio intorno il globo terracqueo ossia 
ragguaglio della navigazione alle Indie Orientali per la 
via d' occidente , fatta dal cavaliere Antonio Pigafetta 
sulla squadra del capitano Magaglianes negli anni 1519- 
1522 per cura di Carlo Amoretti. Milano 1800. 4° con 
tavole. 

Questa è la prima edizione completa della clas- 
sica relazione del Pigafetta. 

Nel 1805 venduta lire 17. Brunet. Nel catalogo Romagnoli di 
Bologna (giugno 1871) lire 12. 

Premier voyage autour du monde par le chevalier 
Pigafetta sur l'escadre de Magellan pendant les an- 
nées 1519-1520-21-22 traduit par Jansen. Paris an ix 
(1801). 8° con incisioni e carte geografiche. 

1519-22. Bantista Battista, genovese — Eoteiro 
da viagem de Feniani de Magalhaes inserito nell'opera 
Noticias para a riistoria e geografia das nagòes ultra- 
marinas. Lisboa, 1831. 4.° 

Bautista o meglio Battista fu un piloto genovese 
che accompagnò Magellano. La sua relazione giacque 
inedita fino al 1831 nella Biblioteca Nazionale di 



- 51 - 

Parigi. Codesto Battista potrebbe essere Giovanni Bat- 
tista di Polcevera (Sestri Ponente) Maestro a bordo 
della nave la Trinità. Vedi nel Navarrete (Coleccion 
de los viages etc.) i nomi degli italiani che montarono 
sulle navi partite col Magellano. 

Anonimo — Viagio da Venezia al Sancto Sepulchro 
. . . . in fine .... finito el santissimo viagio 
d'Jerusalem nouamente stampato in Yenetia per Joan- 
nem Tacitino da Trino nel anno mcccccxx. Segnante l'in- 
clito Principe Leonardo Loridano. Tobler. 

Anonimo (Padre Noè?) — Viaggio de Venezia al 
Sancto Sepulchro et al Monte Sinai, stampato per Ni- 
colò detto Zopino e Vincenzio Compagno nel anno 1521 
p. 8° incisioni in legno. 

Raro. Venduto a Parigi nel 1823, 40 fr. Brunet. 

Lo stesso. Venezia per Nicolò d'Aristotele detto 
Zopino, 1538. 8° ine. in legno. 

Venduto 10 1. s. o 1. i. 250. Roscoe, Brunet. 

Esistono altre edizioni dello stesso Zopino di Ve- 
nezia deW anno 1531, 1537, 1546 e 1 555 altra del 
1588 dello stampatore Bartolomeo di Valenti e del 
1583 di Valvassori e G. D, Micheli. 

Anonimo — Viaggio del Sepolcro di G. Cristo 
scritto da un valentuomo. Venezia, 1523. 8° con inci- 
sioni. Brunet. 

Lo stesso. Venezia, 1534. 8.° 

1524. Verazzano Giovanni (da) fiorentino 1485- 
1525 (?) — Relazione di Giovanni Verrazzano, fiorentino 






- 52 — 

della terra per lui scoperta in nome di Sua Maestà 
Francesco 1° etc. Lettera scritta da Dieppe 1' 8 Luglio 
1524 inserita nel Bamusio Raccolta di navigationi et 
viaggi. Venezia, Giunti, 1566-1606./.° Vedi v. 3.° 

La stessa etc. inserita nelV Archivio storico. Fi- 
renze, Vieussieux, 18. 

1525. Geraldini Alessandro, di Amelia —Itine- 
rarium ad regiones sub aequinoctiali plaga constitutas 
Alexandri Geraldini Àmerini Episcopi Civitatis Sancti 
Dominici apud Inclos Occidentales. Opus antiquitates et 
ritus, mores et religiones populorura Aethiopiae, Africao, 
Atlantici Oceani, Indicarumque regionum complectens. 
Nunc primum edidit Onuphrius Geraldinus de Catenacciis 
auctoris abnepos. Eomae, typis Guglielmi Facciotti, 1631. 
pie. 8.° 

Assai raro. Nel catalogo Asher di Berlino 1873 è messo al prezzo 
di 36 tali, equivalenti a 1. i. 144. 

Anonimo — Opera nuova chiamata itinerario de Hie- 
rusalem, ouero parte orientale. Venetia, 1524. 8.° Brunet. 

1527. Bianco Noè, veneziano — Viaggio fatto in 
terra santa et descritto per benefizio dei Pellegrini 
.... con tre tavole. In Venetia presso Giorgio di 
Cavalli ad istantia di Francesco Porticani da Trino, 1566, 
pie. 8° di xvi-92 ff. 

Questo Bianco Noè è lo stesso, credo, di cui ho 
citato altre edizioni di viaggi in Terrasanta anonimi. 
Il Brunet scorgendo la distanza che intercede fra 
V epoca del viaggio e quello dell' impressione ne sup- 
pone altra anteriore che potrebbe essere la seguente 
citata anche dal Tobler. 



- 53 — 

Lo stesso, Venezia, (senza data) 1 2.° 

Lo stesso^ Venezia, 1570 pie. & con figure inlegno. 

Lo stesso, Venezia, 1585. 8.° 

Lo stesso, Venezia, 1638. 

Lo stesso, Venezia, 1685; non è citata dal Tobler. 

Lo stesso, Bassano, 1742. 8.° 

1529-1532. Roncinotto Luigi, veneziano — Viaggi 
per l' Etiopia e nel regno di Calicut inserito nel- 
V opera Viaggi fatti da Venetia alla Tana in Persia, 
in India et a Costantinopoli. Vinegia, in casa dei fi.- 
glivoli d'Aldo, 1543, pie. 8.° 180 f. Vedi Barbaro. 
Questa raccolta contiene due viaggi di Giosafat 
Barbaro, uno di Ambrogio Contarmi, due di Luigi 
Roncinotto. Quest'ultimo è il Luigi del quale il Brunet 
non seppe indicare il casato; finalmente seguono due 
viaggi anonimi ed i libri sulla Turchia del Ramberti. 
La ristampa fatta a Venetia Aldus, 1545. 8° 
di 163 f. è più bella dell' edizione originale. Ambe 
queste edizioni sono registrate nel catalogo Bouturlin 
e dal Brunet. 

Venduto 18 fr. da Trudaine a Parigi e 7 sce. 6 denari 1. i. 8, 76 
da Butler a Londra. L 1 edizione 1543 catalogo Kirchhoff Lipsia 1873, 
è messo a 5 talleri, o 1. i. 20. 

1534. — La lettera mandata dal R. Padre frate 
Francesco da Bologna da l' India ouer noua Spagna etc. 
dalla città di Mexico al E. P. frate Clemete da Mo- 
netia Ministro della Provincia di Bologna etc. Tradotta 
in vai gare da uno frate del prefato ordine dei minori 
d'osservanza etc. In Venetia per Paulo Danza. Senza data. 
Il Panzer Annales typographici scrive che il Danza 
stampava fra il 1526 e 1534. 






— 54 — 

Li ardore della Biblioteca Americana vetustissima 
sulla fede delV Orlandi, (Orlandi. Notizie degli scrit- 
tori bolognesi etc. Bologna, Costantino Pisarri, 1714, 4°) 
afferma che il Francesco da Bologna è Francesco Alle 
minore osservante e la lettera fu dal medesimo di- 
retta alla madre nel 1534. 

Di questa lettera rara ed assai importante venne 
dal Ternaux inserita una versione francese nel llecueil 
eie pièces relatives a la conquéte du Mexique. Paris, 1838. 

1535. Anonimo — Letera de la nobil cipta noua- 
mente ritrouata alle Indie con li costumi et modi del 
suo re et soi popoli .... Data in Zhaval adi xxv di 
Settembre mdxxxv. 4° di 4 f senza data né luogo 
oV impressione. 

Assai rara. Fu venduta a Parigi nel 1842 12 franchi. 

In una moderna ristampa fu mutata la data 
così « in Perù a di xxv di Novembre mdxxxviii ». 
Brunet. L'originale manoscritto trovasi nel Museo 
Britannico. 

Anonimo — Viaggio da Venezia a Costantinopoli. 
Venezia, Bernardin milanese, 1541. 8.° 

Questi* opera è notata nel catalogo Bouturlin le- 
gata insieme ad altre operette sulla Storia Ottomana 
di un Luigi Bassano e Cambini. 

y 1537-38. Anonimo — Viaggio di un Convito Ve- 

neziano da Alessandria a Diu. Venezia , Antonio Ma- 
nuzio, 1843. 

Lo stesso vedi Ramusio. Raccolta di navigationi 
et viaggi. Venezia, Giunti, 1565-1606. 3. v. f° 



V 



— 55 — 

Ramberti Benedetto — Libri tre delle cose dei 
Turchi. Nel 1° si descrive il viaggio da Venezia a Co- 
stantinopoli .... Nel 2° la Porta cioè la Corte di 
Soltan Solimano .... Nel 3° il modo di reggere il 
Stato et Imperio suo. In Venezia, mdxxxix. in casa dei 
figlivoli d' Aldo. 8.° 

Opuscolo di 40 f. assai raro. 

Venduto nella vendita Hanrott 3 1. s., o 1. i. 75, legato in ma- 
rocchino; 1 1. s., o 1. i. 25. Butler; 16 se, o 1. i. 19, 20. Libri nel 1859; 
40 fr. Eiva. Brunet. 

Questa relazione è pure inserita nella collezione 
dei viaggi pubblicati dal Manuzio in Venezia nel 1543 
e 1845. Vedi Roncinotto, Viaggi alla Tana etc. 

Anonimo — Viaggio da Venezia al Sancto Sepulcro 
ed al Monte Sinai con disegni di paesi città di porti e 
chiese e li sancti luoghi. Venezia , Venturino Ruffi- 
nello, 1546. pie. 8° con incisioni in legno. 

Una delle tante ristampe del viaggio del P. Noè. 
Brunet. 

1539. — Marco da Nizza — Relazione del viag- 
gio al Cevola inserito nel Bamusio. Raccolta di navi- 
gationi et viaggi. Venezia, Giunti, 1566-1606. 3 v.f.° 
vedi v. III. 

La stessa nella Collection of voyages etc. del- 
FHakluyt al v. Ili p. 366-373 con questo titolo: 

A relation of the Rev d Father Marcus de Niga 
touching his discovery of the Kingdoin of Cevola or Civola 
situated about 30° of lat. to the nord of New-Spain. 

1541-1555. Benzoni Girolamo, milanese, n. circa 
il 1519, viveva nel 1555 — Historia del mundo novo 



— 56 — 

di Girolamo Benzoni, la qual tratta delle isole e mari 
nuovamente ritrovati e delle nuove città da lui vedute 
per mare et per terra in quatordici anni. Venezia, F. 
Rampazetto, 1565. 4.° con figure e col ritratto del- 
V autore. U Argelati nella « Bibliotheca Scriptorum 
Mediolanensium » erroneamente indica questa edizione 
di sesto 8.° 

Raro. 

La stessa. Venezia, 1572, pie. 8° con fig. 

Histoire du nouveau monde extrait de Pitalien de 
Jerome Benzoni par TJrbain Chauveton ensemble une 
petite histoire d'un massacre commis par les Espagnols 
sur quelques Frangais à la Floride. Genève, Eustache 
Vignon, 1579. 8.° 

La stessa. Genève, 1589. 8.° 

La stessa. Genève, 1600. 8.° 

Novi orbis historiae cura Urbani Calvetoni. Genevae 
apud Eustachium Vignon, 1581. 8.° 

In questa versione latina si trova la lettera de- 
dicatoria di Urbano Chauveton a Teodoro Beza suo 
maestro. 

La stessa. Genevae apud haeredes Eustachi Vi- 
gnon, 1586. 8.° 

La stessa. Genevae, ibidem, 1600. 8.° 

Novae novi orbis historiae, das ist Aller Geschichten, 
so in der newen Welt, welche occidentalis India, das 
ist India, nach Abenwerts genent wird, und etwa 1492, 
von Christoforo Columbo gefunden worden .... 
wahrhaffter grtindlicher Bericht. Hieronimus Benzoni 
durch Abeln Scherdighern . . . . ins Deutsch gebracht. 
Helmstadt, Jac. Lucius, 1590. 4.° 

Nel catalogo Asher di Berlino 1873 è messo a 8 talleri, o 1. i. 32. 



— 57 — 

Si hanno altre versioni tedesche stampate in 
Basel, 1579. f.° 

Newen Weldt und Indianischen Nidergàngischen 
Kònigreichs etc. Basel, Henricpetri, 1582./.° p. 552. 

Bella e rara edizione messa nel catalogo Asher di Berlino 1873 
a 30 talleri, o 1. i. 120. 

Le stesse. Frankfurt, 1613./.° Vedi Gasparo Balbi. 

Le stesse. Basilea, 1683. f.° 

Beschryvinghe van West-Indien, waer in verhaelt 
wordt de eerste vindingh van de Eylanden etc. en uythet 
Italiaens overgeset door Carel Vermander. Amsterdam, 
by Gillis Joosten Saeghman, senza data 4° got.fig. in 
legno e ritratto dell' autore. 

Nel catalogo Asher è messa al prezzo di 8 tali., ossia 1. i. 32. 

L' Arg elati nella « Bibliotheca Mediolanensis » 
cita questa traduzione olandese assegnandone la stampa 
all'anno 1650. I! Asher di Berlino pretende , non so 
con qual fondamento , che V edizione appartiene al- 
l' anno 1663. 

1563-1581. Federici, o Fedrici Cesare, veneziano 
1503? 158.. — Viaggio nell'India et oltra l'India. Ve- 
nezia, Andrea Muschio, 1587. pie. 8.° 

Edizione rara. Nel catalogo Hanrott è messa a 1. s. 2 se. 19, 
o 1. i. 73, 75. 

Lo stesso tradotto in inglese. London, 1588. 4.° 
Catalogo Weigel. 

Lo stesso inserito nel Ramusio. Raccolta di naviga- 
tioni et viaggi. Venetia, Giunti, 1563-1606. 3 v. f.° 
Vedi v. III. 

Altra versione inglese nella Collection of voyages 
and disco veries by R. Hahluyt. London, 1599. Vedi v. L° 



— 58 — 

1564. Barberini Raffaele, fiorentino — Relazione 
della Mosco via inserita nei Viaggi di Moscovia. Vi- 
terbo, 1658. Vedi p. 191. 

Di questo libro raro ho esaminato in Roma V esem- 
plare che conservasi nella Biblioteca Casenatense. 
U Audi/redi lo cita nel suo catalogo; né il Brunet 
né *altri bibliografi da me consultati lo conobbero meno 
il Ciampi che ne ragiona distesamente nella sua 
« Bibliografia critica » etc. 

1567. Pigafetta Marc' Antonio, dì Vicenza — 
Itinerario da Vienna a Costantinopoli. Londra apresso 
Giovanni Vuolfio (John WolfJ, 1585. 4.° 

4 f. preliminari p. 141 ed un foglio non nu- 
merato alla fine. Questf opera è dedicata all' IUriìo 
Sig. Edwardo Seymer Conte di Hertford. 

A detta del Brunet è rara. Questo Pigafetta è 
della stessa famiglia del compagno di Magellano e di 
Filippo Pigafetta che segue. 

1575. Pigafetta Filippo, di Vicenza 1533-1603 — 
Viaggio dal Cairo al Monte Sinai. Venezia, Alvisopoli, 
v 7 1837. 16.° 

Lo stesso autore traduceva V opera seguente del 
portoghese Lopez: 

Relatione del Eeame di Congo e delle circonvicine 
contrade, tratta dalli scritti et ragionamenti di Odoardo 
Lopez portoghese. Eoma appresso Bartolomeo Grassi, 
1591. 4° fìg. ed una carta geografica dell'Africa. 

Raro. Venduto 18 franchi Floncel; Brunet; a Roma nel 1872, 
venduto lire 12 in cattivo stato. 



— 59 — 

1577-1610. Ricci Matteo, di Macerata 1552- 
1610. — De Christiana expeditione apud Sinas suscepta 
a societate Jesu auctore Nicolao Trigautio Augustae 
Vindelicorum, 1615. 4.° 

Quesf opera venne dal Trigault compilata sulle 
memorie del Ricci. 

Idem, Lugduni. 1616. 4.° 

1579-1588. Balbi Gasparo, veneziano — Viaggio 
dell' Indie orientali di Gaspare Balbi gioielliere Vene- 
rano nel quale si contiene quanto egli in detto viaggio 
ha veduto dal 1579 fino al 1588. Venetia , Camillo 
Borgomineri, 1590. 8.° p. 32 senza numero, 159 carte 
numerate ed altre 44 senza numero. 

Edizione rara; fu venduto in Roma 21 fr. Brunet. 

Lo stesso Venezia, 1600. 8.° 

27 viaggio del Balbi è inserito anche nella citata 
Raccolta di viaggi dei fratelli de Bry: 

Collectiones peregrinationum in Indiani orienta- 
lem et Indiani occidentalem XXV partibus compre- 
hensae , opus illustratimi fìguris aeneis fratrum de 
Bry et Meriani. Francofurti ad Moenum , 1590-1634. 
7 v. f.° 

Questa è la celebre collezione detta dei grandi 
e piccoli viaggi ; XIII parti compongono i grandi 
viaggi XII i piccoli. I volumi delle prime XIII parti 
sono stampati in un sesto più grande. Questa preziosa 
raccolta che contiene i viaggi di parecchi italiani, (Balbi 
Benzoni, Colombo e Vespucci, Filippo Pigafetta) è rara 
e difficile a trovarsi completa, su di che può vedersi 
quanto ne discorre il De Bure nella sua Bibliogra- 
phie instructive n. 4230 ; il quale potè esaminare 



- 60 - 

V esemplare più completo che allora si conoscesse, 
appartenuto al ricco bibliofilo Gaignat. 

Ecco il titolo premesso al viaggio del Balbi. 

Indiae Orientalis pars septima. Navigationes duas, 
primari! trium annorum a Georgio Spilbergio trium na- 
vium profectae anno 1601, ex Selandia in Indiam 
orientalem susceptam; alteram novem annorum a Gasparo 
Balby Gemmario Veneto anno 1579 ex Alepo Babylo- 
niam versus et inde porro ad Kegnum Pegù usque 
continuatam continens. Omnium quae illi quidem ad 
annura 1604, huic vero ad annum 1588 usque acci- 
derunt, commemoratione ; Eegum item, locorum, popu- 
lorum rituumque variorum descriptione addita; auctore 
M. Gotardo Dantiscano. Omnia elegantissimis in aes 
incisis iconibus illustrata et in lucem emissa a Joanne 
Theodoro et Joanne Israele de Bry fratribus germanis. 
Francofurti, typis Wolffangi Richteri, anno 1606. 

Un compendio del viaggio del Balbi è inserito 
nelV opera seguente , Yoyages faits de Perse aux Indes 
orientales par J. Albert de Mandelslò, mis en ordre 
et publiés par Adam Olearius et traduit en frangois par 
Abraham de Wicquefort. Amsterdam, 1727. 2v.f.°fig. 

1580. Anonimo — Viaggio di Gerusalemme. Ve- 
nezia, 1597. 16.° 

Trovasi , a detta del Tobler , nella Biblioteca 
Vaticana. È citato pure nel catalogo di C. 0. Weigel 
di Lipsia : non ne trovo cenno in alcuna delle altre 
riputate bibliografie. 

1582. Possevino Antonio, mantovano 1534-1611. — 
Possevini Moscovia seu de rebus moseoviticis et acta 



— 61 — 

in conventa legatorum regis Poloniae anno 1581. 
Yilnae in Lituania apud Joannem Velicensem , 1586. 
8.° p. 261. 

Pregiata edizione; cat. Romagnoli 1873 1. i. 30. 

Moscovia , et alia opera de statu hujus saeculi 
adversus catliolicae ecclesiae hostes nunc primum in unum 
volumen collecta atque ab ipso auctore emendata et aucta. 
Colonia, Birckman, 1587. pie. f.° Ciampi e K'óhler. 

Idem. Antuerpiae ex officina Christophori Plantini, 

Archi typographi regii, 1587. con la carta della Moscovia. 

• Il Ciampi cita altre edizioni del 1593 e 1595. 

La Moscovia tradotta di latino in volgare da Giov. 
Battista Possevino sacerdote mantovano (nipote dell 'au- 
tore) teologo di Monsig. Rev. Giovanni Fontana Vescovo 
di Ferrara In Ferrara appresso Benedetto Mammarelli, 
1592. 8.° 

Commentari di Moscovia .... tradotti in italiano 
da G. B. Possevino. Mantova per Francesco Osanna 
stamp. ducale, 1596. 4.° 

Gli stessi. In Mantova per Aurelio e Lodovico 
Osanna, 1611. 4.° 

È r edizione precedente cui venne mutato soltanto 
il frontespizio. 

1578. Guagnini Alessandro, veronese 1538-1614— 
Sarmatiae Europeae descriptio, quae Eegnum Poloniae, 
Lituaniam , Samogitiam , Eussiam , Massoviam , Prus- 
siani, Pomeraniam, Livoniam et Moschoviae, Tartariae- 
que partem complectitur Alexandri Guagnini Yeronensis 
equitis aurati , peditumque Praefecti etc. Spirae apud 
Bernardum Albinum, 1581. f.° fig. in silografia. 

Venduta in Roma dal librajo Migliorini, 1873 1. i. 8. 



- 62 - 

Opera rara ed assai stimata. Si vuole dall' 'Hoppio 
che la prima edizione originale fosse stampata da 
Mattia Wirzbieta in Varsavia senza indicazione di 
anno, ne di tipografia. 

La stessa nel Bamusio, Eaccolta di navi gattoni 
et viaggi con questo titolo : La descrittione della Sarmazia 
Europea del magnifico cavaliere Alessandro Gtuagnini 
veronese, tradotta dalla lingua latina nel volgare italiano 
dal reverendo messer Bartholomeo Dionigi da Fano. 

Una parte dell'opera di Guagnino venne stampata 
separatamente con questo titolo: 

De religione Moschovitarum omniumque Ruthenorum 
ex descriptione Sarmatiae Europeae. Spira per Bernar- 
dum de Albino, 1582. 

La Samarzia trovasi anche inserita nella colle- 
zione del Pistorio: 

Polonicae historiae corpus. Basileae per Sebastiauum 
Henric-Petri, 1582. 3. v. f.° 

La stessa, Lugduni Batavorum, Elzivir, 1627. 

La stessa, Varsavia, Mitzler ; 1761. 

La Sarmazia del Guagnino fu tradotta in po- 
lacco da Pasztowski e stampata in Cracovia, 1612. 
/. ristampa, Varsavia, 1678. 

1582-1588. Sassetti Yììi^O, fiorentino 1540-1588. 
— Lettere di Spagna, Portogallo e Indie inserite nel 
voi. 3° parte 4* «delle Prose fiorentine» Firenze, 1766. 
pag. 1-236. 

Lettere etc. - Si trovano inserite in numero di 
nove nella Raccolta di viaggiatori per Luigi Carrer. 
Venezia, tip. del Gondoliero, 1841. 2 v. 16. ° 

Queste relazioni contengono inoltre squarci dei 



- 63 - 

viaggi di Marco Polo, Conti, Vespucci, da Empoli, 
Corsali, Pigafetta e Cadetti. 

Le lettere pubblicate per cura di Prospero Viani, 
Reggio, Torrigiani e comp. , 1844. 8.° 

Lettere edite ed inedite di Filippo Sassetti rac- 
colte ed annotate per cura di Ettore Marcucci. Firenze, 
Le Monnier, 1855. 16.° 

E questa V edizione più compiuta delle lettere di 
questo dotto e coraggioso viaggiatore. Le notizie sulla 
famiglia Sassetti e intorno a Filippo, ai suoi viaggi 
ed ai suoi scritti, le molte note e illustrazioni storiche 
e filologiche crescono pregio all' edizione. 

Lettera (inedita) di Filippo Sassetti a France- 
sco dei Medici Granduca di Toscana. Di questa Città 
di Santa Croce di Coccino a 20 di Gennaio 1584, 
inserita nella Memoria intorno ai viaggiatori italiani 
nelle Indie Orientali etc. compilata dal dottor An- 
gelo de Gubernatis. Firenze, Fodratti 1867 a pa- 
gine 152-155. 

1586-87. Vecchietti G. Battista, fiorentino 1552- 
1619. — Relazione della Persia a S. M. Cesarea in- 
serita nelV opera dell' abate Jacopo Morelli : Codici 
manoscritti volgari della Libreria Naniana. Venezia, 
Zatta, 1776. p. 159. 

Lettera dettata da Ormuz diretta al fratello Ber- 
nardo inserita nelle Lettere di Filippo Sassetti. Fi- 
renze; Le Monnier 1855. 8.° vedi p. 401. 

Lettera di Girolamo Vecchietti a N. N. sopra la 
vita di G. B. Vecchietti suo fratello, inserita nell'opera 
predetta dell' abate Morelli. Si raccontano i viaggi di 
G. B. in Persia e nell'India di qua dal Gange. 



H 



- 64 - 

1587. Alcarotti Giov. Francesco, di Novara — 
Del viaggio di Terrasanta nova et reale descrittione 
divisa in sei libri etc. Novara, Sessalli, 1596. 4.° 

Si vuole che altre edizioni esistano, da me però 
non vedute, e che sarebbero stampate in Milano, Ge- 
nova, Torino, Parma e Modena. Tobler, Brunet. 

1591. Gorgonio Galeazzo, di Mantova — Dialogo 
delle cose più illvstri di Terrasanta, il qual contiene 
P vltimo viaggio solito a farsi da Pellegrini .... 
composto dal molto illustre Signor Lodovico Arriuabene. 
Verona, M. A. Palazzolo, 1592. pie. 8.° 
Tobler lo dichiara di poco conto. 

1596-97. Dandini Girolamo, di Cesena 1554-1634. 
— Missione Apostolica al Patriarca e Maroniti del Li- 
bano e pellegrinazione a Gerusalemme. Cesena, Neri, 
1656. 4.° Audiffredi, Bayle e Bouturlin. 

Edizione originale non menzionata dal Brunet 
che cita invece la traduzione francese seguente: 

Voyage du Mont Liban traduit de Pitalien du E. 
P. Jerome Dandini, où il est traité tant de la créance 
et coutumes des Maronites, que de plusieurs particularitez 
touchant les Turcs et de quelques lieux d'Orient avec 
des remarques sur la théologie des chrétiens du Levant 
et sur celle des Mahometans par R. S. P. (Richard 
Simon PrétreJ. Paris, L. Ballarne, 1675. 12.° 

Il traduttore francese ommise il viaggio a Ge- 
rusalemme allegando per motivo che nulla vi si diceva 
di nuovo che non fosse stato già scritto dai viaggia- 
tori precedenti. 



— 65 — 

Altra ristampa della versione francese con la 
data, Hollande, 1685. 12.° 

Versione tedesca. -Hyeronimus Dandini Reisebemer- 
kungen iiber die Maroniten nella collezione di viaggi 
di Paulus col titolo: Reisen in Morgenland. Jena, 1792- 
1803. gr. 8° fig. 

Versione inglese. London, 1698. 8.° 

Dandini's voyage to the mount Libanus inserito 
neir opera. A collection of voyages and travels by John 
Pinkerton. London, Longman, 1808-14. 17 v. gr. 

4° fig- 

Rosaccio Giuseppe — Viaggio da Yenetia a Costan- 
tinopoli per mare e per terra e insieme quello di 
Terrasanta. Yenetia, 1598. 4° obi. carte e figure. 
Libro raro non citato dal Tobler. 

Fu venduto dall' Erdeven in Parigi lire 31. Brunet. 

Lo stesso, Yenetia, 1606. 4.° 

1599. Rochetta Aquilante — Peregrinatone di 
Terrasanta e d' altre Provincie di D. Aqvilante Rocchetta 
caaaliere del Santissimo Sepolcro. Palermo, A. dell'Isola. 
1630. 4° con fig. Bouturlin e Tobler. 

1594-1606. Carletti Francesco, fiorentino 1574- 

1617. — Ragionamenti di Francesco Carletti fiorentino 
sopra le cose da lui vedute nei suoi viaggi sì delle 
Indie Occidentali ed Orientali come d'altri paesi. Fi- 
renze, Giuseppe Manni, 1701. 8.° 

La prima edizione di questi ragionamenti a detta 
del Tiraboschi e del Calogerà (Raccolta di opuscoli) 
comparve in Firenze per cura del Magalotti nel 1671. 



— 66 — 

A me non riuscì di vederla, né il Brunet né altri 
bibliografi da me consultati ne fanno menzione. 

Gli stessi nelle Relazioni di viaggiatori. Venezia, 
tip. del Gondoliere, 1841. v. 2. 16.° 

1600. Anonimo — Pellegrinaggio della Terrasanta 
e di tutti i più notabili luoghi che questo tempo dalli 
christiani pellegrini si sogliono ueder et uisitare: e 
delle ceremonie et processioni sante. In Roma, appresso 
Antonio Barre, pie. 4.° Tobler. 

1600-1601. Mantegazza Stefano, milanese 1630. 
— Relatione del santo viaggio di Gerusalemme e delle 
cose occorse in quello descritta dal R. P. F. Stefano 
Mantegazza milanese dell' ordine dei Predicatori in quel 
modo che egli lo scorse et camino gli anni del Si- 
gnore mdc e mdci. In Milano presso l' erede del qu. Pa- 
cifico Pontio e Gio. Battista Piccaglia compagni, 1601. 4.° 
Argelati e Tobler. 

Relatione tripartita del viaggio di Gerusalemme 
nella quale si raccontano gii avvenimenti dell' autore, 
le origini e cose insigni dei luoghi di passagio visitati 
con una sommaria raccolta delle indulgenze e preci so- 
lite acquistarsi e farsi nella visita di ciascun di loro. 
Milano per gli eredi di Pacifico Pontio e Gio. Picca- 
glia, 1616. 4.° Tobler. 

Ambe le edizioni sono rare. 

1612. Pesenti GÌ0V. Paolo, di Bergamo — Pere- 
grinaggio di Giervsalemme fatto et descritto da Giov. 
Paolo Pesenti cavaliere del SS. Sepolcro di Nostro Si- 
gnore. Bergamo, C. Ventura, 1615. 4.° Brunet e Tobler. 
Lo stesso, Brescia, B. Fontana, 1628.jtó. 8.° Tobler. 



— 67 — 

Pantogia Giacomo — Relatio de amplissimo Si- 



narum regno. 



E inserita nel T volume dell'opera seguente: 
Philippi Honorii Thesaurus politicus etc. Opus 
collectum ex italicis tam pubblicatisi tam mss. variis 
variorum Ambasciatorum observationibus et discursibus 
accurato cum delectu concinatum et in gratiam politicae 
sapientiae et linguarum studiosorum nunc latine simul 
et italice editum. Editio postrema. Francofurti, 1617 
et 1618. Typis Nicolai Hoffmanni, impensis haeredum 
Jacobi Fischeri. 2 v. 4.° 

I documenti contentiti in quest' opera sono dettati 
nelle lingue latina ed italiana. La prima edizione 
dell' opera fu stampata a Francofurti, impensis Joannis 
Theobaldi Schouwenterii, typis Mathiae Becheri, 1610. 
Brunet è Ciampi. 

1614. De Brunis Giuseppe, veneziano — Redvcto- / 
rivm Hierosolymitanvm in quo candide, et sincere de- 
scribitur quidquid diu desiderabatur siri (scireì) , de 
omnibus ad sanctam Hierusalem spectantibus videlicet, 
numerus locorum rev. Patrum diui Francisci . . Admi- 
rabilis deuotio Sanctuariorum quamplurium. Multitudo 
praecipuarum reliquiarum, copia indulgentiarum . . Et 
tandem generosa condonatio priuilegiorum multorum, 
quibus gaudent, in primis . . P. Guardianus S. Montis 
Sion. Haec omnia collecta et conscripta sunt, per patrem 
Josephum de Brunis. Venetiis, Gr. B. Bonfad, 1616. 12.° 
Lo stesso, Augustae, 1651. Tobler. 

1614-1626. Della Valle Pietro, romano 1586-1652. 
— Viaggi descritti da lui medesimo in 54 Lettere 
familiari etc. Roma, Mascardi, 1650-58. 2 v. 4.° 



— 68 — 

Prima edizione di questi viaggi; è tenuta in 
molto pregio dai bibliografi. 

Catalogo Romagnoli (Settembre 1870) lire 30. 

Gli stessi, Venezia, Bagliori, 1661. 4 v. 12? 

Nel catalogo Romagnoli (Maggio 1871) si accenna l'opera come 
composta di tre tomi in 8.* per 1. 4. (?) 

Gli stessi, Roma, Dragondelli, 1662-1663. 2. v. 
4.° con la vita dell 'autore scritta da Pietro Bellori e 
con ritratto. 

Buona edizione. 

Un esemplare di questa edizione con la 1. parte dell'edizione 1650, 
fu venduto 56. fr. 50. e. FHeritier; Brunet. Altro esemplare simile nel 
catalogo Romagnoli (settembre 1869) è posto a 1. i. 18. 

Les fameux voyages de Pierre della Valle traduits 
de Titalien par les Peres Etienne Carneau et Francois 
Le Comte. Paris, 1661-1666, 4. v. 4.° 

Gli stessi, Paris, 1670. 4 v. 4.° 

Venduti 10 a 12 fr. Brunet. 

Gli stessi in inglese. London, 1665. f.° 
Gli stessi in olandese. Amsterdam, 1664-65. 6. 
v. 4.° 

Gli stessi, Venetia, P. Baglioni, 1667. 12.° 
Gli stessi, Bologna, 1672. 12.° 4. v. Tobler. 

Il catalogo Romagnoli 1873 accenna a una edizione in tre volumi 
8.°? 1. i. 3. 

Gli stessi, Bologna, Longhi, 1677. 3. v. \2.° 

Catalogo Romagnoli 1873. 1. i. 5. 

Gli stessi, Venetia. 1681, 8.° 4. v. 

Eeise Beschreibung in Turkey, Egypten, Palestina, 
Persien, Ost-Jndien. Genf, T. H. Widerhold, 1674. f.° 
con incisioni in rame ed il ritratto delV autore e di 
sua moglie Sitti Maani. 

Catalogo DOrling di Amburgo 1868. 1. tali. 50 sgr., o 1. i. 5 ; 70. 



-69- 

Gli stessi inseriti nella Collection de voyages del 
Thevenot. Paris, 1663-73. 2. v. f.° e nelle posteriori 
edizioni vedi Giovanni da Lucca. Contiene la sola: 
Descrizione della Giorgia presentata dal della Valle 
nel 1627 a papa Urbano Vili. 

Gli stessi, Paris (altri la vogliono stampata a 
Rouen), 1745. 8. v. 12.° 

L. i. 12 nel catalogo Schiepatti di Milano 1867. 

Il Tobler ammette due edizioni distinte dello 
stesso anno. 

Gli stessi, Torino, Fontana, 1843. toni. 2. 12.° 

Cat. Romagnoli 1873. 1. i. 10. 

Gli stessi, Milano, Silvestri, 1843, 2. v. 8.° 
Gli stessi, Brighton, G. Gancia, 1844. 2. v. 8.° 
(in italiano.) 

1615. Bruno Augusto, siciliano — Viaggio di 
Terrasanta. Palermo, 1622. 8.° Tobler. 

Citato anche nella bibliografia sicula di Al. bar- 
bone. Palermo 1850. v. 1. p. 240. 

1624-25. Magri Domenico, maltese 1604-1672 — 
Breve racconto del viaggio al Monte Libano. Roma, 
,1655. 4.° 

Nella vita del Magri, scritta da Marco Irgoli 
e premessa all'opera Hyerolexicon dello stesso Magri, 
sono menzionate due edizioni del predetto viaggio 
stampate a Viterbo da me però non vedute , né dai 
bibliografi citate. 

1624-26. Giovanni da Lucca — Relatione fatta 
da me fra Giovanni da Lucca domenicano circa il modo 



— 70 — 

eli vivere colle particolarità de' costumi delli Tartari 
Percopiti ; Nogai , Circassi , Abbazzà , Men grilli e 
Griorgiani. 

Questa relazione trovasi voltata in francese nella 
raccolta del Thevenot, Paris, A. Cramousi 1672, e Paris, 
T. Moette 1696./.°, però avverte il Ciampi che essa 
non è che un compendio dell 1 originale e vi sono in- 
tercalate notizie somministrate al Thevenot da un 
gentiluomo polacco che passò molti anni di schiavitù 
frammezzo a' Tartari. 

Questa istessa relazione venne inserita dal Ciampi 
nella sua opera, Bibliografìa critica delle antiche reci. 
proche corrispondenze dell' Italia colla Russia, colla Po- 
lonia .... ecc. Firenze, 1834-42. vedi v. 2. p. 53. È 
più completa della versione del Thevenot. L'originale 
manoscritto conservasi in Roma nella Biblioteca Barbe- 
rina. Altra relazione, che trovasi nella Biblioteca di 
Propaganda, colla quale dava conto ai suoi superiori 
della missione compiuta, è pure riportata integralmente 
dal Ciampi nell'opera citata voi. II p. 62 e seguenti 
con questo titolo : 

Relatione alla Sacra Congregazione di Propaganda 
Fide fatta da me fra Giovanni da Lucca domenicano, 
missionario alli Tartari, Circassi, Abbazzà e Mengrilli. 

Borri Cristoforo, milanese .... 1632 — Relazione 
della nuova missione delli PP. della Compagnia di Gesù 
al regno della Cocincina. Roma, Francesco Corbelletti, 
1631. 8.° 

Versione latina. Viennae Austriae, typis Michaelis 
Rictij, MDCXXXIII. 

Raro l'originale italiano e la versione latina. 



— 71 — 

1641. Olgiati Claudio, di Como — Viaggio di 
Gierusalemme con la descritione non solo dei santi luoghi 
et altri visti sì neli' andare , come nel ritornare , ma 
anco di altre cose degne .... Fatto et mandato in 
luce dal padre F. Claudio Olgiati. Milano, F. Ghisolfi, 
1647. 8.° 

lì autore era frate francescano ed il libro a 
detta del Tobler , è ben scritto e contiene importanti 
notizie. 

1647 Anonimo — La istruttione del viaggio di 
Hierusalem ecc. Aggiuntovi il nuovo viaggio di Gieru- 
salemme. Venetia, D. Imberti, 1647. 12.° Tobler. 

Romano G. Francesco — Relatione del successo 
della missione dei frati cappuccini del serafico P. S. 
Francesco al Congo. Roma, 1649. 4.° K'óhler. 

Lamberti Arcangelo — Relatione della Colchide 
hoggi detta Mingrelia. Roma, 1653. 4.° Bara. 
La stessa, Napoli, 1654. 4.° 

6 a 10 lire. Brunet. 

Colchide Sacra. Napoli, 1657. 4.° 

La relazione della Colchide è anche inserita nella 
succitata raccolta del Thevenot. Paris, 1663-72. 2. 
v. f.° e nelle edizioni susseguenti. 

1652-58. Morone diMaleo Mariano, milanese — 
Terra santa nuovamente illustrata .... opera ed hi- 
storia varia non meno curiosa che diuota. Piacenza, 
G. Bazachi, 1669. 4.° 

Il Tobler reputa il libro del Morone uno dei 



— 72 — 

migliori che siansi scritti nel secolo XVII. intorno 
alla Terrasanta. 

1654-1668. Cavazzi Gio. Antonio, da Montecuc- 
colo — Istorica descrizione dei tre Regni Congo, 
Mataraba ed Angola situati nell'Etiopia inferiore occi- 
dentale compilata dal p. Giov. Antonio Cavazzi da 
Montecucolo .... e nel presente stile ridotta dal p. 
Fortunato Alamandini ecc. Bologna , Giacomo Monti, 
1687. 4.°/. con incisioni ed una carta geografica. 

Catalogo Romagnoli di Bologna (Settembre 1869) lire 15. 

Edizione poco comune. Brnnet. 

La carta geografica rappresenta il Congo, Angola 
ed i paesi limitrofi; è una riproduzione della carta 
parigina del 1656 delineata dal francese Sanson. 

Istorica descrizione elei tre regni di Congo , Ma- 
tamba e Angola. Milano, Agnelli, 1690. 4° con incisioni. 

Vendita Parigi X'Heritier 37 fr., assai meno però ordinariamente: 
Brunet. Venduta in Koma nella libreria Migliorini 1873, 1. i. 13. 

Relation historique de l'Ethiopie occidentale con- 
tenant la description des Royaumes de Congo, Angele 
et Matamba, traduit de l'italien du pére Jean Ant. 
Cavazzi par le pére J. Bapt. Labat. Paris , Charles 
J. Bapt. de l'Espine, 1732. 5 v. 12 fig. 

12 a 15 fr. Brunet. 

1655. Baratti Giacomo — The late travels of 
S. Giacomo Baratti an italian gentleman into the re- 
mote countries of the Abissins, or of Ethiopia interior, 
wherein you shall find an exact account of the go- 
vernement, religion and of the Christian people that do 
inhabit there. London, Beniamin Billingsley, 1670. 



- 73 — 

Rarissimo. II originale italiano non venne, al- 
meno finora, ritrovato. 

1657. Vimina Alberto, di Ceneda (Belluno) — 
Eelazioni della Moscovia e Svezia e loro governi colle 
annotazioni in margine di D. Gio. Battista Casotti in- 
serite nell'opera: 

Istorie delle guerre civili di Polonia etc. Venezia, 
Giov. Pietro Pinelli, 1671. 4.° Ciampi. 

Relazione della Moscovia .... edita per cura di 
Guglielmo Berchet. Milano, stabilimento Giuseppe Ci- 
velli, 1861. 4 p. 36. 

1659-61. Brunetti Cosimo, fiorentino — Lettere 
ai Principe Leopoldo dei Medici inserite nelle Lettere 
inedite di uomini illustri. Firenze, 1773. vedi v. T 
p. 232 e seguenti. 

Le lettere sono scritte da vari paesi d y Europa 
e dall'isola di Cuba. Nella Bibliografìa critica del 
Ciampi. Firenze, 1842. v. IV. p. 79, è una lunga 
lettera del Brunetti al granduca Cosimo III. scritta 
da Varsavia il IO Marzo 1776. 

Sebastiani Giuseppe — Spedinone alle Indie orien- 
tali nel regno dei Malavari. Roma, 1666. 

Raro. 

Viaggio e navigazione nell' arcipelago. Roma, 
Ercole, 1687. 4.° Bouturlin. 

1666. Negri Francesco, ravennate 16 1698. 

— Viaggio settentrionale fatto e descritto dal molto 
rev. sig. don Francesco Negri da Ravenna. Opera 



— 74 — 

postuma data alla luce dagli heredi del suddetto. Padova, 
Stamperia del Seminario, 1700. ^ fig. Gamba. 

Viaggio settentrionale ecc. (ut sapraj. In Forlì per 
Gian Felice Dandi ; Stamperia Camerale, 1701. 4° fig. 
Ciampi. 

La Lapponia descritta dal sig. d. Francesco Negri 
di Kavenna e data in luce da Giovanni Cinelli. Ve- 
nezia, 1705. 12.° Ciampi. 

1666-1667. Guattini Michelangelo, di Reggio e 
De Carli Dionigi, di Piacenza — Viaggio al Brasile 
ed al Congo. Reggio, 1672. 12.° 

Viaggio nel regno del Congo del padre Michel 
Angelo Guattini da Eeggio et del padre Dionigi de 
Piacenza cappuccini missionari, descritto per lettere dal 
porto di Genova fino alla Città di Loanda dal suddetto 
padre Guattini a suo padre , con una fedele narrativa 
clelli paesi del Congo del detto padre Dionigi et del suo 
ritorno in Italia. Bologna, Longhi, 1674. 

Catalogo Asher di Berlino 1873 a 2 tali, e 20 sgr., o 1. i. 11, 40. 

Versione francese con questo titolo: 

Relation curieuse d'un voyage au Congo fait es 
années 1666-1667 par les PP. Guattini et de Carli. 
Lyon, 1680. 12.° 

Il Moro trasportato in Venezia, ovvero curioso rac- 
conto dei costumi, riti e religione dei popoli dell'Africa, 
America, Asia ed Europa ravvisati dal P. Dionigi de- 
Carli, da Piacenza cappuccino. Bassano, 1687. 4.° 

Lo stesso, Venezia, Prosdonini, 1699. 12.° 

Benvenga Michele — Viaggio di Levante con la 
descrizione di Costantinopoli. Bologna, 1688. 12.° 



— 75 — 

Feburo Michele, da Novi — Descrizione del paese 
dei Turchi dedicata dall'autore a Cristiana Regina di 
Svezia e tradotta dall' italiano in polacco dal P. Daniele 
Liplanski secretano regio. Varsavia, 1688. 12.° (in 
'polacco). Ciampi. 

Non mi riesci di schiarire se V originale italiano 
sia stato dato alle stampe. 

Merolla Girolamo, da Sorrento — Relatione del 
viaggio nel regno di Congo nell' Africa. Napoli per 
F. Mollo, 1692. pie. 8° fig. 
Edizione rara e pregiata. 

Catalogo Payne e Foss del 1830 Londra 18 se, o 1. i. 21, 60. 

La stessa, Napoli 1726. pie. 8° fig. 

Venduto da Floncel a Parigi 8 fr. Brunet. 

1667-1668. Pagni Giovanni, pisano 1634-1676. 
— Lettere di Giovanni Pagni medico ed archeologo 
pisano a Francesco Redi in ragguaglio di quanto egli 
vidde ed operò in Tunisi. Firenze, Magheri, 1829. 8° 
p. xxx.vi-222. 

Questa edizione fatta per cura del canonico Do- 
menico Moreni è citata dal Gamba fra i testi di lingua. 

Ragguaglio di quanto vidde in Tunisi. Venezia, 
Alvisopoli, 1837. 12.° 

Riproduzione dell'edizione originale. 

Rostagno Gio. Battista, di Milano — Viaggi del 
marchese Ghiron Francesco Villa in Dalmatia e Levante 
descritti da ... . Torino, Sinibaldo, 1668. 4.° con 
carta geografica. 

Schiepatti di Milano 1867 1. i. 3.; Romagnoli di Bologna 1870 1. i. 6; 
Cat. Kirchhoff Lipsia 1873. 2. tali. 10, o 1. i. 10,70. 



- 76 - 

E più presto una relazione storica, che riflette 
la guerra e V assedio famoso di Candia. 

Versione francese: 

Histoire des Voyages du Lévant et du siège de Candie 
traduit par le pére du Cros. Lyon, Barbier, 1669. 12.° 

La stessa, Paris, Clouscer, 1669. 4.° 

Les rnemoires du voyage du marquis de Villa au 
Lévant etc. Amsterdam, Boom, 1671. 2. v. pie. 12.° 

1671. Zani Ercole, bolognese 1634-1684. — Re- 

latione e viaggio della Moscovia ecc. Bologna, nella 
Stamperia Camerale, 1690. 12.° Ciampi, Brunet. 

1671-1674. Magni Cornelio, parmigiano — Quanto 
di più curioso e vago ha potuto raccogliere nel primo 
biennio (1671-1672) da esso consumato in viaggi e 
dimore per la Turchia. 

T Volume in Parma, Galeazzo Rosati, 1679. 16.° 
p. 672. 

2° Volume (secondo biennio 1673-1674) in Parma 
per Alberto Pazzoni e Paolo Monti, mdcxcii. 16.°jp. 609. 

Non trovo ricordato questo viaggiatore né dal 
Brunet né da altri bibliografi meno dal Tobler. I due vo- 
lumi sono forniti di brutte incisioni in rame. Nel cata- 
logo Schiepatti di Milano trovo menzionata ima edizione 
del primo volume del Magni di Venetia, 1682. 12.° 

Vincenzo Maria di S. ta Caterina — Il viaggio 
alle Indie orientali diviso in v libri. Roma , Mancini, 
1672. f.° con antiporta in rame. 

Non comune. Citato da Brunet e Bouturlin. 

Cat. Schiepatti di Milano 1867, 1. i. 6. 



— 77 — 

Lo stesso, Venezia, 1678. 4. e 

Cat. Schiepatti predetto 1. i. 7, 50. 

Lo stesso, Venezia, 1683. 4.° 

1673. Legrenzi Angelo, veneziano — Il Pellegrino / 
nell'Asia : . . . con li ragguagli dello stato della Santa 
Città di Gerusalemme, Bethelemme, Nazareth ed altri luo- 
ghi santi e città marittime, opera divisa in xxxn pe- 
legrinaggi .... Venetia, D. Valvasente. 1705. 12.° 
con antiporta incisa in rame, 

1679. Benaglia Giovanni, milanese — Eelatione 
del viaggio fatto da Vienna a Costantinopoli e ritorno 
in Germania del conte Alberto Caprara. Roma, Ercole, 
1684. 12.° Bouturlin. 

La stessa, Venezia, 1688. 
Ausfuhrliche Reiss-Beschreibung von Wien nach 
Costantinopel und wieder zuriick in Deutschland . . . dess 
Grafen Albrecht Caprara Welche Er als Extraordinari 
Gesandter und Gevollmàchtigter den Stillstand mit der 
Ottornannis. Pforten zu verlàngern verrichtet. Franckfurt, 
Matth. Wagnern, 1687. 8.° con una incisione p. 174. 

Cat. Steinkopf 10. sgr., o 1. i. 1,70. 

1679. Laffl Domenico, bolognese — - Viaggio in 
Levante al Santo Sepolcro di N. S. Gesù Cristo et altri 
luoghi di Terra Santa. Bologna, A. Pisarri, 1683. 
pie. 8.° p. 516. 

Lo stesso, Bologna, G. Pisarri, 1738, 8.°p.479. 

Del Loffi esistono pure le seguenti relazioni di 
viaggi in Europa: 

Viaggio in Ponente a S. Giacomo di Galizia e 
finibus terrae etc. Bologna, Ferroni, 1673. 






Lo stesso, Bologna, Antonio Pisarri, 1676, 1681, 
1683, 1691, 1726, 1738. 

Viaggio da Padova ove morì Sant'Antonio, a Lisbona 
ove nacque. Bologna, Pisarri, 1691. pie. 8.° 

Tobler e Fantazzi, Notizie degli scrittori Bolo- 
gnesi. Bologna, 1786. vedi voi. V. 

1680. Belletti Antonio, — Viaggi a Costantinopoli 
di Gio. Batt. Donado Bailo alla Porta Ottomana l'anno 
1680 .... colla raccolta delle più curiose notizie 
dal fu dottor Antonio Benetti date in luce dal dottor 
Francesco Maria Pazzaglia, Venezia, Poletti , 1688. 
4. v. 12.° Tiraboschi, Brunet. 

Schiepatti di Milano 1867, 1. i. 4. 

Il Donado di cui si descrive la missione a Co- 
stantinopoli fu assai versato nella lingua turca, di 
che si ha un saggio nel suo libro della Letteratura 
dei Turchi. Venezia, 1698. 

1681. Giacometti Girolamo, di Zara — Nazaret 
gloriosa relatione eie' viaggi di Levante fatti coll'Eccmo 
signor Polo Michiel Capitanio delle naui; principiando 
dalle Bocche di Costantinopoli sino per tutta la Soria, con 
la descrittione di diuerse Città Turchesche vedute e suc- 
cessi curiosi del viaggio e specialmente della Città Santa 
di Nazaret .... Venetia, D. Lovisa, 1700. 12.°^. 204. 

Il nome dell'autore si nasconde sotto V anagramma 
Olmoriga Cottigiame Batizano, il Tobler V interpretò 
per Girolamo Giamecotti Nazirato (?); credo di aver 
colto meglio nel segno con la mia spiegazione « Giro- 
lamo Giacometti Zaratino » Giacometti è nome comune 
in Italia ed anche in Dalmazia; Zaratino vale na- 
tivo di Zara. 



: 



— 79 — 

1693-1698. Gemelli Careri Gian Francesco, di 
Radicina (Calabria) 1651-1718? — Giro intorno al 
mondo. Napoli per Giuseppe Eoselli 1699-1700. 6. v. 
8.° Tobler. 

È la prima edizione di qiìestf opera interessante. 

Il Tiraboschi non la conobbe e credè prima la seguente: 

Giro intorno al mondo. Venezia, 1700. 6. v. 12.° 

Lo stesso. Venezia, Maffei, 1719. 9. v. 8° con 

fig. Brunet e Tobler. 

Catalogo Schiepatti lire 12. 

Lo stesso. Napoli, Parrino, 1721. 8.° 
Giro del mondo, Venezia, Sebastiano Coleti, 1728. 
9. v. 12° fig. 

Catalogo Schiepatti 1874, 1. i. 10. 

1686-1687. — I viaggi in Europa divisati in varie 
lettere al signor consigliere Amato Danio. Napoli, 
Giuseppe Eoselli, 1708. 8.° 

Questi viaggi trovami uniti al giro del Mondo 
sovracitato , edizione del Coleti 1728 unitamente ad 
una appendice nella quale racconta le campagne del 
1707, 1108, 1709 e 1710 in Spagna. 

Voyage autour du monde traduit de Tltalien par 
M. r Lenoble. Paris, Estienne Ganeau, 1719. 6. v. 12.° 

Lo stesso , Paris, Ganeau, 1727. 6. v. 12.° 

Lo stesso nella Histoire generale des voyages. A 
la Haye, P. de Hondt, 1758. 4.° 

Versione inglese inserita nell'opera: A collection 
of voyages and travels. London, Awsinan and Churchill, 
1704. f.° 

Trovasi pure compendiato in altre collezioni di 
viaggi fra le altre nella Collection abregée des voyages 
anciens et modernes autour du monde compilata da 



- 80 — 

Brancarel. Paris, Dufait , 1807. 12.° e nelV Abregé 
de l' Histoire des voyages. Paris, Ledoux , 1820. 
24. v. 8.° 

1690. Caccia Francesco. — Compendium seu brevis 
relatio Locorum sanctorum quae Seraphicus ordo Fran- 
ciscanorum ultra quadringentos annos legitime posse- 
dit et a Schismaticis per aliquos annos injuste et dolose 
ablata, nunc iterimi majori gloria nobis decretum magni 
Sultani anno 1690, die 26 Junii sunt restituta . . . . 
Vienna, A. A. Heyninger, 1693. 4.° 

Sortovi posteriori edizioni. Il Caccia fu commis- 
sario generale di Terrasanta. 

1697-1704. Zucchelli Antonio, da Gradisca — 
Relatione del viaggio o missione del Congo nell'Etiopia 
inferiore occidentale. Venezia per Bartolomeo Giavarina 
al ponte del Lovo, 1712. pie. 4° p. 438 oltre un in- 
dice copiosissimo di 42 pagine non numerate. 

Edizione rara. Il Walckenaer ne ha fatto una 
minuta analisi nella sua Histoire des voyages. Paris, 
1826-1828. 

1698. Ghirardini Giovanni — Relation du voyage 
fait en Chine en 1698 par le sieur G. Ghirardini peintre 
italien. Paris, N. Pepie, 1700. 12.° 

Il Walckenaer nel catalogo della sua biblioteca 
così qualifica il libro « Ouvrage charmant et d'une 
extrème rareté » . 

Nella vendita della biblioteca di questo dotto bibliofilo (1853) 
raggiunse il prezzo di 26 fr. Brunet. 

Questo stesso viaggio fu ristampato in fine del- 
l' opera seguente: 



— 81 — 

Remarques savantes et curieuses sur divers sujets. 
Paris, Guillàin, 1702. 12.° 

Venne inserito , benché mutilato , a detta dello 
stesso Walckenaer, nell'opera: 

La Chine mieux connue ou les Chinois tei qu'il 
faut les voir .... precedée d'un voyage fait à la Chine 
en 1698. Paris An. V° (1796-97) 2. v. 18.° Brunet. 

1700. Pietro Antonio, da Venezia — - Guida fedele 
alla Santa Città di Gerusalemme e descrittioni di tutta / 
Terrasanta divisa in trentacinque Pellegrinaggi che si 
praticano al giorno d' oggi ecc. ecc. Venetia, D. Lovisa, 
1703. 8° con incisioni. 

La stessa, Yenetia, D. Lovisa, 1714. 8.° 

La stessa, Yenetia, D. Lovisa, 1755. 8.° Tobler. 

1700. Daniele da Gasale — Sacro viaggio a Ter- 
rasanta composto dal padre Daniele da Casale. Vercelli, 
P. A. Gilardono, 1711. pie. 8.° Tobler. 

1706. Sorio Giuseppe, vicentino — Viaggio da Ve- 
nezia a Costantinopoli pubblicato per cura di Domenico 
Marchesini. Vicenza, Paroni, 1862. 8° p. 38. 

Lettera sull'Egitto. Rovigo, tip. Minelli, 1864. ^ 

1712-27. Desideri Ippolito, di Pistoia 1684-1733. 
— Lettre du E. P. Hyppolite Desideri à son confrère 
le R. P. Ildebrand Grassi à Mayssur: Lassa 10 Avril 
1716, inserita nelle Lettres édifiantes et curieuses 
écrites des Missions étrangères par quelques Missionaires 
de la C. de J. Paris, Nicolas Le Clerc, 1720-74. 12° 
v. 12. Eecueil XV p. 184-206. 



- 82 - 

Inserita pure nelle susseguenti edizioni delle 
stesse lettere. Paris, Merigot, 1780-83. 26 v. 12.° 
Toulouse, 1810-11. 26 v. 12.° 

Anonimo — Vera descrizione della Terra Santa, di 
Gerusalemme e della Palestina. Venezia, 1716. 8.° 

Citato neir appendice al catalogo di ottobre 1868 
del librajo Guidi di Bologna. 

Anonimo — Viaggio nell' Arabia Felice per l'Oceano 
Orientale e lo stretto del mar rosso. Venezia, Co- 
letti 1721. 12.° 

Non trovo citato ne dal Brunet ne dagli altri bi- 
bliografi da me consultati; è soltanto registrato nel 
catalogo Bouturlin. 

1730. Angeli Bartolomeo — Viaggio di Terrasanta. 
Venezia, 1738. 8.° Bassi e Tobler. 

1730. Della Penna Orazio — Relazione del prin- 
cipio e stato presente della missione nel vasto regno 
del Tibet e regni confinanti raccomandata allo zelo dei 
padri cappuccini della Marca. Roma , Antonio De- 
Rossi, 1742. 

Klaproih ha inserito la predetta relazione nel 
« Journal Asiatique, Paris 1834 » corredandola di note 
ed illustrazioni. Orazio della Penna fu assai versato 
nella lingua tibetana e mandò a Roma i caratteri 
tibetani per uso della stamperia di Propaganda. 

1746. Cottalorda Leandro — Palestina, o primo 
viaggio di fra Leandro di Santa Cecilia in Oriente. 



- 83 - 

Roma, Angelo Botili, 1753. pie. 4° con carta e con 
il ritratto dell' autore. 

Persia, ovvero secondo viaggio di fra Leandro di 
Santa Cecilia. Roma, Angelo Botili, 1757. pie. 4.° 

Mesopotamia, ovvero terzo viaggio in Oriente di 
fra Leandro di Santa Cecilia. Boma, Angelo Botili, 
1757. pie. 4.° 

I tre volumi sono rari. 

1752-1813. Mazzei Filippo, fiorentino 1730-1815. 

— Memorie della vita e delle peregrinazioni del fioren- 
tino Filippo Mazzei etc. Lugano, tip. della Svizzera Ita- 
liana, 1845. 2 v. 16.° v. I. p. 547. v. II. p. 352. 

Catalogo Schiepatti, Torino 1853, 1. i. 11. 

1760-1768. Mariti Grio vanni, livornese 17.. ..-1806. 

— Yiaggi per l' isola di Cipro e per la Soria e Pale- 
stina fatti da G. Mariti fiorentino. Lucca, T. Giusti, 
1769-1772. 9 v. gr. 8° con fig. 

Venduto 38 fr. Villoison. Brunet. 

Lettera di un viaggiatore toscano scritta da Cipro 
Livorno, Giorgi, 1786. 8.° Bouturlin. 

Benché pubblicata senza nome la lettera appar- 
tiene al Mariti. Melzi. 

Viaggio da Gerusalemme per le coste della Soria. 
Livorno, Masi, 1787. 2 v. pie. 8° I. iv. p. 155. IL 
p. 243. 

I due primi volumi dei « Yiaggi » furono tra- 
dotti in francese: 

Voyages dans l'ile de Chipre, la Syrie et la Pa- 
lestine avec l'histoire generale du Lévant. Paris, Belin, 
1791. 2 v. 8° ovvero Neuwied, chez la societé typo- 
graphique, 1791. 2 v. 12.° 



- 84 — 

Versione tedesca: Reisen durch die Inseln Cypern, 
durch Syrien und Palastina, iibersetz von C. H. Hase. 
Altemburg, 1777. gr. 8.° 

Reisen von Jerusalem durch Syrien ecc. Strasburg, 
Akademische Buchhandlung, 1789. 8.* 2 v. I. p. iv-224. 
IL p. iy-187. 

Versione inglese. Travels trough Cyprus, Syria ecc. 
London, 1791-92. 3 v. 8.° 

1762. Boscovich Ruggero Giuseppe, di Ragusa 
1701-1787. — Journal d'un voyage de Costantin.ople 
en Pologne. Lausanne, 1772. 12.° 

Giornale di un viaggio da Costantinopoli in Polo- 
nia con una relazione delle rovine di Troja. Bassano, 
Remondini, 1784. 8° p. xxiy-231. 

Catalogo Schiepatti di Milano 1868, 1. i. 3. 

1779-1815. Sestini Domenico 1750-1832. — 

Lettere scritte dalla Sicilia e dalla Turchia. Firenze e 
Livorno, 1779-1784. 7 v. 12.° 

29 fr. Villoison. Brunet. 

Versione francese di Pingeron. Paris, 1789. 3 v. 

8'fig. 

Lettere odeporiche, ossia viaggio per la Penisola 
Cizica, per Brussa e Nicea fatto Tanno 1779. Livorno, 
1785. 2 v. 8.° 

Versione francese. Voyage dans la Grece Asiatique 
à Brussa et Nicée. Paris, 1789. 8.° 

Viaggio da Costantinopoli a Bukoresti con 1' ag- 
giunta di diverse lettere relative a varie produzioni ed 
osservazioni asiatiche. Roma, 1794. 8.° 

Viaggio da Costantinopoli a Bassora. Iverdun (Li- 
vorno), 1786. 8.° 



- 85 - 

Viaggio di ritorno da Bassora a Costantinopoli. 
Livorno, 1788. 8.° 

Le voyage de Costantinople à Bassora et de Bas- 
sora à Costantinople traduit par le Corate de Fleury. 
Paris, 1798. 8.° 

Altra edizione. Paris, 1800. 

Viaggio curioso, scientifico, antiquario per la Va- 
lacchia , Transilvania , Ungheria fino a Vienna. Fi- 
renze, 1815. 8.° 

Di questi viaggi del Sestini furono in Italia 
fatte parecchie posteriori edizioni; qui ho riprodotte le 
sole edizioni originali e le versioni francesi. 

1780. Casti Giovanni Battista, di Montefiascone 
1721-1803. — Relazione di un viaggio a Costantino- 
poli. Milano., 1822. 12° con carta topografica. 

Esistono di detta relazione altre edizioni ante- 
riori e susseguenti alla presente. 

1785-87. Castiglioni Luigi, milanese — Viaggio 
negli Stati .Uniti dell'America Settentrionale. Milano, 
Giuseppe Marelli, 1790. 2 v. 8° con figure, tavole e 
piante topografiche, v. L p. xn-403. v. IL yi-402. 

1789-93. Malaspina Alessandro, di Mulazzo in 
Lunigiana 1754-1809. — Viaggio di circumnaviga- 
zione, inserito negli Annali idrografici di Madrid. 

1790-1802. Papi Lazzaro, di Pontico lucchese 
1763-1834:. — Lettere sopra le Indie Orientali. Fi- 
ladelfia, 1802. 2 v. 8.° Melzi. 

Cat. Romagnoli 1872, 1. i. 3. 



v/ 



— 86 - 

Le stesse. Lucca, 1829. 2 v. 8.° 

Cat. Schiepatti di Torino 1853, 1. i. 6, 75. 

1794-95. Scrofani Saverio, palermitano — Voyage 
de Xavier Scrofani en Grece .... traduit de Titalien. 
Paris, 1801. 3 v. 8° fig. Brunet. 

Non ini riesci di appurare se V originale italiano 
sia mai venuto in luce e dove. 

1798-99. Acerbi Giuseppe, di Castel Goffredo 
(Mantova) — Travels through Sweden, Finland and 
Lappland to the North Cape, in the years 1798-99. 
London, Mawman, 1802. 2 v. 4° con 17 incisioni. 

2 1. s. e 2 scell. o 1. i. 52, 50. Brunet. Nel catalogo del Dorling 
in Amburgo 1868 è messo a 4 tali, o 16 1. i.; in quello del Kirchhoff 
di Lipsia 1873, 1. i. 20. 

Reise durch Sweden und Finland bis an die 
àussersten Grànzen von Lappland. Berolinen, 1803. 
2 v. 8° con due incisioni e una carta. 

Vues de la Suede, de la Finlande et de la La- 
ponie depuis le detroit du Sund jusqu'au Cap-Nord 
Paris, 1803. 4° con 24 tavole. 

Voyage au Cap-Nord par la Suede, la Finlande et 
la Laponie traduit par le docteur Petit Radei, révu par 
J. Layallée. Paris, 1804. 3 v. 8° con atlante di 
28 tavole in 4° ed una gran carta. 

1800. Anonimo — Viaggio di Gerusalemme colla 
descrizione dei Luoghi Santi , e delle funzioni che ivi 
si fanno nella Settimana Santa ecc. Roma appresso 
Antonio Barre, (senza data) 8.° Vedi Tobler. 

Mantegazza Carlo — Viaggio a San Domingo. 
Milano, 1803. 8.° 

Catalogo Komagnoli di Bologna. 



— 87 — 

Viaggi liei due imperi Ottomano e Russo. Milano 
dalla stamperia e fonderia del Genio, 1805. 2 v. 8.° 
Ciampi. 

1804-1806. Pomardi Simone, romano — Viaggio 
nella Grecia. Roma, 1820. 2 v. 8° con incisioni. 

Vendita Langlés 30 fr. Brunet. 

Il Po?nardi fu compagno di Eduardo Dodivel 
nel suo viaggio artistico nella Grecia: questf ultimo 
pubblicava in Londra il libro seguente in società col 
Pomardi: 

A classieal and topographical tour in Greece, du- 
ring the years 1804, 1805 and 1806. London, 1818. 
2 v. gr. 4° con incisioni. 

A questo fa seguito: 

Wiews of Greece engraved from the collection 
made in that country by Edward Dodwel and Sig. Po- 
mardi. London, 1821. f.° massimo. 

Reise durch Griecheland wàhrend d. Jahre 1804, 
1805, 1806. Mein, 1821-2. 8.° 

Neil 1 antiquarischer catalog di Steinkopf in Stuttgard 1873, 
tali. 1. 10 sg., o 1. i. 5, 30. 

Carolini F. — Ragguaglio del viaggio compendioso 
in Barberia. Milano, 1805. 2 v. 8° con figure. 

Caronni in Dacia, mie osservazioni locali, antiqua- 
rie sui Valacchi specialmente Zingari, Transilvani, la 
mirabile analogia della lingua valacca con F italiana, 
e la nessuna della zingara colle altre conosciute; con 
un rapporto sulle miniere più ricche di quel principato. 
Milano, 1812. 8.° 

Catalogo Romagnoli di Bologna, 1871, 1. i. 2. Schiepatti di Mi- 
lano 1874, 1. i. 3. 



— 88 — 

Settala Luigi, milanese — Ragguaglio del viaggio 
compendioso di un dilettante antiquario sorpreso dai 
corsari e condotto in Barberia. Milano, 1805. 8° con 
dodici figure ed il ritratto dell' autore. 

Cat. Eomagnoli, 1872, 1 i. 3. 

1810. Pananti Filippo, di Muggéllo (Toscana) 
1766-1837. — Avventure ed osservazioni di Filippo 
Pananti sulle coste di Barberia. Firenze, Ciardetti, 
1817. 2 v. 8.° 

9 lire. Brunet. 

Lo stesso. Milano, 1817. 3 v. 12° con carta. 

Lo stesso nelle Opere complete dell'autore. Fi- 
renze, alla Speranza, 1831. 10 v. 8.° 

Lo stesso. Mendrisio, tipografìa della Minerva Ti- 
cinese, 1841. 8° con rami colorati. 

A geographical and historical narrative of a resi- 
dence in Algiers, comprising an account of the Regency, 
biographical Sketches of the Dey and his Ministers, 
anedoctes of the late war, observations on the relations 
of the Barbary States with the Christian powers, and 
the necessity and importance of their complete subju- 
gation, by Signor Pananti, with notes and illustrations 
by Edward Blaquiere. London, Colburn, 1818. 4° con 
incisioìii colorite e carte geografiche. 

Questa edizione fu messa in vendita al prezzo di 1. s. 2 e se. 2, 
1. i. 52, 50: 40 lire legato in marocchino vendita Langlés. Brunet. 

Avventure ed osservazioni ecc. Milano, Sonzogno, 
1829. 2 v. 16.° 

Avventure ed osservazioni ecc. Genova ; Agostino 

Pendola, 1830. 3 v. 16.° V ta edizione italiana. 



- 89 - 

1814. Daldini Santino — Viaggio di Terrasanta / 
diviso in capitoli secondo l'ordine delle materie. Mi- 
lano, M. Carrara, 1829. 12° p. 168. Tobler. 

Lo stesso, Milano, M. Carrara, 1830. 12.° 

Tobler. 

Lo stesso, terza edizione diligentemente corretta 
ed accresciuta e corredata di varie carte interessanti. 
Milano, M. Carrara, 1848. 12° p. 208. 

Tobler. 



1815-1818. Drovetti Bernardino, diBarbaniain 
Piemonte 1776-1852. — Yoyage à FOasis de Thèbes 
et dans les deserts situés à l'Orient et à l'Occident de 
la Thebaide, fait pendant les années 1815-1818 re- 
dige et pubiié par M r Jomard contenant: 
1° Le voyage à l'Oasis du Dakel par M r le Chev r 
Drovetti, 

2° Le journal du premier voyage de M re Cailland 
en Nubie, 

3° Des recherches sur les Oasis, sur les mines d'éme- 
raudes et sur Tancienne route du commerce entre le 
Nil et la Mer Rouge. Paris , de la Garde , de Bure 
frères etc. (Imprimerie Royale), 1822. f.° 
Edizione di gran lusso. Brunet. 

1816, 1820. — Voyage a l'Oasis de Syouah redige 
et pubiié par M r Jomard d'après les materiaux recueillis 
par M r le Chev r Drovetti et par M r Caillaud pendant 
leur voyage en cette Oasis en 1816 et 1820. Paris, 
de Bure, 1823./.°^. 

Questo viaggio venne pubblicato in quattro puntate o fascicoli 
con 36 incisioni : il prezzo dell' opera fu di fr. 36 ; le copie in carta 
velina a fr. 60. Brunet. 



— 90 — 

1815-1819. Belzoni GÌO. Battista, padovano 1778- 
1823. — Narrative of the operations and recent di- 
scoveries within the pyramids , temples , tombs and 
excavations in Egypt and Nubia and of a journey to 
the coast of red sea in search of ancient Berenice and 
another to the Oasis of Jupiter Ammon. London, 
Murray, 1820. 4° con atlante in f.° contenente 44 in- 
cisioni colorite. 

8 1. s., o 200 1. i. Brunet. 

Seconda edizione, London, Murray, 1821. 4° con 
appendice. 

Afferma il Brunet che questa edizione legata in pelle di Russia 
fu venduta dal librajo Langlés a Parigi, fr. 139. 

Terza edizione, London, Murray, 1822. 2 v. 8° 
senza appendice. 

Voyage en Egypte et en Nubie traduit par Dep- 
ping. Paris, Galignani, 1821. 2 v. 8° con una carta 
geografica ed il ritratto di Belzoni. 

15 franchi; con l'atlante inglese di 44 fig. 120 fr. Brunet. 

Viaggio in Egitto e nella Nubia etc. Milano, Son- 
zogno, 1825. 16.° 

Lo stesso. Milano, Sonzogno, 1826. 4 v. 12° fig. 
e carte geografiche colorite. 

Catalogo Schiepatti 1868, 1. i. 7. 

Lo stesso. Livorno, Vignozzi, 1827. 4 v. 24° con 
fig. colorate. 

Catalogo Romagnoli 1872, lire 4. 

1815-1839. Forni Giuseppe, milanese — Viaggio 
in Egitto e nell'Alta Nubia. Milano, Salvi, 1859. 8° 
v. T p. 512. v. 2° p. 635. con i ritratti del viaggia- 
tore e della moglie vestiti nel costume arabo. 



— 91 — 

Sangermano Vincenzo (da) — Relazione del regno 
Barmano. Roma, Galazzi, 1833. 8.° 

Raro. 

Il Sangermano nel 1795 trovavasi a Rangun 
quando giunse Symes coir ambasciata inglese diretta 
al Pegù; è celebre per la sua cognizione della lingua 
Pali dalla quale tradusse alcuni libri classici scrit- 
turali del Pegù ; il Vini ; il Padimut , il Sottan e 
parte del Kammuva. Burnouf e Lassen molto si gio- 
varono delle opere del dotto missionario, 

A description of the Burmese empire compiled 
chiefly from native documents by the rev. father San- 
germano and translated from his ras. by Will. Tandy. 
Rome, orientai translation Fund, 1833. 4.° 

Catalogo di B. Quaritch di Londra (1869) 1. i. 15. Catalogo 
Asher di Berlino (1873) 1. i. 14. 

1817. Della Cella Paolo, genovese — Viaggio da 
Tripoli di Barberia alle frontiere dell'Egitto. Genova, 
Ponthenier, 1819. 8° p. 222. 

Alla fine del volume sono due carte, una geo- 
grafica da Tripoli al golfo di Bomba, V altra topo- 
grafica rappresentante il porto e la rada di Tripoli; 
havvi inoltre uno specchio delle batterie di Tripoli e 
delle forze di terra e di mare di quella reggenza; 
segue una tavola in rame contenente una iscrizione e 
il disegno di quattro monete greche. 

Lo stesso, Milano, Sonzogno, 1826. 12° con una 
pessima carta geografica e figure colorite. 

1819-1828. — Mzzoli Amalia — Memorie sul- 
l'Egitto e specialmente sui costumi delle donne orientali 
e gli Harem. Milano, Pirotta, 1841. 16° p. xm-398. 



- 92 - 

L'autrice nipote d'un medico alla corte di Me- 
hemed Aly e moglie ad un ufficiale consolare austriaco 
ebbe adito di penetrare negli Harem e di conoscere il 
paese, a che Vajutava anche la cognizione della lin- 
gua araba. Contiene una lettera del Brocchi dirètta 
alla Nizzoli e datata da Khartum nel Sennaar 12 lu- 
glio 1825. p. 160-166. 

1820-1824. Gamba Cav.... — Voyage dans la Russie 
meridionale et particulièrement dans le provinces situées 
au delà du Caucase, fait depuis 1820 jusqu'en 1824. 
Paris, Trouvé, 1826. Seconda edizione 2 v. 8° con un 
atlante in 4° di 60 carte. 

78 fr. Brunet. 

U autore italiano fu console di Francia a Tiflis 
in detta epoca. 

1820. Segato Girolamo ....1836 e Valeriani. -— 
Illustrazione istorica monumentale del basso ed alto 
Egitto. Firenze,. Fumagalli, 1836. 2 v. 8° con atlante. 

Catalogo Romagnoli 1873, 1. i. 30. 

1823. Beltrami Giulio Cesare, di Bergamo 1779- 
1855. — La découverte des sources du Mississipi et 
de la Rivière sanglante par J. C. Beltrami. Nouvelle 
Orleans, 1824. 8.° 

A Pilgrimage in Europa and America leading to 
a discovery of the sources of Mississipi and Bloody 
River with a description of the whole course of the 
former , and of the Ohio. London , Hunt and Clarke, 
1828. 2 v. 8° con carte geografiche ed il ritratto del- 
l' autore in costume indiano. Ne venne fatta anche una 
versione tedesca. 



- 93 - 

1824-1825. — Le Mexique. Paris, Crevot, 1830. 
2 v. 8.° 

Sono 13 lettere scritte dal maggio 1824 al 
maggio del 1825 da Tampico, San Luis del Lotosi y 
Aguas calientes, Bochula, Guadalaxara, Guanaxuato, 
Messico } Tlascala e Alvarado. 

1823-26. Brocchi GÌ0. Battista, di Bassano 1772- 

1826. — Giornale ed osservazioni fatte nei viaggi in 
Egitto, nella Siria e nella Nubia. Bassano, A. Roberti, 
1841-1843. 5 v. 8° con atlante. L p. xn-390. IL 
540. III. 576. IV. 287. V. 775. 

Catalogo Schiepatti 1868, I. i. 30. 

1825-29. Botta Paolo Emilio 1803-1871. — / 
Viaggio intorno al globo principalmente alla California 
ed alle isole Sandwich ecc. Torino 1843. 2 v. 8° 
con figure. 

È una traduzione dal francese. 

1836-39. Yoyage dans le Yemen. Paris, 1841. 8.° 

Scoprì nel 1841 ed illustrò le rovine di Ninive. 

Altri scritti di Botta aV indole filologica e riflettenti 

le iscrizioni assire vennero inseriti nel Journal Asia- 

tique, Paris etc. 

Chiefalà Nicolò — Descrizione della città di Benares 
nell'India; dell'indiano politeismo, suo culto e costume di 
quei popoli. Livorno ; Masi, 1826. 8° con carta geografica. 

Di questo autore trovo citata un altra opera con 
questo titolo: 

Sanakea. Sommario di sentenze morali dal sanscritto 
ossia bracmanico-indiano nella lingua greca ed italiana 
tradotto. Roma, 1825. 4.° 



— 94 — 

Passalacqua, di Trieste — Catalogue raisonné et 
historique des antiquités decouvertes en Egypte par 
M r Passalacqua de Trieste. Paris, 1826. 8° fig. 

Catalogo Bocca. Torino, 1866, 1. i. 6. 

1826. Descalzi Nicola, di Chiavari 1801-1857. 
— Plano del Rio Bennejo, desde su confluencia con el 
Negro en la provincia de Salta , hasta su desague en 
el Paraguay de la del proprio nombre segun derrotero 
llevado a ley de estima ajustada a oportunas observa- 
ciones de altura meridiana sobre la latitud y distancias 
lunares en cuanto a la longitud: levantado por d. Ni- 
colas Descalzi , piloto director del viage y constructor 
de la barca menor , que para reconocerlo le hizo por 
el ano de 1826 desde el Rio Negro hasta el desague 
en el Paraguay, y guardia de Talli fronteriza al Chaco; 
quien lo dedica al S or D or A. de J, Buenos Ayres, 
diciembre 15 de 1831, Lit a de Bacie y Oomp a en 
Buenos Ayres. 

Questo 'piano che rappresenta i fiumi e territori 
esplorati da Descalzi nel suo primo viaggio venne 
inserito nel Bulletin de la societé géographique. Paris, 
1833, tomo XIX. 

1833-34. Esplorazione del Rio Negro di Nicola 
Descalzi inserita nella «Revista del Piata » Marzo e 
Aprile del 1854; la relazione è corredata di ima 
carta del fiume divisa in cinque fogli con questo ti- 
tolo: Plano del Rio Negro levantado por N. Descalzi 
en agosto, settembre, octobre y novembre de 1833. 
Buenos Ayres, Litografìa de Rod° Kratzenstein. 1854. 

Aufnahme des Rio Negro de Patagones nelle 
Mittheilungen di Petermann. Gotha , Justus Perthes, 
1856, a p. 32. 



— 95 — 

1826-1827. Valiani Luigi, fiorentino — Viaggio 
a Gerusalemme per l'Asia e Soria ove si descrivono 
tutti i luoghi santi della Palestina, Giudea, Galilea ed 
altre Provincie ecc. Firenze, stamperia granducale ; 1828. 
12° p. 196. 

1826-27-28. Failoni Giovanni, di Verona — Viag- 
gio in Siria e nella Terrasanta preceduto da alcune notizie 
geografiche e d'alcuni cenni sulle diverse religioni che 
professano gli abitanti di quelle contrade. Coi piani 
dell'antica e nuova Gerusalemme e colla pianta del 
gran tempio del Santo Sepolcro. Verona , coi tipi di 
Pietro Bisesti, 1833. 8° p. xn-194. 

1829-30. Vidua di Conzano Carlo, di Casal 

Monferrato 1785-1830. — Viaggio nella Polinesia. 
Lettere pubblicate da Cesare Balbo. Torino, Pomba, 
1834. 3 v. 8° con figure e atlante, 

Voyage fait dans le Molucques a la nouvelle Guinee 
et à Celebes avec le comte Vidua de Conzano par J. 
H. de Bondych Bastianse. Paris , Arthus Bertrand, 
1845. 8.° Brunet. 

Ferlini Giuseppe, bolognese — Cenno sugli scavi 
operati nella Nubia e catalogo degli oggetti ritrovati. 
Bologna, 1837. gr. 8° con una tavola. 

Cat. Bocca, 1. i. 2, 50. 

Eélation historique des fouilles operés dans la 
Nubie, suivie d'un catalogue des objets qu'il a trouvés 
dans Fune des 47 Pyramides aux environs de l'ancienne 
ville du Meroe etc. Eome, 1838. 4° fig. 



v" 



— 96 — 

1834-3S. Omboni Tito, diPalazzolo nel Bresciano. 

— Viaggi nelF Africa occidentale. Milano , Civelli, 
1845. 8° con 12 tavole, p. 416. 

Cai Schiepatti, Milano 1834, 1. 8. 

Litta Modigliani Alessandro, milanese .... 1871. 

— Viaggi nell' America meridionale inseriti nelle ap- 
pendici del giornale di Milano « La Perseveranza » 
anno 1869. 

1839. Caccia Antonio — Un viaggio in Grecia, a 
Costantinopoli e nella Crimea. Lugano, 1840. 16.° 

Odescalchi — L' antica Memfi, scorsa in Alessandria 
d' Egitto , al Nilo , al Cairo , a Eliopoli ed a Memfl. 
Pisa, 1840. 2 v. 16.° 

Catalogo Schiepatti. Torino 1853, 1. i. 4. 

L' Egitto antico e l' Egitto moderno. Milano, Bri- 
gola, 1867. 2 v. 8° con carte ed illustrazioni. 

1840-1841. Ravioli Camillo, romano — Viaggio 
in Egitto della spedizione romana diretta dal com. re 
Cialdi. Roma, tipografia delle Belle Arti, 1872. gr. 
8° p. 271. 

Regoli Giovanni — Un viaggio marittimo nell'Ame- 
rica settentrionale. Ferrara, Taddei, 1841. 12.° Melzi. 

1841-1842. De Vecchi Felice — Giornale di un 
viaggio di carovana, o viaggio nell' Armenia, Persia ed 
Arabia fatto negli anni 1841-1842 , con Gaetatio 
Osculati. Milano, Wilmant, 1847. 4° fig. vedi Osculati. 



y 



— 97 — 

Elegante edizione che però rimase incompleta. 
Escursione lungo il Danubio ed alle regioni cau- 

casee. Milano, 1854. 4° fig. 

E la riproduzione dell' opera precedente fatta al 

tempo della guerra di Crimea, mutando unicamente 

il frontispizio. 

1841-42. Osculati Gaetano, milanese — Coleoptèri 
raccolti nella Persia, Indostan ed Egitto e note d'un 
viaggio nella Persia e nelle Indie orientali. Milano, 
Corbetta, 1844. 8.° vedi De Vecchi. 

1846-48. Viaggio nelP America meridionale lungo 
il Rio Napo ed il fiume delle Amazzoni. Milano, fra- 
telli Centonari , 1854. gr. 8° con 14 tavole in lito- 
grafi a , carte geografiche ed il ritratto del viaggia- 
tore, p. 344. 

Esiste una edizione anteriore meno completa. 

1843. Baruffi Giuseppe Filippo, di Mondovi — 
Viaggio da Torino alle Piramidi. Torino , Fontana, 
1848. 8° corredato di una carta della gran Piramide 
di Ceope, p. 342. 

Baruffi Francesco — Viaggio in Oriente e descri- 
zione della Grecia. Milano, Silvestri, 1847. 16° con 
ritratto. 

1845-51. Gastrucci Giuseppe Emanuele, da Ver- 

nazza (Liguria) — Viaggio da Lima ad alcune tribù 
barbare del Perù e lungo il fiume delle ximazzoni. 
Genova, Ponthenier, 1854. 8° con 9 incisioni in rame, 
p. xyi-115. 



— 98 — 

1846. Cassini Francesco, da Perinaldo — La 
Terra Santa descritta dal padre .... visitante in 
Terra Santa. Genova, Ferrando, 1855. 8° v. I. 448. 
IL 495. III. 478. 

Epistola e colloqui su Terra Santa. Genova, Isti- 
tuto dei Sordo-muti, 1856. 8.° 

Un viaggio in Terra Santa colla descrizione di 
tutte le pellegrinazioni che soglionsi praticare infra 
V anno dai pp. Francescani .... Genova, Istituto dei 
Sordo-muti, 1864. 8° pag. 572. 

1847. — Bassi Alessandro, torinese — Pellegri- 
naggio storico e descrittivo di Terra Santa. Torino, ti- 
pografia subalpina, 1856. gr. 8° 2 v. I. p. XIII. Ifig. 
295. II. p. 379. 

Lo stesso, Genova, 1858. 2 v. 8.° 
Al pellegrinaggio fa seguito ima bibliografia dei 
viaggi in Palestina dal 1 V secolo fino a giorni nostri. 

1850-51. Dandolo Emilio, milanese — Viaggi in 
Egitto, nel Sudan, in Siria e Palestina. Milano, Carlo 
Turati, 1854. 8° con due carte geografiche, p. 502. 

1851. Trivulzi di Belgioioso Cristina, milanese — 
Asie Mineur et Syrie. Souvenirs de voyage. Paris, 
1858. gr. 8.° 

La vie intime et la vie nomade en Orient, nella 
Revue des deux mondes, 1855. v. 1 1° p. 1201 e seguenti. 

Campori Giuseppe — Viaggio d' oltremare. Mo- 
dena, 1852. 8.° 

Catalogo Schiepatti di Milano 1867. 



- 99 - 

Mazzucchelli Samuele — Memorie storiche ed edi- 
ficanti di un missionario apostolico dell'ordine dei predi- 
catori fra varie tribù di selvaggi e fra cattolici e protestanti 
degli Stati Uniti. Milano, 1844. 8.° 

1851. Sapeto Giuseppe — Viaggio e missione cat- 
tolica fra i Mensa, i Bogos e gli Habab con un cenno 
geografico e storico dell' Abissinia di G. Sapeto missio- 
nario apostolico. Soma, per i tipi della Congregazione 
di Propaganda Fide, 1857. gr. 8° p. 560. 

Nelle Mittheilungen di Petermann, Gotha 1861, 
si riproduce un lungo estratto del prezioso lavoro di 
Sapeto corredato di una apposita carta geografica. 

1851-1855. Salerio Carlo, milanese — Ueber die 
inselli, in osten von Neu-Guinea. Nelle Mittheilungen 
di Petermann. Gotha, Justus Perthes , 1862. n. 9, 
p. 341-344 con una carta. 

L' isola Mujù o Woodlark dei geografi nell'Oceania 
per P. A. Curti. Milano, editori del Politecnico, 1862. 8° 
con una tavola geografica. 

1° viaggio , 1854-55. 2° viaggio, 1861. Bono 
Andrea (de), maltese — Notizie e carta sopra un viag- 
gio al sud di Gondokoro; inserito nel Bulletin de la 
societé géographique. Paris, v. IV. 

Recenti scoperte sul fiume Bianco fatte da Andrea 
de Bono e da lui stesso descritte. Alessandria d'Egitto 
1862. pie. 4° di p. 30 con una carta. 

Lo stesso tradotto con annotazioni nei Non veli es 
annales des voyages. Paris, Juillet 1862. 



— 100 — 

1854-1862. Pierotti Ermete - - Otto anni a Ge- 
rusalemme; notizie intorno alla attuale ed antica città. 
Torino, Unione tipografico-editrice , 1865. gr. 8° con 
12 disegni ed un gran panorama di Gerusalemme. 

Jerusalem explored being a description of the an- 
cient and modem city. With numerous illustrations ecc. 
translated by Thomas G. Bonney. London, Bell, 1864. 
4.° 2 v. 

La Palestine actuelle dans ses rapports avec la 
Palestine ancienne. Produits , moeurs , coutumes , le- 
gendes, traditions. Paris, Rotschild, 1865. 8° p. 384 
con una gran carta della Palestina alla scala di /2 10000 . 

1855-1859. Bianchi Alessandro (do), milanese — 
Viaggi in Armenia, Kurdistan e Lazistàn. Milano ; Bo- 
niotti, 1863. 8° con una carta, p. xvi-326. 

1855. Terranova Filippo, siciliano — Viaggio 
lungo il Sobat inserito nello Spectateur Egyptien, gior- 
nale d' Alessandria ef Egitto. 

Lo stesso negli Nouvelles Annales des voyages. 
Paris, 1859. 

1855. Pasuello Antonio — Viaggio a Gerusalemme. 
\ Verona, Bennasuti, 1857. 8° con una carta geografica. 

Citato nelle Mittheilungen di Petermann 1857 e 
nella Bibliographia del Tobler. 

1856. Vimercati — Costantinople et l'Egypte. 

1856. Anonimo — Pensieri e riflessioni di un pel- 
legrino sulla Terra Santa e su Soma, ossia pregi della 



— 101 — 

Terra Santa .... Roma, G. A. Bertinelli, 1856. 
12.° Tobler. 

Anonimo — Guida del pellegrino divoto in Terra 
Santa. Roma, A. Bertinelli, 1858. 16.° p. 235. 
Tobler. 



1856-57. CastelMognesi Angelo, di Ferrara — 

Voyage au fleuve des Gazelles inserito nel Tour du 
monde. Paris, Juin, 1862. p. 385-400. ». 129. 

Moneta Pompeo — Alcune notizie sul fiume Ver- 
mejo dell'America meridionale inserite nel Politecnico, 
1° gennajo 1862. Milano, tip. del Politecnico. 

1857. Mantegazza Paolo, milanese — Rio de la 
Piata e Tenerife. Milano, Brigola, 1866. 8.° 

Lo stesso. Seconda edizione ritoccata ed accre- 
sciuta dall'autore. Milano, Brigola, 1870. 8° fig. 
p. 670. 

1° viaggio, 1856-58. 2° viaggio, 1860-65. Piag- 
gia Carlo, di Lucca — Viaggi di 0. Antinori e Carlo 
Piaggia nell'Africa centrale. Memoria del socio 0. An- 
tinori , inserita nel Bollettino della società geografica 
italiana. Anno 1° Firenze, Divelli, 1868. 8° p. 91-165, 
con mia carta delle sorgenti occidentali del fiume 
Bianco secondo i viaggi di Antinori e di Piaggia 
coordinati cogli itinerari di Speke, Grani, Heuglin, 
Baker e di altri viaggiatori. 



— 102 — 

Rossi Elia — La Nubia e il Sudan. Costantino- 
poli, 1858. 8.° 

1858. Scala GÌ0. Battista, genovese — Memoria 
di G. B. Scala console di S. M. italiana in Lagos di 
Guinea, intorno ad un suo viaggio ad Abbeokuta, città 
dell'interno dell' Africa fatto nell' anno 1858. Sampier- 
darena, Varnengo, 1862. 8.° 

Inserito nelle Mittheilungen di Petermann anno 
1863. p. 200. 

1859. Cardona Filippo, romano — Mio viaggio 
in Palestina inserito nella Nuova Antologia italiana. 
Vedi fascicoli di febbrajo, marzo e aprile 1867. 

1859-1860. Beltrame Giovanni, veronese — Let- 
tera scritta dall'Africa centrale con note del prof. 
Fr. Nardi. Padova, 1858. 

Di un viaggio sul fiume Bianco nell' Africa cen- 
trale. Verona, 1861. 8° con due carte, p. 46. 



1859-60. Miani Giovanni, veneziano ....1872. — 
Esplorazione verso le origini del Nilo 1859-60. Carta 
alla scala di 1: 2, 000, 000. 

Spedizione verso le origini del Nilo diretta da G. 
G. Miani nel 1859-60. Cairo, 1860. 

Confronto geografico intorno alle scoperte del Nilo 
fatte dai sig. ri Speke e Grant da G. Miani. Trieste, 
1864. 4° pie. f.° con carta. 

1871-1872, Lettera diretta al governatore del 
Sudan da Mombutto (Monbuttù di SchweinfurihJ. h 
V ultimo scritto di questo disgraziato . viaggiatore che 



— 103 — 

maggiori servizi alla scienza avrebbe potuto rendere 
se alla intrepidezza, alla tenacità dei propositi ed 
alla robusta tempra fisica, avesse accoppiato una mag- 
giore cultura. La lettera è inserita nel voi. X. fase. 6. 
del Bollettino della società geografica italiana. Soma, 
Civelli, 1873. 8.° Nello stesso volume (p. 25-30 J si 
possono leggere alcuni altri documenti riflettenti il Miani, 
come una lettera del viaggiatore tedesco Schweinfurth 
ed altra di due italiani residenti a Cartum, Michele 
Camosso di Torino e Lorenzo Spada di Pinerolo. 

1859-61. Antinori Orazio, fiorentino — Catalogo 
descrittivo di una collezione d'uccelli fatta nell'Africa 
centrale nord dal Maggio 1859 al Luglio 1861. Mi- 
lano, Daelli, 1864. 

Precede il catalogo un sunto delle escursioni del- 
l'autore nel Sennaar, nel Cordofan e al Bahr-el-Ghazal. 

Vedi p. 101 Piaggia e p. 107 Beccàri. 

Reise vom Balir el Ghazal zum lande des Djur, 
nelle Mittheilungen di Petermann. Gotha , Justus 
Perthes, 1862. Ergànzurigsheft N.° 10. 

Versione francese nel «Tour du monde » e negli 
«Annales des voyages » Paris, 1863. 

Notizie sopra i Niam-Niam nelle Mittheilungen 
predette. Ergànzungsheft n.° 10° Dicembre 1862. 

Versione francese negli « Annales des voyages » 
Paris, 1863. 

1860. Raimondi Antonio — Esplorazione biennale 
dei fiumi Huallaga ed Ucayalì affluenti del fiume delle 
Amazzoni. Vedi Journal of the R. Geogr. Society of 
London, voi. xxxm. 1863. p. clvììì. 



— 104 — 

1863. Viaggio di esplorazione nelle parti inco- 
gnite del Perù. Vedi Journal of the R. Geogr. Soc. of 
London ; voi. xxxiv. 1864. p. xxv. 

1867. Sulla confluenza dei fiumi Mantava ed 
Apurimac nei monti Huanta con carta, inserito nel 
Journal of the R. Geo. Society of London, voi. xxxvm. 
1868. p. 413-429. 

1862. Bossi Bartolomeo, di Porto-Maurizio — 
Yiage pintoresco por los rios Paranà, Paraguay, San Lo- 
renzo, Cuyabà y el Arino tributario del grande Ama- 
zonas con la descripcion de la provincia de Mato Grosso 
bajo su aspecto geografico , mineralojico y sus produ- 
ciones naturales. Paris, Dupré de la Mahérie, 1863. 8 9 
con numerose incisioni , una mappa descrittiva del 
viaggio ed il ritratto del viaggiatore, p. 153. 
Bella e corretta edizione. 

1862. De Filippi Filippo, milanese 18.. ..1867. — 
Note di un viaggio in Persia. Milano, Brigola, 1865. 
8° p. 396. 

Edizione tirata a 500 esemplari. 

1862-1870. Cerniti G. Emilio, torinese — A 
journey in the Tche-Kiang province during the Taepings 
rebellion. Shanghae, 1862. 

Escursioni in China o descrizione dell'industria serica 
nelle Provincie di Shanghae, Ningpo e Canton. Articolo 
inserito nella Gazzetta delle Alpi di Torino, 1864-65. 

I mangiatori di creta ed i mangiatori di carne 
umana nell'Oceania. Articoli inseriti nella Gazzetta pie- 
montese di Torino, 1867-1868. 



— 105 — 

Il mare di Sargasso. Ricordi di viaggio. Vedi Gaz- 
zetta di Torino, 1868. 

Esplorazioni in Australia: i laghi salati e gli uc- 
celli ridenti (Laughing birds) inserito nel Risorgimento, 
fas. 1. Torino, 1869. 

Avventure di viaggio in China. Vedi il Velocipede 
di Torino, marzo e aprile, 1869. 

Australia and the silk culture nel the Farmer's 
Journal. Melbourne, 1861. 

Frammenti del mio giornale di viaggi in Oceania. 
Articoli pubblicati nei numeri 243, 250, 256, 264, 
270, 277 della Gazzetta piemontese, 1872. settem- 
bre e ottobre. 

Esplorazioni dello stretto di Galevo e del N. 0. 
di Nuova Guinea con carta inserite nel Cosmos di Guido 
Cora, fascicolo m-rv. Torino, 1873. 

1863. Cappellini Giovanni — Relazione di un 
viaggio scientifico fatto nell' America settentrionale. 
Bologna, Gamberini e Parmeggiani, 1862. 8° p. 44. 

Ricordi di un viaggio scientifico nell' America set- 
tentrionale. Bologna, Giuseppe Yitali , 1867. 8° con 
mappa, tavole e figure intercalate, p. xn-279. 

1864. Gavazzi Modesto, milanese — I prigionieri 
italiani a Bocara. Lettera di Modesto Gavazzi al cornrn.* 
Cristoforo Negri. Torino, .1864. pie. 8° p. 28. 

Alcune notizie raccolte in un viaggio a Bucara. 
Milano, tipi della Perseveranza, 1865. 16° con carta 
geografica nell 7 Asia centrale, p. 172. 

Queste notizie furono pubblicate la prima volta 
nelle appendici del giornale milanese La Perseveranza. 



— 106 — 

1862-1865. Borghero — Note géographique sur 
le delta du Niger inserita nel Bulletin de la Sociétó 
de géographie de Paris, 1865. 2° semestre. 

Lettre au sujet d'une carte de la còte des Esclaves 
adressée à M r d'Avezac inserita nel sovra citato perio- 
dico anno 1866. 

E accompagnata da una carta delineata dallo 
stesso missionario Borghero. 

1864. Arconati Visconti Giammartino, milanese 
— Viaggi a caso d' un vagabondo. Gita ad Algeri. 
Torino, tip. Bona, 1872. 4° p. 72. Seconda edizione. 

1865. Diario di un viaggio in Arabia Petrea. To- 
rino, tip. Bona, 1872. 4° p. 440, con 36 fotografie, 
due carte ed un atlante di 7 tavole e p. 48. 

Splendida edizione. 

Martorelli Igino — Terra Santa. Vercelli, de Gau- 
denti, 1865. 4° con otto litografie. 

1865. Guarmani Carlo, di Livorno — Itineraire 

de Jerusalem au Neged septentrional. Extrait du Bul- 
letin de la Société de géographie (nov. 1865.) Paris, 
E. Marti net, 1865. 8° p. 139 con carta. 

Il Neged settentrionale. Itinerario da Gerusalemme 
a Aneizeh nel Cassini. Gerusalemme, tip. dei France- 
scani, 1866. 8° p. 210 con carta. 

Versione tedesca di Rosen (console di Prussia 
in Palestina) inserita nel Zeitschrift far Erdkunde. 
Berlin, 1865. 

Sedici anni di studio in Siria , in Palestina , in 
Egitto e nei deserti dell'Arabia. Bologna, 1864. 

Vedi Mittheilungen A^.° 11, 1866. 



- 1 P 7 — 
1865-68. Beccàri Odoardo, fiorentino — Cenno di 
un viaggio a Borneo inserito nel Bollettino della Società 
geografica italiana. Firenze, agosto, 1868. p. 193-214. 
Odoardo Beccàri ed i suoi viaggi a Borneo. Me- 
moria del prof. H. E. Giglioli inserita nella Nuova An- 
tologia. Firenze, 1872. settembre, p. 119-160. 

1870. Beccàri, Antinori ed Issel — Relazione 
sommaria del viaggio nel Mar Rosso inserita nel Bol- 
lettino della Società geografica italiana. Roma, Civelli, 
1870, v. V. p. 43-60. 
Vedi Issel p. 109. 

1866. Armenjon V. F., savojardo — Il Giappone 
e il viaggio della corvetta Magenta. Genova, tipi del 
R. Istituto dei Sordo-Muti, 1869. 8° con carta geo- 
grafica del Giappone. 

1868. Besana Enrico, milanese — I Mormoni 
nel 1868. Lettera inserita nel giornale milanese «La 
Perseveranza» del 13 Febbrajo 1869. 

1872. Lettere dell'Oceania inserite nel Corriere di 
Milano e nelV Universo illustrato. 

1869. Garo vaglio Alfonso e Vigoni Giuseppe — 

Una corsa al di là del Giordano inserito nel Bollettino 
della Società geografica italiana. Roma, Civelli, 1870. 
v. V. p. 61-106 con tavole. 

1869. Racchia Carlo — Una missione italiana a 
Siam inserita nel Bollettino Consolare del regno di 
Italia, v. VII. 1870. 

9 



— 108 — 

La missione alle corti di Ava e Siam, narrazione 

di viaggio inserita nel giornale II Diritto. Roma, 1872. 

1872. Viaggio da Aden a Eangun e da Rangun 

a Mandalay inserito nella Eivista marittima. Roma, 

1873. febbrajo p. 230-244, marzo p. 395-413. 

La Birmania inserita nella Rivista marittima. 
Roma, 1873. marzo p. 413-419. 

1869. Gesana C. A., milanese — Da Firenze a 
Suez e viceversa. Firenze, Fodratti, 1870. 

Scritto in occasione dell' inaugurazione del ca- 
nale di Suez. 

1869. Libri Alberto — Lettere egiziane. Genova, 
figli di G. Grondona, (senza data) 16° p. iv-141. 
Scritte come sopra. 

1869. PescettO E. — ■ Da Genova a Tunisi. Fram- 
mento di un giornale particolare di bordo inserito nella 
Nuova Antologia. Firenze, 1872. 

1869. Savio Pietro, di Alessandria — La prima 
spedizione italiana nell' interno del Giappone e nei centri 
sericoli. Milano, Treves, 1870. 8° con una carta geo- 
grafica del Giappone e 43 incisioni p. 108. 

1869. Adamoli Giulio, di Besozzo (Lombardia) — 
Ricordi d' un viaggio nelle steppe dei Kirghisi e nei 
Turkestan inseriti nel Bollettino della Società geogra- 
fica italiana. Roma, Civelli, 1872, v. VII. p. 95. 

1870. Un'escursione nel Kokan inserita nella 
Nuova Antologia Italiana. Firenze, febbrajo. 1873. 



— 109 — 

1870. Una spedizione militare nell'Asia centrale 
inserita nella Nuova Antologia. Firenze, aprile. 1873. 

Bresciani Cesare — Viaggio nelP interno del Giap- 
pone per Cesare Bresciani della ditta Alcide Puecli di 
Brescia. Milano, 1872. 16.° 

1870. Issel Arturo — Viaggio nel Mar Eosso e 
tra i Bogos. Milano, Treves, 1872. 8° con due carte 
geografiche e 13 incisioni, p. 131. 
Vedi Beccar i p. 107. 

1870. Inselvini Lorenzo — Viaggio attraverso la 
Russia e la Mongolia. Memoria inserita nel Bollettino 
della Società geografica italiana. Roma, Civelli, 1871. 
8° v. VL p. 86-100. 

1871-72-73. Lovera Demaria, torinese — Rap- 
porto di campagna fra Hiogo e Nagasaki inserito nella 
Rivista marittima. Roma, Luglio, 1872, con carta geo- 
grafica del Giappone p. 770-782. 

Rapporto di viaggi fra Shangai, Amoy, Macao e 
Huh-Kong inserito nella Rivista marittima. Roma, 
luglio, 1872, p. 783-788. 

Rapporto di navigazione fra Singapore e Ilo-Ilo. 
L'Arcipelago delle Filippine - L'Arcipelago di Liu-Kiu. 
Rapporto di navigazione nelle isole Filippine e fra esse 
ed il Giappone - Rapporto di stazione in Yokohama 
per il mese d'agosto - Sentenza del San Fanscio di 
Kanagawa - Tratta dei Coolies - Dal Giappone alla 
Nuova Guinea ed alle Mollicene - Partenza per la 



- 110 - 

Nuova Guinea e 1' Australia - Da Amboyna a Saparoa, 
inserito nella Rivista marittima, ottobre, 1872. 
aprile, 1873. 

La Nuova Galles del sud nel 1873, inserito nella 
Rivista marittima. Roma, ottobre, 1873. 

Posizione delle isole Linschotten e Liu-Kiu inse- 
rito nel Cosmos di Guido Cora. Torino, 1873. fas. I. 
p. 48. 

1871. 72. 73. Dall'Italia alla Nuova Guinea, al- 
l' Australia, alla Nuova Zelanda ed a Montevideo. Viag- 
gio della R. Corvetta « Vettor Pisani » con molte in- 
teressanti notizie intorno agli indigeni della Papuasia e 
delle isole dei mari di Banda e d' Arafura ecc. Roma, 
Cotta e Comp., 1873. 16.° 

Questo volume è corredato di due tavole e di 
cinque carte geografiche. Contiene la completa rela- 
zione del viaggio compiuto dalla B. Corvetta «Vettor 
Pisani » sotto il comando del conte Lovera Demaria. 
Il libro fa molto onore alla marina italiana , ed è 
pegno dei servigi che potrebbe rendere al paese quando 
il governo la chiamasse ad eseguire una di quelle 
spedizioni scientifiche che resero immortali i nomi di 
Cook , Laperouse , Bougainville , Lutke , Dutnont, 
d'Urville ; Parry etc. 

1872. Respighi Lorenzo, romano — Relazione sul 
suo viaggio scientifico nelle Indie orientali. Roma, tip. 
Botta, 1872. 8° p. 28. 

1 8 7 2 . De Albertis Domenico, genovese — Un mese fra 
i Papuani del monte Arfak (Nuova Guinea) inserito nel 



- Ili - 

Bollettino della Società geografica italiana, Roma, di- 
velli, 1873. v. X. p. 67-71. 

Branchi Giovanni — Una escursione in Tasmania 
inserito nella Nuova Antologia. Firenze, agosto, 1873. 

1873. Massaja Guglielmo, di Piovuta d'Asti — 
Lettera diretta al presidente della Società geografica ita- 
liana in Roma colla data di Scioha ( Africa orientale) 
18 giugno 1873, vedi Bollettino della Società geo- 
grafica italiana. Roma, 1873. v. X. fase. 6. p. 31-36. 
Monsignor Massaja porge nella predetta lettera 
molte interessanti informazioni sulla geografia , la 
storia naturale ed il commercio di Quelle regioni poco 
note 7 commesse al suo apostolato da oltre ventanni. 



APPENDICE I. 



RELAZIONI DI VIAGGI FATTI IN EUROPA DA ITALIANI. 



Traversari Ambrogio, di Portico (Forlì) , 1378- 
1439. — Hodoeporicon. Lucca, fratelli Marescandoli, 
1678. gr. 8.° 

Traversari, più conosciuto sotto il nome di Am- 
brogio Camaldolese per la sua dottrina e per gli im- 
portanti servigi resi alla Chiesa fu carissimo al papa 
Eugenio IV ed ebbe dal medesimo incarico di visitare 
i conventi dell' ordine carmelitano d'ambo i sessi e di 
promuovere la riforma di quelli caduti in rilassa- 
tezza. Egli descrive nel suo libro le sue peregrinazioni 
per V Italia e le fatiche e traversie che ebbe ad in- 
contrare nel compiere la sua missione. E libro curioso 
e raro. 

Novello Francesco, da Carrara — Viaggi di raesser 
Francesco Novello da Carrara e di Taddea d'Este sua 
consorte in diverse parti d' Europa con note di Stefano 
Ticozzi. Milano, 1823. 2 v. 8° fig. 

1485. Franco Matteo, fiorentino ....1494. — Un 

viaggio di Clarice Orsini dei Medici descritto da ser Mat- 
teo Franco. Bologna, presso Gaetano Romagnoli, 1868. 



- IH - 

E un racconto pieno di brio del ritorno a Fi- 
renze di Lorenzo dei Medici e della Clarice Orsini 
sua moglie con numerosa brigata di famigli e d 'amici. 
Essi venivano dai bagni di Morba nel Volterrano dove 
recavansi tutti gli anni a primavera. 



1507. Vettori Francesco, fiorentino — Viaggio in 
Allemagna. Parigi, Thomassin e coinp. 1837. 12.° 

Edizione scorrettissima. 

Il Vettori andò nel 1507 ambasciatore della 
repubblica fiorentina a Massimiliano 1° imperatore. 
Oltre il viaggio havvi una commedia che il Vettori 
dice a" aver fatta tradurre dal tedesco. In fine è un 
dialogo nel quale si discorre del sacco dato a Roma 
V anno 1521 dalle feroci bande tedesche guidate dal 
contestabile di Borbone. 

15.... Porto Girolamo, vicentino — Viaggio in Al- 
lemagna. Venezia, Alvisopoli, 1837. 12.° 

Insigne letterato e noto autore della novella di 
Giulietta e Romeo. 

1511. Grassetto Francesco, vicentino — Viaggio 
sulle coste dalmate greco-venete. Venezia, Alvisopoli, 
1837. 12.° 

1525-29. Navagero Andrea, veneziano 1483-1529. 
— Viaggio in Spagna e in Francia. Venezia , Favri, 
1563. 8.° 

Fu ambasciatore della repubblica veneta prima 
in Spagna e poi in Francia dove moriva nel 1529. 

Cat. Romagnoli di Bologna 1873 ; 1. i. 5. 



— 115 — 

Lo stesso inserito nelle Opere dell'autore, stam- 
pate in Padova, Cornino, 1718. 8.° 

1530. Equicola Mario, d'Alveto (Abbruzzi) 1460- 

1539. — D. Isabellae Estensis Mantuae Princeps iter 

in Narbonensem Galliain per Marium Equicolam. 4° 

senza datarne luogo d'impressione. 36 f. a 23 linee 

per pag. libro raro. 

Mario Equicola fu segretario di Federigo III 
marchese di Mantova. È aidore del libro De natura 
de amore. Venetia, 1525, della Cronica de Mantova, 
1521.(2) e d'altre opere. 

Fontana Bartolomeo — Itinerario da Venezia a 
Roma fino a San Giacomo di Galizia. Venezia , Ago- 
stino Bindoni, 1550. 8.° Capponi. 

1574. Lucangeli Nicolò — Successo del viaggio 
d ? Enrico III Re di Francia e di Polonia , della sua 
partita di Cracovia fino al suo arrivo a Torino. Vene- 
zia, per Gabriele Giolito, 1574. 4.° 

Baro. Precede V opera una lettera dedicatoria 
dell' autore al cardinale de Medici in data xxx ot- 
tobre 1574. Capponi. 

1585. Anonimo — Japonorum Regum Legatio Ro- 
mae corani Summo Pontifice Gregorio XIII, 23 Martii 
habita anno 1585, addita est brevis in calce descriptio 
insulae Japoniae. Romae apud Franciscum Zannettum, 
A. D. 1585. 8.° 

E lavoro scritto probabilmente da alcuno dei 
missionari gesuiti che accompagnarono V ambasceria 
giapponese in Italia. 



— 1 16 — 

1585. Gualtieri Guido — Relazione del viaggio 
degli Ambasciatori Giapponesi a Roma fino alla partita 
da Lisbona. Venezia, Giolito, 1586. 8.° 

1614. Trissino e Conti, vicentini — Viaggi in di- 
verse parti d'Europa. Venezia, Alvisopoli, 1837. 12.° 

1630. Belli Francesco — Osservazioni di viaggi 
in Olanda e Francia fatti col Signor Ambasciator 
Veneto Giorgio Giorgi. Venezia, Gio. Pietro Pinelli, 
1632. 4.° 

Castelli Giuseppe — Descrizione dell' itinerario et 
sincero racconto del viaggio fatto dal Principe Ales- 
sandro Farnese per la Francia , Inghilterra , Olanda, 
Fiandra, Spagna e te. Venezia, Pinelli, 1666. 4° con il 
ritratto del principe. Capponi. 

Nel catalogo Steinkopf 1873, 1 tali., o 1. i. 4. 

1669. Cosimo III. dei Medici. 1643-1723. — 

Travels of Cosmo the thierd great duke of Tuscany 
trough of a large part of England in the reign of 
Charles the second and in the year 1669, translatecl 
from the italian manuscript of the Laurentian library 
at Florence. London, Mawman, 1820, gr. 4° fig. 

Nella vendita Bohn salì al prezzo di 1. s. 4, se. 4, o 1. i. 105. 
Brunet. 

Accompagnò il principe, Lorenzo Magalotti, che 
forse ebbe parte nella relazione del viaggio. 

Pacichelli GÌ0V. Battista, di Pistoia — Memorie 
e memorie nuove dei viaggi per l'Europa cristiana 



— 117 — 

scritte a diversi in occasione dei suoi ministeri. Napoli, 
Parino, 1685-90. 6 v. 12.° 

Nella vendita Hanrott con ricca legatura 1. s. 8, se. 8, 1. i. 210. 
Brunet. 

Il Ciampi cita una edizione di Napoli, 1685. 
4 v. 8.° (?) 

Libico curioso ed importante per la storia poli- 
tica e letteraria del secolo XVII in Polonia, in Al- 
lemagna, in Inghilterra ed in Francia. 

1690. Fagioli Gio. Battista — Lettera scritta da 
Varsavia a Francesco Redi inserita nelle lettere del 
medesimo. Firenze, Gaetano Cambiaci, 1779. Vedi v. 2° 
pag. 391. 

Il poeta Fagioli era andato in Polonia col 
Nunzio pontificio. 

Coronelli Maria Vincenzo, ravennate 16.... 1718. 

— Viaggio da Venezia fino in Inghilterra. Venezia, 
G. B. Tramontino, 1697. 2 v. 8.° 

Bassano Antonio — Viaggio a Roma di Maria Ca- 
simira regina vedova di Polonia. Roma nella stampe- 
ria Barberini per Domenico Antonio Ercole, 1700. 4.° 
Capponi. 

Madrisio Nicolò — Viaggi in Italia , Francia e 
Germania, Venezia, 1718. 2 v. 8.° 

Locatelli Conte Francesco, di Bergamo — Lettres 
moscovites. Konigsberg, Paris, Huart, l'année 1736. 8.° 



— 118 — 

Algarotti Francesco, veneziano 1712-1764. — 

Lettres sur la Russie. Londres, 1769. 8.° 

Le stesse in italiano nella collezione delle sue 
Opere. Venezia, 1791-1794. 11 v. 8.° 

1759. Bianconi Gian Lodovico, bolognese il li- 
1780. — Lettere al marchese Filippo Hercolani sovra 
alcune particolarità della Baviera e d'altri paesi della 
Germania. Lucca, Riccomini, 1763. 8.° 

Le stesse trovami inserite nelle Opere edite in Mi- 
lano, tip. dei Classici Italiani, 1802. 4 v. 8° col ritratto. 

Catalogo Romagnoli 1871, 1. i 6. 

Fortis Alberto, bolognese 1741-1803. — - Viaggio 
in Dalmazia. Venezia, Milocco, 1774. 2 v. 4° fig. 

Catalogo Romagnoli 1866, 1. i. 8. 

Travels into Dalmatia translatecl unter the author's 
inspection with an appendix and other considerables 
additions never before printed. London, 1778. 4.° 

Lettre sur les Morlacques. Berne, societé tipogra- 
phique, 1778. 8.° Bouturlin. 

Bertòla dei Giorgi Aurelio, di Rimini 1753-1795. 

— Viaggio sul Reno e nei suoi contorni. Rimini, li- 
bertini, 1795. 8° fig. 

Sono 46 lettere scritte con brio ; ma d'indole let- 
teraria. Bertòla fece il primo gustare la poesia te- 
desca in Italia. 

Lo stesso. Milano, Silvestri, 1817. 16° fig. 

1760. Baretti Giuseppe, di Torino 1716-1789. 

— Lettere famigliari ai suoi tre fratelli (senza luogo) 
1762. 2 v. 8.* 



— 119 — 

Descrive i suoi viaggi in Portogallo, in Spagna 
ed in Francia. 

Viaggio da Londra a Genova. Dublino, 1770. 
4° v. 12.° (in inglese). 

Versione delle precedenti lettere. 

Lettere familiari inserite nelle sue Opere italiane. 
Milano, Mussi, 1813-18. 6 v. 8.° 

Brunet, 1. i. 24. 

Le stesse. Milano, 1820. 2 v. 18.° 
Le stesse. Milano, Silvestri, 1824. 2 v. 16.° 
Esistono parecchie altre edizioni di Milano, Pia- 
cenza , Passano , Cremona ecc. ma di poco , o niun 
valore bibliografico. 

Eeisen von London nach Genua durch England, 
Portugal , Spanien und Frankreich. Leipzig, 1772. 
2 v. 8. 9 

Cat. Steinkopf 1873, 1. i. 3, 40. 

Caimo Norberto, milanese — Lettere di un vago 

italiano. Pittburgo (Milano), Agnelli, 1761-68. 4 v. 8.° 

L y autore , monaco girolamino , viaggiò per la 

Spagna, Portogallo, Francia, Pelgio ed Inghilterra. 

Una seconda edizione comparve con questo titolo: 

Osservazioni fatte da un viaggiatore in alcuni 

paesi dell'Europa. Melzi. 

1764. Cocchi Raimondo — Relazione di un viag- 
gio fatto in Corsica. Londra, (Venezia) presso Walteam, 
1765. Melzi. 

1774-75-76. Filati Carlo Antonio 1733-1802. — 
Voyages en différens pays de l'Europe ou lettres écrites 



— 120 — 

de l'Allemagne, de la Suisse, de l'Italie et de la Sicile. 

Paris, 1171. 2 v. 12.° 

Versione tedesca. Leipzig, 1778. 2 v. 8.° 
Versione italiana. Poschiavo, 1781. 8.° 
L'observateur frangais à Amsterdam, Lettres sur 

la Hollande écrites en 1778-79. La Haie , 1780. 

2 v. 12.° 

Versione tedesca con aggiunte di K. F. Trost. 

Berlin, 1782. 8.° 

Colimi Cosimo Alessandro, fiorentino — Lettres 

d'un voyageur frangais. Manheim, 1784. 12.° 

Le stesse, versione tedesca. Zurick, 1784. 2 v. 8.° 
Il traduttore barone di Riesbeck fecevi delle giunte 

e vi appose il suo nome. 

Lettres d'un voyageur frangala enrichies de notes 

et de corrections par M r Berthold Frederic Haller. 

Hollande, 1785. 12.° 

Rezzonico Della Torre Carlo Gastone, milanese 

1742-1796. — Viaggio in Inghilterra inserito nelle 

Opere scelte. Milano, biblioteca dei classici italiani, 1805. 

Viaggio in Inghilterra. Genova, 1830. 2 v. 16.° 

1811-1812. Fagnani F. — Lettere scritte da Pie- 
troburgo. Milano, 1812. 8° fig. 

1830. Ciampi Sebastiano, di Pistoja 1769-1847. 
— Viaggio in Polonia nella state del 1830, con la 
breve descrizione di Varsavia e con altre notizie di let- 
tere , arti , commercio e particolarità di quel regno. 
Firenze, Giuseppe Gallotti, 1831. 8° p. 139. 



— 121 — 

Bertolotti Davide, torinese 1786-1872. — Peregri- 
nazione al lago d'Orta, a Varallo e Ginevra pel Sem- 
pione. Milano, società dei classici, 1822. 2 v. 16.° 
Viaggio in Savoja. Torino, 1828. 2 v. 8.° 

Dandolo Tullio, milanese 1801-1871. — Pere- 
grinazioni. Torino, 1841. 8.° 

Viaggio per la Svizzera occidentale. Milano, Stella, 
1829-35. 11 v. 18.° 

Viaggio per la Svizzera orientale. Milano, 1836. 
2 v. 18.° 

La Svizzera pittoresca, o corse' per le Alpi e pel 
Jura. Milano, 1846. 8.° 



APPENDICE IL 



ALCUNI VIAGGIATORI STRANIERI 
CHE SCRISSERO IN ITALIANO LA RELAZIONE DEI LORO VIAGGI. 



1586. Zuallart Giovanni, Fiammingo — Il de- 
votissimo viaggio di Gerusalemme fatto et descritto in 
sei libri dal Signor Giovanni Zuallardo, Cavaliero del 
Santissimo Sepolcro di N. S. l'anno 1586. Aggiontoui 
i disegni di varij luoghi di Terra Santa et altri paesi. 
Intagliati da Natale Bonifacio Dalmata. Con licenzia di 
superiori. Stampato in Roma per F. Zanetti et Giacomo 
Ruffinelli nell' anno mdlxxxvii. pie. 4° fig. 

Edizione assai rara venduta nel 1867 da Romagnoli di Bologna 
1. i. 20. Belle incisioni. 

Lo stesso. Roma, Domenico Basa, 1595. 4° fig. 

12 fr. Chardin, 6 Langlés. Brunet. 

Le très dévot voyage de Jerusalem avec les fi- 
gures des lieux Saintes et plusieurs autres tirées au 
naturel; fait et décrit par Jean Zuallart. Anvers, Van 
Keerbergen, 1604. 4° fig. 

Lo stesso. Anvers, Coninex, 1608. pie. 4° fig. 

30 fr. vendita Morel-Vindé, 10 fr. 60 e. Silvestre nel 1830. Brunet. 

Lo stesso. Ànvers, Van Toncheren, 1626. 4°j%. 



— 123 — 

1656. Vulcano Luigi (Louis de Padulle), francese 
— Nuova descrizione di Terrasanta e peregrinaggio del 
Sacro Monte Sinai. Napoli, Scotto, (senz anno). 8.° 

Il Tobler cita il titolo del libro in francese no- 
tando però che probabilmente era stato scritto in ita- 
liano , com y è difatto. Il edizione però non ha data, 
mentre il Tobler, non saprei su qual fondamento, le 
assegna l'anno 1656. 

1666. Bremond Gabriele, di Marsiglia — Viaggi 
fatti nell'Egitto Svperiore ed Inferiore nel monte Sinay 
e lvoghi piv cospicvi di quella Regione , in Gerusa- 
lemme, Givdea etc. Eoma, P. Moneta, 1679. 4.° 

Descrittioni esatte dell'Egitto superiore ed inferiore 
Monte Sinai, Libano, Terra Santa etc. Bologna, 1686. 8.° 

Il Tobler afferma che il traduttore della rela- 
zione manoscritta del medico marsigliese è A. R. Ceri. 

1679. Burgo Giov. Battista, inglese — Viaggio 
di cinque anni in Asia, Africa et Europa del Turco etc. 
Milano, Agnelli, 1686. 3 v. \2° fig. 

Nel catalogo Heber è messo al. s. 7, 12 se, o 1. i. 189, 40. Burgo 
apparteneva alla famiglia dei Desburgh conti di Clarincarde, fu abate 
di Clare e vicario apostolico in Irlanda. 

1776-1789. Paolino, da S. Bartolomeo (Filippo 
Werdin), di Hof fBassa Austria) 1748-1806. — 
Viaggio alle Indie orientali. Eoma, Fulgoni, 1796. 4° 
fig. p. xx-404. 
Opera rara. 

Vendita Villoison 10 fr. Brùnet. 

/ dodici rami che accompagnano il libro vennero 
copiati dai monumenti indiani esistenti nel celebre 
museo Bor giano di Velletri. Nel frontispizio è un 

io 






— 124 — 

medaglione che rappresenta V effigie del pontefice 
Fio VI, cui F opera venne dedicata; alla pagina 1 
havvi il ritratto delF autore missionario carmelitano. 
Assai versato negli studi orientali egli fu uno dei 
primi indianisti che fece rilevare F intimo nesso che 
lega il sanscritto e le altre lingue indiane da esso 
discendenti alle lingue teutoniche e latine. 

Voyage aux Indes orientales traduit de Fitalien 
par Marchena, avec des observations par Anquetil du 
Perron, J. E. Forster et Sylvestre de Sacy. Paris, 1808. 
3 v. 8° con atlante in 4.° 

20 fr. Brunet. 

Esiste una versione tedesca del Forster , da me 
non veduta } citata dal Preclari , Origine e progresso 
dello studio delle lingue orientali in Italia, Milano, 1840. 
4° p. 46. 



APPENDICE III. 



UNA RARITÀ ARTISTICA E BIBLIOGRAFICA. 



Fra i viaggiatori italiani del secolo XVI spetta 
un posto a Carlo Magio patrizio veneto, che in varie 
epoche visitò le isole delV Arcipelago , la Palestina, 
V Egitto e la Siria. 

Insorta nel 1570 guerra fra la serenissima re- 
pubblica ed il sultano Selim IL , Magio venne spedito 
nell'isola di Cipro per visitare e munire le piazze 
forti veneziane che i turchi minacciavano di attaccare. 
Dopo aver preparata la difesa dell' isola, dovette com- 
battere e contrastarne il possesso agli invasori, ma non 
ostante facesse quanto a valoroso capitano spettava, 
cadde prigione dei turchi alla presa di Famagosta. 

Ridotto in schiavitù ebbe a sostenere i barbari 
trattamenti di parecchi padroni finché uno, meno de- 
gli altri disumano, lo vendeva a mercanti cristiani, 
che lo ricondussero nel 1571 a Venezia. 

Nella avventurosa sua vita Magio avea saputo 
adunare e, valendosi dell 7 autorità onoVera investito, avea 
fatto rilevare numerose vedute e piante delle fortezze, 
città e paesi da lui visitati, per cui tornato alla quiete 
domestica pensò nel 1578 di far riprodurre sul ve- 
lino i disegni da valenti miniatori (fra i quali si 



— 126 — 

pretende fosse pure il sommo Paolo Veronese) e questi 
condussero a compimento un opera che è un vero ca- 
polavoro. Fra le molte miniature sul velino ricorderò 
il blasone e l'albero genealogico di casa Magio , il 
ritratto di Carlo Magio , altro di suo figlio alV età 
di sette anni 7 opera veramente magistrale. Seguono 
piante e vedute di Sebenico , Zara , Cipro , Cor fu, 
Zante, Milo, Famagosta, Candid, Gerusalemme, Tri- 
poli di Siria, Alessandria, Rosetta, Bulac, il Cairo 
e di molti altri paesi, città e fortezze, dove V artista 
seppe spiegare tutta la finezza dell' ingegno e le ri- 
sorse dell'arte sapendo unire e fondere, dirò così, la 
correzione del disegno con la splendidezza del colorito. 

Quali vicende toccassero al lavoro descritto dopo 
la morte di Carlo Magio non è noto , anzi per un 
secolo e mezzo giacque dimenticato , chiuso forse nel- 
C archivio, o nella biblioteca della famiglia. Nel 1759 
lo troviamo in Francia dove ne era possessore il bi- 
bliofilo M. r Guyon del la Sardière; alla sua morte 
entrò nella celebre biblioteca del duca della Vallière, 
il quale nel 1761 fecevi unire, stampata pure in ve- 
lino, una Description historique des voyages et avantures 
de Charles Magius, noble vénitien. Alla vendita della 
biblioteca la Vallière il prezioso libro veniva acqui-r 
stato per franchi 2000 dal G ai gnat grande amatore di 
libri e dopo la sua morte fu venduta per franchi 902 
nel 1769; quali vicende dipoi toccassero al volume di 
Magio non saprei dire non trovandone cenno nei bi- 
bliografi, solo posso affermare che ora trovasi nella 
biblioteca nazionale di Parigi con questo titolo: 

« Les voyages et avantures de Charles Magius 
> noble vénitien, depuis que les Tures attaquèrent et 



— 127 — 

» prirent l'isle de Chypre, jusqu' après la fameuse ba- 
'» taille de Lépanthe donnée en 1571 » pie. f.° legato 
in m arrocchino rosso. 

Chi amasse leggere una minuta ed esatta descri- 
zione di codesta rarità bibliografica potrà consultare 
il de Bure Bibliographie instructive etc. Paris, 1768. 
Histoire voi. 1, p. 203 e seguenti e lo stesso de Bure 
Catalogne des livres du cabinet de feu M. r Gaignat. 
Paris, 1769, voi. 2° p. 16 e seguenti, dove è riportata 
per intero la description liistorique, che come diceva, 
venne nel 1761 fatta aggiungere dal duca della 
Vallière. 



AGGIUNTE E CORREZIONI 



Pag. XI. linea 8. Cavazzi leggi Borri. 
Pag. 3. dopo l'ultima linea aggiungi: 

Relation des voyages en Tartarie de Fr. Guil- 
laume de Rubruquis , Fr. Jean du Pian Carpin , Fr. 
Ascelin et autres religieux de S. Francois et S. Do- 
minique .... avec un abregé de l'histoire des sarasins 
et mahometans le tout recueilly par P. Bergeron. Paris, 
M. Soly, 1634, in carta velina. 

Rara e preziosa edizione. 

Un esemplare serbasi nel Museo britannico , altro è registrato 
nel catalogo Asher di Berlino 1873 al prezzo di 13 tali., 15 sgròsch, 
o 1. i. 56, 55. 

Pag. 16. prima di Giovanni da Montecorvino aggiungi- 
li Milione ossia viaggi in Asia, in Africa e nel 
mar delle Indie. Torino, 1873. 32° p. 280. 

Pag. 36. linea 6. Sanseverino Jacopo etc. va collocato a p. 22. 
dopo Buondelraonti Cristoforo. 

Pag. 43. prima di Barthema aggiungi: 

1500. Illteriano Giorgio, genovese — La vita dei 
Zychi, o Zygi f Circassi}. Yenetia, Aldo, 1502. 8° pie. 
Rarissimo. Precede la relazione una lettera de- 
dicatoria dell' } Interiano ad Aldo Manuzio il vecchio, 



— 130 — 

cui segue un elegante lettera latina di quesf ultimo 

al Sanazzaro piena di elogi pel viaggiatore genovese. 

La stessa, inserita nel Ramusio. Eaccolta di na- 

vigationi et viaggi. Tenetia, Giunti, 1563-1606. 3 v. 

f.° vedi v. 2.° 

Pag. 52. dopo la linea 4. aggiungi: 

Lettera di Giovanni da Terrazzano etc. inserita 
negli Atti della società storica di New-York, 1841, 
(in inglese). 

Lettera ut supra inserita nel giornale romano 
Il Saggiatore. Roma, 1844. 

Pag. 52. dopo la linea 6. aggiungi: 

.... 1853. Appendice N.° 28. 

Pag. 54. dopo la 9. linea aggiungi: 

La lettera mandata dal E. Padre frate Francesco 
da Bologna (Alle) .... etc. Bologna per Bartholomeo 
Bonardo e Marco Antonio Groscio (senz'anno) 4° got. 

4. /Off. 

Altra edizione della lettera sopra menzionata del 
bolognese Alle. Se il Danza terminò di stampare 
nel 1534 l'edizione di Bologna deve ritenersi poste- 
riore. Brunet e il catalogo J. 0. Weigel di Lipsia 
registrano la presente edizione. 

Pag. 99. dopo Mazzucchelli aggiungi: 

1850. Filippo da Segni — Tiaggio da Tripoli di 
Barberia al Burnù (Africa centrale) inserito nel Bol- 
lettino della Società geografica italiana. Roma, Civelli, 
1870. *. IV. p. 137-150. 



— 131 — 

Pag. 109. dopo Inselvini aggiungi: 

1871. Abbona Paolo — Lettera diretta al com- 
mendatore Negri da Mandalay 16 ottobre 1871, in- 
serita nel Bollettino della Società geografica italiana. 
Homa, Oivelli, 1872. v. VII. p. 158-159. 

Pag. 110. dopo Lo vera aggiungi: 

Degubernatis Enrico — L'Epiro. Relazione d' un 
viaggio da Janina a Yalona inserito nel Bollettino della 
società geografica italiana. Roma, Civelli, 1 872. v. Vili, 
p. 1-25. 

Pag. 110. dopo Kespighi aggiungi: 

1872. Giordano Felice. 

Lettere datate da Dargiling vicino alV Imalaia 
e da Kandij (Ceylan) il 28 giugno , 6 luglio e 
23 agosto 1872, inserite nel Cosmos di Guido Cora. 
Torino 1873. III-IV. p. 173-179, nel Giro del mondo. 
Milano, Treves, 1872. v. XVI. 2° semestre p. 87, e 
nella Gazzetta Piemontese 23 novembre 1872. 



ELENCO ALFABETICO 



DEI VIAGGIATORI ITALIANI MENZIONATI NELLA BIBLIOGRAFIA. 



J <W®§©c^Q~~- 



Abbona Paolo. . . pag. xv, 131 

Acerbi Giuseppe » 86 

Adamoli Giulio . . » xvi, 108 

Albertis (de) Domenico » xvi, 110 

Alcarotti Giov. Francesco » 64 

Alle Francesco » 53, 130 

Angeli Bartolomeo » 82 

. Angelis (de) » xv 

Angiolello Giovanni Maria » vili, 26 

Anonimi, pag. 19, 21, 46, 48, 51, 52, 54, 55, 60, 66, 71, 
82, 86, 100, 101. 

Antinori Orazio pag. xiv, xvi, 103, 107 

Arconati Visconti Giammartino » xvi, 106 

Armenjon (d') V. F. ........ . »xviii,107 

Ascelino Nicolò » 4 



Balbi Gasparo » x, 59 

Baratti Giacomo » x, 72 

Barbaro Giosafatte » vili, 25 

Barberini Raffaele » 58 

Bartema Luigi » x, 43 

Baruffi Giuseppe Filippo ......... 97 

Baruffi Francesco » 97 



— 134 — 

Bassi Alessandro pag. 98 

Beccàri Edoardo » 

Beltrame Giovanni » 

Beltrami Giulio Cesare » 

Belzoni Giov. Battista » 

Benaglia Giovanni » 

Benetti Antonio » 

Benvenga Michele » 

Benzoni Girolamo » 

Besana Enrico » 

Beschi » 

Bianchi Alessandro » 

Bianco Noè » 

Bono (de) Andrea » 

Borghero » 

Borri Cristoforo » 

Boscovich Buggero » 

Bossi Bartolomeo » 

Botta Emilio » 

Boturini Beneducci Lorenzo » 

Branchi Giovanni » 

Brascha Sancto . » 

Bresciani Cesare » 

Brocchi Giov. Battista » 

Brunetti Cosimo » 

Brunis (de) Giuseppe » 

Bruno Augusto » 

Buondelmonti Cristoforo » 



Capotto Giovanni . » 

Cabotto Sebastiano > 

Caccia Antonio » 

Caccia Francesco » 

Cadamosto Alvise » 

Campo (del) Luchino » 

Campori Giuseppe » 



XVI, 


107 


XIV, 


102 


XV 


, 92 


XIII 


, 90 




77 




78 




74 


5 


, 55 




107 




XI 




100 




52 


XIV. 


, 90 


XIV, 


106 


XI 


, 70 




84 


XVI, 


104 


XIII 


, 93 




XII 




111 




27 




109 


XIV 


,93 




73 




67 




69 




22 




IX 




IX 




96 




80 


VIII, 


23 




21 




98 



— 135 — 

Capodilista Gabriele pag. 25 

Cappellini Giovanni » 105 

Cardona Filippo » 102 

Carletti Francesco » x, 65 

Carli (de) Dionisio » xi, 74 

Carolini F » 87 

Casale (da) Daniele » 81 

Casola Pietro » 35 

Cassini Francesco » 98 

Castelbolognesi Angelo » 101 

Castelione Girolamo » 28 

Casti Giovanni Battista » 85 

Castiglioni Luigi » 85 

Castrucci Giuseppe Emanuele » 99 

Cavazzi Giovanni Antonio da Montecucculo . . » 72 

Caviglia » xrv 

Cella (della) Paolo ...» 91 

Cerniti Giovanni Emilio » xvi, 104 

Cesana G. A » 108 

Chiefalà Nicolò » 93 

Codazzi Agostino » xv 

Colombo Cristoforo » vili, 28 

Collo (da) Francesco » 48 

Contarmi Ambrogio » vili, 26 

Conti (dei) Antonio » 48 

Conti (dei) Nicolò » vili, 21 

Corsali Andrea » x, 48 

Cottalorda Leonardo » 82 



Daldini Santino » 89 

Dandini Girolamo » 64 

Dandolo Emilio » 98 

Daniele da Casale » 81 

De Filippi Filippo » xv, 104 

Degubernatis Enrico » 131 

Descalzi Nicola » xvi, 94 



136 - 



Desideri Ippolito pag. xn, 81 

Doria Giacomo » xv, xvi 

Drovetti Bernardino » xiv, 89 



Empoli (da) Giovanni » x, 46 



Failoni Giovanni » 95 

Feburo Michele » 75 

Federici Cesare » 57 

Ferlini Giuseppe » xiv, 95 

Filippo da Segni » 130 

Forni Giuseppe » 90 

Frescobaldi Leonardo » 19 



Gamba » 92 

Garovaglio Alfonso » 107 

Gavazzi Modesto » xv, 105 

Gemelli Careri Gian Francesco » xi, 79 

Geraldini Alessandro » 52 

Ghirardini Giovanni » 80 

Giglioli Enrico » xvni 

Giacometti Girolamo » 78 

Giordano Felice » 131 

Gorgonio Galeazzo , . » 64 

Guagnini Alessandro » 61 

Guarmani Carlo » xvi, 106 

Guattini Michelangelo » xi, 74 



Interiano Giorgio. ......*...» 129 

Inselvini Lorenzo » xvi, 109 

Iolo » vi 

Issel Arturo xvi, 107 ? 109 



— 137 — 

Laffi Domenico pag. 77 

Lamberti Arcangelo .• . » 71 

Lavarello » xvi 

Legrenzi Angelo » 77 

Libri Alberto » 108 

Litta Modigliani Alessandro » 96 

Lombroso ...» xiv 

Lovera Demaria »xvm, 109 

Lucalongo (di) Pietro » vi 

Lucca (da) Giovanni » 69 



Magni Cornelio » 76 

Magri Domenico » 69 

Malaspina Alessandro » xn, 85 

Mantegazza Carlo » 86 

Mantegazza Paolo » 101 

Mantegazza Stefano » 66 

Marignola (da) Giovanni . » 19 

Mariti Giovanni » 83 

Martorelli Igino » 106 

Massaja Guglielmo » 111 

Mazzei Filippo » 83 

Mazzucchelli Samuele » 99 

Menavino Giannantonio » 47 

Merolla Girolamo » xi, 75 

Miani Giovanni » 102 

Modena (da) Alessandro » 48 

Moneta Pompeo » 101 

Monte di Croce (da) Eicoldo » vi, 16 

Montecorvino (da) Giovanni » vi, 16 

Morone di Maleo Mariano » 71 



Nali (di) Bernardino » 36 

Negri Francesco » x, 73 

Nizza (da) Marco » x, 55 



_ 133 — 

Nizzoli Amalia pag. 91 

Noè Bianco » 52 

Noli (da) Antonio » vili 

Odescalchi » 96 

Olgiati Claudio » 71 

Omboni Tito » xiv, 96 

Osculati Gaetano » xv, 97 

Pagni Giovanni » 75 

Pananti Filippo » 88 

Pantogia Giacomo » 67 

Papi Lazzaro » 85 

Parent » xvi 

Passalacqua » 94 

Pasuello Antonio » 100 

Pegolotti Balducci Francesco » vi, 19 

Penna (della) Orazio » xn, 82 

Perugia (da) Andrea » 18 

Pescetto E » 108 

Pesenti Giov. Paolo » 66 

Piaggia Carlo » xiv, 101 

Piano Carpini Giovanni » vi, 3 

Pierotti Ermete » 100 

Pietro Antonio da Venezia » 81 

Pigafetta Antonio » ix, 49 

Pigafetta Filippo » 58 

Pigafetta Marc' Antonio » 58 

Pizzicolli Ciriaco (d'Ancona) » v, 22 

Polo Marco » vi, 4 

Pomardi Simone » 87 

Pordenone (da) Oderico » vi, 17 

Possevino Antonio » 60 



Quirini Pietro » 22 



— 139 — 

Bacchia Carlo pag. xvi, 107 

Eaimondi » xvi, 103 

Kamberti Benedetto » 55 

Becco (da) Nicoloso » 19 

Kegoli Giovanni » 96 

Respighi Lorenzo » 110 

Ricci Matteo » xi, 59 

Rocchetta Aquilante » 65 

Romano Francesco » 71 

Roncinotto Luigi » x, 53 

Rosaccio Giuseppe » 65 

Rosellini Ippolito » xiv 

Rossi Elia » 112 

Rostagno Giov. Battista » 75 

Salerio Carlo ...» xvi, 99 

Sangermano (da) Vincenzo » 91 

Sanseverino (da) Jacopo » 36 

Santa Caterina (da) Vincenzo Maria .... » 76 

Santo Stefano (da) Girolamo » vili, 35 

Sapeto Giuseppe » 99 

Sassetti Filippo » x, 62 

Savio Pietro » xvi, 108 

Scala Gio. Battista » xiv, 102 

Scrofani Saverio » 86 

Sebastiani Giuseppe » xi, 73 

Segato Girolamo » xiv, 92 

Bestini Domenico » 84 

Settala Luigi » 88 

Siena (da) Mariano » 23 

Sigoli Simone » 20 

Sudano Francesco . . . * » 27 

Sorio Giuseppe » 81 

Strozzi Pietro » 47 

Terranova Filippo » 100 

il 



— 140 — 



Trevisano Paolo pag. vili 

Trivulzi di Belgioioso Cristina » 198 



Usodimare Antoniotto » vili, 24 



Valiani Luigi » 95 

Valle (della) Pier » x, 67 

Vecchi (de) Felice » 96 

Vecchietti G-iov. Battista » 63 

Vecchietti Girolamo » x, 63 

Venezia (da) Pietro Antonio » 81 

Verrazzano (da) Giovanni » ix, 51 

Vespucci Amerigo » ix, 36 

Vidua di Conzano Carlo » xvi, 95 

Vigoni Giuseppe » 107 

Villa Francesco » 100 

Vimercati » 100 

Vimina Alberto » 73 

Vivaldi » vi 



Zani Ercole » 76 

Zeno Antonio » vili, 20 

Zeno Caterino » vili, 20 

Zeno Nicolò » vili, 20 

Zucchelli Antonio » xi, 80 



ELENCO ALFABETICO 

DEI VIAGGIATORI ITALIANI E STRANIERI MENZIONATI 
NELLE APPENDICI I. II. E III. 



Algarotti Francesco pag. 118 

Anonimo » 115 



Baretti Giuseppe » 118 

Bassano Antonio » 117 

Belli Francesco » 116 

Bertòla Aurelio » 118 

Bertolotti Davide » 121 

Bianconi Gian Lodovico » 118 

Bremond Gabriele » 123 

Burgo Gio. Battista » 123 



Caimo Norberto » 119 

Castelli Giuseppe » 116 

Ciampi Sebastiano » 120 

Cocchi Kaimondo » 119 

Collini Cosimo Alessandro » 120 

Conti » 116 

Coronelli Maria Vincenzo » 117 

Cosimo IIP dei Medici » 116 



— 142 — 
Dandolo Tullio pan. 121 



Equicola Mario » 115 



Fagioli Gio. Battista ,> 117 

Fagnani F » 120 

Fontana Bartolomeo » 115 

Fortis Alberto » 118 

Franco Matteo » 113 



Grassetto Francesco » 114 

Gualtieri Guido » 116 



Locatelli Francesce » 117 

Lucangeli Nicolò » 115 



Madrisio Nicolò » 117 

Magio Carlo » 125 



Navagero Andrea » 114 

Novello Francesco da Carrara » 113 



Pacichelli Gio. Battista » 116 

Paolino (Filippo WerdinJ eia S. Bartolomeo. . » 123 

Pilati Carlo Antonio » 119 

Porto Girolamo » 114 



Eezzonico della Torre Gastone » 120 



- 143 — 

Traversali Ambrogio pag. 113 

Trissino » 116 



Vettori Francesco » 114 

Vulcano Luigi.' » 123 



Zuallart Giovanni » 122 



INDICE DELLE MATERIE 



9^S 



Prefazione pag. v-xxn 

Bibliografìa » 3-111 

Appendice I. Relazioni di viaggi fatti in Europa 

da Italiani » 113-121 

Appendice II. Alcuni viaggiatori stranieri che 
scrissero in italiano la relazione dei loro 
viaggi » 122424 

Appendice III. Una rarità artistica e biblio- 
grafica » 125-127 

Aggiunte e correzioni » 129-131 

Elenco alfabetico dei viaggiatori italiani men- 
zionati nella bibliografia » 133-140 

Elenco alfabetico dei viaggiatori italiani e stra- 
nieri menzionati nelle appendici I. IL e III. 141-143 



/^%c)(o^ 



cx^!&>o- 



BIBLIOGRAFIA 



DEI 



VIAGGIATORI ITALIANI 

ORDINATA CRONOLOGICAMENTE 
ED ILLUSTRATA 

DA PIETRO AMAT.DI SAN FILIPPO 

MEMBRO DELLA SOCIETÀ GEOGRAFICA ITALIANA 




ROMA 

COI TIPI DEL SALVIUGGI 

18 74 



M ■ 7? SZ 



Sff 



UNIVERSITY OF ILLINOIS-URBANA 



3 0112 104210536 



Hi 

UH 



WSeSeSHR 










KSKXSi 



5ftfsi& 
!fi5Bflmi~ 






H 









SEffi 






££P£sb 



828 



h 



ita 



^ 



$&$ 



Sttì 









3#a 



iWffl 



K@Ì 



sin